domenica 25 dicembre 2011

***B*u*o*n***** N*a*t*a*l*e***

lunedì 19 dicembre 2011

Savoia- CTR AUXILIUM Senise 57-77

SAVOIA: 57
Tufano 4, Iodice 3, Di Luise 3, Esposito 0, Salvatore 14, Santoro 0, Colletto 0, Pollinarro 9, Romito 2, Vitiello 2, Festa 5, Carrozzo 15. Coach Annunziata
CTR AUXILIUM Senise: 77
Viviano 0, Sassano 0, Lo Tufo 7, Marchese 9, Gonzalez 6, Palazzo 13, Kos 18, Ragazzo 0, Gazzaneo 0, Femminini 24. Coach Festa
Parziali: 22-17, 37-39 (15-22), 44-57 (7-18), 57-77 (13-20)
Arbitri: Palmieri e Radicetti di Caserta
Note: Tecnico alla panchina del Senise al 7° minuto 2 quarto. alla panchina del Savoia al 5minuto 4* quarto. Uscito per 5 falli Carrozzo (Savoia)

sabato 17 dicembre 2011

Ultima partita prima della pausa natalizia.

Domani trasferta contro il Savoia, squadra di Torre Annunziata. Poi lunga pausa, il campionato riprende il 15 gennaio anche se noi in quella data riposiamo perché dovevamo giocare contro il Marigliano, che come sapete è stato escluso dal campionato.Ci toccherà ripartire il 22 gennaio, in casa contro il Casoria.
In questa lunga pausa ci sarà l'evento coppa di Lega (la chiamano anche Coppa Italia), credo a Maddaloni, di sicuro sappiamo solo che il sette ci saranno le semifinali con questi accoppiamenti: Maddaloni-Mugnano e Senise-Scafati. Domenica 8 invece la finale (o le finali, ma non so' se è prevista quella terzo-quarto posto).
Torniamo alla partita di domani. Torniamo con un flash-back (è improprio lo so', abbiate pietà e fate finta di niente) alla partita di andata a Senise. L'unica squadra che ci ha fatto soffrire in casa nel girone d'andata, ma per soffrire intendo soffrire, proprio soffrire. Un gran Salvatore, un ottimo Carrozzo, tutta la squadra Torrese concentrata e mai doma,  ci fecero sentire il fiato sul collo e un po' di tremarella. Un gioco aggressivo, fisico, e veloce. Domani sarà dura, è la terza partita di seguito che facciamo contro la "seconda" del campionato. Un calendario particolare, ci vede giocare le prime tre di ritorno (e anche dell'andata) con le tre rivali maggiori.
Partita di domenica. Sapevo che il Santa Maria a Vico fosse un'ottima squadra. In molti si erano illusi dal fatto che avevamo vinto in casa loro di 17 punti, ma quella è stata una prestazione bellissima della nostra squadra.
Il motivo principale? La prima volta che ero solo come dirigente insieme alla squadra. Scherzo. Il merito fu di una prestazione corale ed individuale senza precedenti, si voleva fare il colpaccio e la determinazione era davvero tanta.
Il Santa Maria domenica ha giocato bene, ci ha messo in difficoltà tutta la partita, ha sei uomini di grande livello, sono sempre stati vicini a fare il colpo grosso. Bravi i nostri ragazzi ad utilizzare le ultime energie e tanta freddezza per portare a casa il risultato pieno.

domenica 11 dicembre 2011

Un clip sulla partita



Su youtube (definizione migliore, come un DVD)

CTR AUXILIUM Senise-Santa Maria a Vico 69-65

CTR AUXILIUM Senise: 69

Viviano n.e., Sassano 0, Lo Tufo 10, Marchese 10, Gonzalez 9, Palazzo 8, Kos 12, Ragazzo n.e., Pennella n.e., Femminini 20. Coach Festa ass. Dimonte
Santa Maria a Vico: 65
Lettieri 18, Merola n.e., Moniello 2, Cafarelli 2, Laderose n.e., Auriemma 22, Fucci 5, Valentino 7, Forray 9, Arminio n.e. Coach Nuzzo
Parziali: 17-17, 37-35 (20-18), 57-51 (20-16), 69-65 (12-14)
Note: nessuno uscito per 5 falli. Tecnico a Gonzalez
Arbitri : SCOGNAMIGLIO V. (NA) - TREMATERRA M. (NA)

sabato 10 dicembre 2011

Che partitona


Prima della presentazione, della partita contro il Santa Maria a Vico, voglio parlarvi della partita di giovedì. Grande match, grande prestazione.

Contro il Mugnano, la seconda (anche se a pari punti, con Savoia e S.Maria a Vico, ma per effetto della classifica avulsa prima e qualificata per le final-four di coppa di Lega), ci voleva una grande prestazione, e la grande prestazione c'è stata. Mancava (rientra domani) Lo Tufo, avevo chiesto una prova di carattere a Super Rocco Palazzo per contrastare il cervello del loro gioco, Fiore.
A dire la verità, Fiore lo ha tenuto a bada piu' il buon Antonello Marchese.
Rocco ha pensato ad altro, ad esempio a fare una super-prestazione, punti, assist, difesa, palle rubate. LA superprestazione l'hanno fatta tutti, perché non era facile vincere, perché non era facile giocare con ò'intensità, difensiva ed offensiva del terzo quarto.
E' stata una partita a sprazzi, parziali significativi da una parte, capovolgimenti dall'altra. Io segno i punti, per avere una cronologia segno i punti uno sotto l'altro, per avere il progressivo delle azioni. Guardando ora l'agenda dove prendo i punti, si vedono delle colonne alternate.
Il terzo quarto però è stato uno spettacolo. Una determinazione in campo che fa' ben sperare.
Tutti bravi, però devo mettere in risalto due prestazioni, quella di Femminini 27 punti alla fine. Poche volte ho visto Christian così aggressivo, due tapin, perfino un contropiede.
E l'altra Giuseppe Gazzaneo. Ha giocato gli ultimi quattro minuti. Penserete, gli ultimi minuti, senza partita. Niente di piu' sbagliato, il Mugnano fino all'ultimo secondo ha giocato con impegno, cercando di recuperare quanti piu' punti possibili. E' entrato a sostituire Kos uscito con 5 falli, con gli avversari che correvano e tiravano (e spesso segnavano) da ogni parte del campo.
Ha fatto un entrata kamikaze e anche se non ha segnato ha portato scompiglio nell'area avversaria, ha preso due rimbalzi, fatto prendere un altro mostrando tutte le sue capacità atletiche, si è preso due falli segnando due dei quattro liberi. Bravo Giusé, ti sei fatto trovare pronto.
Domani Santa Maria a Vico. L'andata fu' una delle nostre prestazioni più convincenti. Vincemmo di 17 punti, 53-70, una partita corale, una vittoria di squadra. Ancora non sapevamo bene il nostro valore, non sapevamo, il valore del Santa Maria. Oltre con noi, ha perso il Santa Maria solo con il Mugnano e il Casoria.
Speriamo bene, il cammino è ancora lungo.

giovedì 8 dicembre 2011

Mugnano - CTR Auxilium Senise 81-91 Tabellini

MUGNANO: 81

Fiore 12, Izzo 2, Pascarelli 0, Ariante n.e., Greco 12, Biondi 2, Di Donna 10, Mele 30, Tavasci n.e., Palma 3, Filippi 10. All. Olivo Ass. Esposito
CTR LA CASCINA Senise:91
Pennella n.e., Sassano 0, Gazzaneo 2, Marchese 15, Gonzalez 10, Palazzo 20, Kos 17, Di Monte 0, Ragazzo n.e., Femminini 27. Coach Festa
Arbitri: TROISE F. (AV) - SAVIGNANO C. (AV)
Parziali: 16-21, 34-38 (18-17), 47-68 (13-30), 81-91 (34-23)
Note: Espulso x due falli tecnici il tecnico del Mugnano Olivo. Uscito per 5 falli Kos.

Settimana intensa, oggi big match con il Mugnano

Dopo la partita di Solofra, vinta con molta fatica e tanta determinazione, oggi big match, a Mugnano di Napoli tra le prime due del campionato.

Il Mugnano è a sei punti, insieme a Santa Maria e Savoia (praticamente i primi tre turni), ma nella classifica avulsa ha avuto la meglio alla fine del girone di andata. La classifica del girone era importante perché le prime due si classificavano per la coppa di Lega, che si terrà a inizio gennaio (luogo da destinarsi, forse chiederemo di organizzarla a Senise). Le altre due qualificate, quelle del girone A, sono il Maddaloni, supercorazzata, come noi ha vinto tutti gli incontri (anche ieri), e la Pro Loco Scafati, che conferma quanto di buono fatto nel precedente campionato.
E domenica, (3 incontri in 7 giorni) ospitiamo il Santa Maria a Vico, che oggi riposa.
Ancora assente Lo Tufo, che sconta l'ultima giornata di squalifica, ci mancherà e tanto, perché nel Mugnano gioca uno dei migliori play della C2, Fiore. Nella partita d'andata a Senise fu' un bel duello, ora tocca a Palazzo far vedere che è il miglior (o fra i migliori) difensore fra i piccoli del campionato.
Giocò molto bene a Senise Filippi, ebbi una buona impressione, ero convinto che il Mugnano sarebbe stata una delle realtà di questo campionato. Non mi sbagliavo.
Parliamo di Domenica, della vittoria di Solofra. Sempre in vantaggio, anche di 13, ma la squadra di Iannacchero non ha mai mollato. E' una squadra in forma, lo dimostra anche la vittoria di ieri con il Meomartini, capace di bloccare, nonostante i centimetri erano dalla nostra parte, i nostri pivottoni Gonzalez e Femminini (bravo quest'ultimo a fare canestri nell'ultimo quarto, decisivo).
Superlativa la prova di Marchese, se penso che non ci doveva essere per la nota squalifica!
Bravo per la prima parte a Sassano, che ha segnato i suoi 6 punti nel primo quarto, difendendo anche ben, poi si è un po' perso. Ha dimostrato che non deve essere considerato uno junior degli ultimi due minuti ma una parte integrante del roster.
A proposito ieri c'è stato il derby di Matera. Ha vinto la Virtus, RF Group, la squadra di Lino. Continua il momento nero del Montescaglioso di Cotrufo dopo la striscia iniziale di 7 vittorie consecutive. Sembra che la partita sia stata vinta dalla freddezza di un ragazzino del 96, Stano, che solo due giorni prima aveva giocato con l'under 19 a Senise, vincendo e mostrando la sua bravura dalla distanza. Eppure vi dico che i nostri D'Aranno, Le Rose, e Pennella (peccato che sia infortunato) hanno le stesse qualità. E non lo dico xché ogni scarrafone (cestistico) è bell' a papa' suo......

lunedì 5 dicembre 2011

Solofra-CTR Auxilium Senise 60-71 tabellini

CAB SOLOFRA 70

Capozzi 8, Napodamo 8, Esposito 3, Lambiase 4, Nigro 22, Di Lauro 6, Nardello n.e., Spera 4, Pisano 5, Altrunda n.e. Coach Iannacchero
CTR AUXILIUM Senise 71
Viviano n.e., Sassano 6, Le Rose n.e., Marchese 20, Gonzalez 4, Palazzo 13, Kos 12, Dimonte n.e., Ragazzo n.e., Femminini 16. Coach Festa
Parziali: 14-18, 31-39 (17-21), 49-56 (18-17), 60-71 (11-15).
Arbitri: TREMATERRA L. (NA) - GIUSTINO C. (NA)

La cronaca (addetto stampa del Solofra) la potete leggere su http://news.tuttobasket.net/News/leggi.php?id=280249

domenica 4 dicembre 2011

SOLOFRA.-CTR Auxilium 60-71

sabato 3 dicembre 2011

Ho visto tutto! Ho visto tutto!

Più volte ho chiesto al primo arbitro il perché dell'espulsione di Marchese. La risposta è il titolo di questo post. Senza il minimo dubbio, con aria che non ammetteva repliche.

Già durante la partita aveva mostrato la sua risolutezza, lo avevo invitato già alla fine del primo quarto a fischiare di più, volavano botte. La risposta, poi ripetuta anche quando con l'aria non tanto simpatica faceva sermoni fuori dalla palestra, è stata: la pallacanestro è sport di contatti.
Che io sappia, il basket non è sport di contatto. Lo è il calcio (quante volte sentiamo spalla contro spalla), lo è naturalmente il rugby (qualcuno dice che non è di contatto, ma di "collisione"), non lo è la pallavolo (impossibile, c'è una rete che li divide, che sia lo sport più violento? Così violento da prevenire??? :-))) ). Ammettiamo pure che sia di contatto, ma che si intende per contatto?
Gli schiaffi presi ripetutamente e mai puniti sulle braccia di Gabriel Gonzalez? Il pugno preso da Lo Tufo che ha poi scatenato la sua reazione?
Come vi ho accennato in un commento di un precedente post, dopo le due squalifiche per due giornate comminate a Simone Lo Tufo e Antonello Marchese, abbiamo fatto ricorso.
Il giudice sportivo, esaminato il ricorso e ripeto testualmente" Esaminato il video - ammissibile, ai sensi dell’art. 4 bis R.G. - relativo alla fase di gioco che ha dato adito ai provvedimenti del Giudice di primo grado"; ha tolto le due giornate a Marchese.
Contento? Non lo sono. Perché Lo Tufo una sanzione la meritava, ma certo non due giornate di squalifica. Non lo sono, perché il primo arbitro quel cazzotto, non contatto, non puo' non averlo visto. Ho visto tutto, ha ripetuto piu' volte. Visti i risultati (cazzotto da due passi non visto, Marchese che cerca di dividere e pacificare e si ritrova due giornate di squalifiche) gli consiglio una bella visita oculistica, oltre ad un centro dimagrimento (detto da me può sembrare almeno buffo, visto che sono cecato e obeso).
Il documento della Fip lo trovate al seguente indirizzo http://www.fip.it/public/8/ComunicatiUff/11cu380.pdf
Dal filmato ho notato Le Guen, il cubano, lui si è distinto nel bene.Ha cercato subito di dividere i contendenti e ringrazio anche il giocatore del Cercola che uscito dalla panchina ha allontanato Lo Tufo per cercare di evitare danni, l'intenzione c'era, la squalifica è venuta lo stesso.
Speriamo di salire in C1 questa stagione, le condizioni ci sono tutte, prima dell'inizio del campionato non ci credevo tanto, ora ci credo. E stiamo vicino alla squadra, sia come tifosi seguendola in tanti in casa, ma anche in trasferta, sia economicamente.
Non si chiede la luna, ma si puo' sottoscrivere una tessera socio.
Parliamo della partita di domani. Si doveva giocare oggi, sabato, ma il mio buon amico Marino Iannacchero, avvocato ma anche allenatore del Solofra, ha deciso di sposarsi.
Non dico niente, il blog lo legge anche mia moglie e a lei piacciono gli sport di contatto tipo "padellata in testa a Peppino", "calcio nelle parti basse" (sempre di Peppino) etc.
Dico solo "auguri e tanta felicità ". Raccomando a tutti i giocatori del Solofra di non far sentire solo il loro allenatore, brindate alla sua salute, ma non una volta sola, tante, perché Marino lo merita.
Quando proprio non riuscite a stare in piedi potete smettere. Lo dico per Marino, solo per Marino.
Andiamo sul tecnico. Il Solofra ha quattro punti, vittoria a Battipaglia e in casa con il Nola.
Al solito da tuttobasket prendo le altre notizie: Nigro (vecchia conoscenza) ha una media punti di 13,1, Di Lauro 11,9, Capozzi 10, Napodamo 7,8, Spera 5,1, Lambiase 5, Esposito 6,3, e Pisano.
Rapporto infermeria. Ieri a riposo Gonzalez per una botta presa nell'allenamento del giovedì, speriamo bene.
Partita alle ore 19,00, al centro polivanete di Solofra. Ricordo a tutti che è l'ultima giornata del girone di andata. Il prino posto non dipenderà dal risultato di domani.

lunedì 28 novembre 2011

Nuovo filmato sull'espulsione multipla

Il filmato pubblicato ieri era da una ripresa fatta dal basso, a livello del gioco, dalla telecamera n° 1. Ora pubblico quello dalla telecamera 2, fatta dagli spalti. Vengono fatti entrambi perché anche a livello di studio della partita si riesce a vedere da due angolazioni la stessa azione.
In questo filmato si vede poco del fallo, ma chiaramente quanto accaduto dopo.

Il filmato lo si puo' vedere anche su youtube, la definizione è migliore al link http://www.youtube.com/watch?v=WYJMD7P7js0

domenica 27 novembre 2011

la trasparenza prima di tutto


Il video è di quanto è accaduto in campo. Brutto spettacolo, conseguenza a mio parere di un arbitraggio negativo e troppo permissivo. Troppe botte in campo, mai sanzionate.
Il video è pubblicato anche su youtube dove si vede meglio, con una definizione migliore al link http://youtu.be/aD-2UU9Cj44

CTR AUXILIUM Senise- Cercola 84-74

CTR AUXILIUM Senise 84

Viviano n.e., Sassano 0, Lo Tufo 9, Marchese 7, Gonzalez 14, Palazzo 22, Kos 21, Femminini 11, Ragazzo Coach Festa ass. Dimonte
Cercola 74
Fiengo 14, Cervo 4, Le Guen 15, Coppola 2, Ronca 3, Grammatico 2, Guarino 9, Torno n.e., Penne n.e., Gavino 5, Suriano 20. Coach Perrella
Parziali: 23-20, 44-38 (21-18), 66-51 (22-13), 84-74 (18-23).
Arbitri: PASTORE G. (CE) - LEGGIERO L. (CE)
Note: espulsione per reazione a Lo Tufo (Senise), Fiengo e Guarino del Cercola per tentata rissa, Marchese perché lo sa' solo l'arbitro. Gara maschia si direbbe, anzi lo direbbe uno degli arbitri che così ha affermato all'uscita, dicendo pure che il basket è uno sport di contatto (in quale manuale lo ha trovato me lo deve spiegare, il calcio è uno sport di contatto, il famoso spalle contro spalle, il basket no, l'ho perfino studiato alle medie a scuola). Per me è stata una partita di mazzate, permesse da un arbitro che non fischiava mai, e da un altro che spesso fischiava a casaccio.

sabato 26 novembre 2011

La parola al campo


Primi eravamo e primi siamo. Per continuare a restare primi, nessuna distrazione. Domani (praticamente fra qualche ora) al Palarotalupo di scena il Cercola, 6 punti in classifica, tre vittorie contro Battipaglia, Casoria e Solofra, tutte in casa.

Un roster buono, ci si aspettava di più, Suriano (15,4 punti di media), il cubano Le Guen (13,5) protagonista di primo piano della precedente stagione, Ronca (9,1), Coppola (8,5), Ciervo (7,1), Guarino (7,0), Fiengo (6,6), D'Avino (5,5). Una squadra quindi con molti giocatori, da non sottovalutare.
Incerta la presenza di Lo Tufo, influenzato, per il resto tutto ok. Coach Festa ha un compito, vincere vuol dire sicuro primo posto nel girone di andata, quindi qualificazione per la coppa di lega, traguardo finora mai raggiunto dal nostro roster.

venerdì 25 novembre 2011

Marigliano escluso dal campionato

Egoisticamente può sembrare una notizia bella, perché è inutile far finta di niente, ci avvantaggia e tanto questa esclusione.

Non lo è (una bella notizia), per vari motivi. Si vince sul campo, non sulle carte. Ma principalmente è il segno di un malessere diffuso nello sport, figlio sia della crisi economica pesante, ma ancora più diffuso nel basket, figlio anche dalle regole federali che stanno uccidendo i piccoli centri. E' esclusa Marigliano perché non ha pagato alla scadenza del 25 novembre (se non sbaglio era l'ultimo giorno pagando una sanzione) i cosiddetti parametri.
Marigliano è un paese di 30.000 abitanti, il basket ha una tradizione antica a Marigliano, ha trascorsi in serie B, in questo paese il basket è sentire comune.
Mi spiace che tanti amici, a Marigliano ho fra il pubblico tanti amici, coi quali ho sempre discusso ad alta voce, ma sempre in un ambiente sereno. Abbiamo vinto, abbiamo perso, ho trovato sempre degli amici con cui discutere prima, durante l'intervallo, dopo la partita.
Mi spiace sapere che questi amici non possono piu' seguire, e vi assicuro con quanta passione, la propria squadra del cuore.
Certo anche la sua società ha le sue colpe, se hai difficoltà a pagare i parametri non prendi fior di campioni come quelli che ci sono nel roster. Ti accontenti di fare un campionato decente, ed aspettare tempi migliori.
Link al comunicato della federazione http://www.fip.it/public/8/ComunicatiUff/11cu348.pdf

domenica 20 novembre 2011

L'abbiamo scampata bella.



Inizio dalla fine.
1 minuto, CTR Auxilium 76 - Nola 70. Bisogna stare attenti, la vittoria però è vicina. Noi sbagliamo ripetutamente, con un libero ed un tiro in area il vantaggio si riduce a 3 punti. Uno sfondo di Napolitano (lo ammetto, dubbio) e la palla torna a noi. Rimessa, palla a Lo Tufo che cerca di scappare ma gli fischiano sfondo (a centrocampo, nessun dubbio, compensazione non c'era). Mancano solo 35 secondi. Trentacinque secondi sono tanti, la partita non è ancora vinta, in più la palla è in mano loro.
Rimessa, palla a Napolitano che tira dagli 8 metri, impreciso di poco, ruota sul cerchio ma esce, e qui la ......tragedia, Montanino prende il rimbalzo, tira sbaglia ma subisce fallo. Liberi, a segno il primo (74-76), sbagliato il secondo. Rimbalzo preso da Gonzalez, palla a Palazzo e subito palla a Lo Tufo che con un paio di serpentine supera il centrocampo, doppia marcatura su di lui, passa la palla a Gabriel, ma se la riprende e subisce fallo (ancora non lo conoscono, fare fallo su Simone con il bonus significa prendere due punti), Victor l'eliminatore (Jack Reno nel film Nikita) è un dilettante nei confronti di Simone Lo Tufo. A segno tutti e due i liberi, 74-78. Rimessa veloce del Nola, palla a Gulemì che con un cost-to-cost va a segno subito 76-78. Rimessa, palla a Palazzo che corre sulla linea esterna. Qui gli arbitri (bravi per 39 minuti) "ce provano" (dialettale voluto), fischiano rimessa al Nola. Coach Festa chiama time-out, mancano solo quattrosecondieottodecimi. Se segnano da tre partita persa, da due supplementari.
Rimessa, palla Napolitano che cerca l'entrata ma trova un muro, si libera della palla ma non raggiunge nessuno dei suoi, va' fuori. Rimessa di Palazzo direttamente in area degli avversari dove c'è Kos che aspettava, fallo e liberi. I quaranta minuti sono finiti, ma Kos deve ancora tirare i liberi, li segna tutti e due mentre stiamo già festeggiando in campo. Nola 76 CTR Auxilium Senise 80.
Ero convinto che fosse una partita difficile, e difficile è stata. Non è stata la miglior partita quando avevamo giocata, ma gli avversari sono stati molto bravi, inizio fortissimo (siamo stati sotto di 11 punti (32-21) inizio secondo quarto, poi determinati a non mollare quando il vantaggio ha preso la nostra direzione (siamo passati da 59-56 a 59-69 in pochi attimi).
Bravi i nostri ragazzi, hanno superato anche questa prova, segno che sono compatti e si aiutano. Nella squadra campana Napolitano ha dimostrato di essere un giocatore di grande livello, ha un tiro da tre migliore di quello da due, è un giocatore che non si tira indietro nei momenti decisivi.
Un saluto anche ai dirigenti del Nola, accoglienti e sportivi, hanno accolto la sconfitta in maniera signorile, sconfitta maturata negli ultimi secondi e vi assicuro, se il risultato fosse stato opposto non avrebbero rubato nulla. Siamo primi in classifica, sempre con il Marigliano, che ha vinto a Cercola di 14 (che aspettiamo domenica a Senise), un distacco sembra maturato solo nell'ultima fase di gioco.
P.S. Per ora pubblico solo il post, vedo di pubblicare l'ultimo minuto della partita, da noi ripresa in maniera amatoriale. Se ci sono errori perdonatemi, durante il caricamento del filmato non posso fare modifiche.

CAP NOLA-CTR AUXILIUM Senise 76-80


CAP NOLA: 76

Alfano 6, Di Palma n.e., Ferrara n.e., Montanino 12, Caccavale n.e., Esposito 12, Santella 0, Napolitano 18, Riccio 10, Gulemì 7, Nunziada n.e., Caporaso 7. Coach Ferrara
CTR AUXILIUM Senise: 80
Viviano n.e., Sassano n.e., Lo Tufo 17, Marchese 7, Gonzalez 13, Palazzo 6, Kos 27, Ragazzo n.e., Pennella n.e., Femminini 10. Coach Festa, ass. Di Monte
Parziali: 24-16, 39-37 (15-21), 56-56 (17-19), 76-80 (20-24)
Arbitri: BISESTO F. (BN) - CACCONE C. (BN)
Note: pubblico 50, tecnico a Gonzalez primo quarto.

sabato 19 novembre 2011

vittoria Cap Nola- CTR AUXILIUM Senise 76-80

Perché nessuno accetta le mie proposte?


Oggi si gioca a Nola, contro il CAP (credo Centro Avviamento Pallacanestro). Avevo proposto ai membri della mia famiglia di partire in mattinata, per fare una visita al Centro Commerciale "Vesuvio buono": natale si avvicina. Non mi hanno preso in considerazione (come al solito), nemmeno una risposta. Almeno se mi rispondevano "NO", potevo ribattere, chiedere perché. Niente, solo uno sguardo tra gli altri 3 componenti a dire "il solito".

Mi piace andare nei centri commerciali, anche se poi proprio perché trovi di tutto, non compro niente (o quasi, l'estratto conto della mia carta di credito mi sbugiarda).
Parliamo della partita, situazione infermeria: vuota. Mancherà solo uno dei supporter di lunga data e facile presenza, mio figlio Ignazio che ha iniziato a fare lezioni di inglese, cercherò di farle spostare dal sabato, è l'unico che dà piena soddisfazione al presidente Totaro che "amorevolmente" ci prepara dei panini lunghi 30 centimetri. Nella precedente trasferta addirittura mezza collura a testa.
Ritorniamo alla partita. Il CAP Nola ha solo quattro punti, ma questo è un campionato molto equilibrato, quindi non esistono (o quasi) partite scontate. Aveva iniziato bene, vincendo nel secondo turno in casa con il Casoria e nel terzo sempre in casa con il Cercola. Poi cinque sconfitte, l'ultima in casa del Marigliano. Nelle sue fila c'è quello che credo sia il piu' alto giocatore del campionato Montanino, Napolitano (credo il Napolitano ex capitano del Marigliano, 18,5 punti di media), Caporaso (che non conosco), Gulemì (ex Arzano, negli anni degli scontri al vertice Senise-Arzano, di origini lucane, credo San Costantino Albanese), giocatori esperti di questa categoria.
Al solito, se giochiamo con raziocinio, se non ci montiamo la testa, qualunque risultato è possibile.

martedì 15 novembre 2011

U19 Senise-Melfi


Secondo incontro questa sera (ore 20,00) per la nostra under 19. Dopo la sconfitta nel turno iniziale con una delle favorite alla vittoria finale, il Nuovo Basket "b" (92-73), i ragazzi di Dino Di Monte cercano i primi due punti in classifica.

Cenate in anticipo, e alle otto tutti al Palarotalupo, incitiamo i nostri ragazzi.

Vittoria tranquilla

Non doveva essere la partita più pericolosa della stagione, e i pronostici sono stati rispettati. Vittoria di larga misura, partita giocata in maniera seria.

Il primo quarto un po' tribolato, con il sorpasso del Battipaglia (19-21) quando mancava poco alla fine del quarto, ma allo scadere nuovamente vantaggio del CTR Auxilium.
Poi a partire dal secondo quarto la differenza tecnica e di esperienza si è vista, il vantaggio si è allungato sempre di più, 23 alla fine del secondo quarto, 30 al terzo fino al 41 finale.
Il Battipaglia è una squadra di ragazzi, tutti del 93 o 94. A parte il play La Sala che nei primi due quarti ha segnato 19 punti (score finale), ho visto buoni giocatori, ma nessuno promettente come alcuni ragazzi della Pielle Matera o della Partenope dello scorso anno.
Hanno avuto spazio durante la partita anche in nostri ragazzi, tutti e tre, durante la partita, non solo quando il risultato era già in cassaforte. Bravi, ma mi aspetto di più, molto di più.
Kos ha fatto ben 35 punti, ispirato al tiro ha sbagliato poco. Gli mando una sfida personale, sabato a Nola fai lo stesso?

domenica 13 novembre 2011

CTR AUXILIUM Senise- BATTIPAGLIA 94-53

CTR AUXILIUM 94

Viviano 0, Sassano 2, Lo Tufo2, Marchese 12, Gonzalez 25, Palazzo 5, Kos 35, Ragazzo F. 1, Gazzaneo 2, Femminini 10. Coach Festa, vice di Monte
Battipaglia 53
Iacovazzo 2, La Sala 19, Memoli 2, Santoro 2, Mirra 5, Ciravolo, Misivocchia, Ambrosano 12, Marotta, Fereoli 11. Coach di Donato
Parziali: 22-21, 54-31 (32-10), 74-44 (20-13), 94-53 (20-9)
Arbitri: Palmieri di Caserta e Coppola di Maddaloni
Note: pubblico 250, tecnico a Lo Tufo (Senise) + contemporaneo alle panchine di Senise e Battipaglia.

sabato 12 novembre 2011

Testa-coda

Una sola volta sono incappato in un testa-coda, ma un vero testa coda, per fortuna senza conseguenze, con una macchina ed è un'esperienza che non auguro a nessuno.

Il testa coda di domenica invece è il benvenuto, è il segno di una stagione positiva che speriamo continuo su questo trend.
Confesso, del Basket Battipaglia non so' nulla, è una squadra di giovani, lo scorso anno era in serie C nazionale, quindi nel sorteggio dei girone era nella prima fascia.
Vi ripeto in ordine classifica marcatori di Tuttobasket.net i suoi atleti: La Sala (m.p. 14,6), Viscido (8), Menduto (13,7), Ambrosano 5,4, Fereoli (7,2), Memoli (3,7), Santoro (4,2), Mirra (3,7). L'allenatore è Di Donato. Il Basket Battipaglia ha segnato in 7 partite 406 (media 58), 578 (media 82).
Il nostro roster 497 (media 71) subiti, 551 (media 78) segnati.
I numeri dicono che siamo favoriti, e, non nascondiamoci, siamo favoriti, però spero che i ragazzi di coach Festa non prendano sottogamba e con sufficienza la partita, non dimentichiamo che il Casaurea è ultimo in classifica, ma vincere a Casaroia è stata un'impresa.

domenica 6 novembre 2011

Inizia il campionato under 19

Inizia domani il campionato regionale under 19. Prima partita in trasferta, a Potenza, contro il Nuovo Basket Potenza B (ore 17,00 struttura di via Roma). La compagine potentina partecipa con due squadre, una delle due doveva partecipare al campionato d'eccelenza campano, ma credo che sia stata scartata all'ultimo momento.

Responsabile tecnico della nostra under è Dino Di Monte, anche vice della squadra senior. In bocca al lupo, a partire da domani.

Tutto bene? Si, grazie, tutto bene.

Premessa

Negli spogliatoi tutti i ragazzi e coach Festa hanno manifestato la volontà di dedicare la vittoria a Giuseppe (Peppino) Ragazzo, padre dei nostri atleti Filippo e Donato (che è ns. tesserato, non gioca perché al nord per lavoro).
Appena la sirena è suonata, i ragazzi ed il coach mi hanno quasi aggredito per ricordarmelo.
La vittoria, una bella vittoria, è la dedica che questo roster ha voluto fare ad un uomo che è sempre stato vicino alla nostra squadra, ad un uomo di una grande bontà, pacato, che farà parte sempre di questa squadra. Filippo ha voluto partecipare a questa trasferta, ne siamo stati felici tutti, certi momenti è meglio trascorrerli insieme a chi ti vuol bene che nella solitudine che porta tristezza. Certamente Peppino avrebbe voluto così.

Inizio della partita spumeggiante, subito in vantaggio 9 a due, Palazzo che ruba palloni, Kos che segna ad occhi chiusi. Unico neo, non da poco, Marchese ha voluto essere presente, ma stava molto male, febbricitante. E per fortuna era presente, già nel primo quarto il play Lo Tufo ha fatto 3 falli, quindi precauzionalmente in panchina, Marchese in campo.
La partita, tutta, ha avuto questo leitmotiv, prendevamo una decina di punti
di vantaggio, il Casavatore con l'anima si avvicinava. Questo fino a pochi minuti (c'è stato anche un sorpasso, ma è durato poco), quando poi l'esperienza e la freddezza dei nostri ragazzi ha portato il vantaggio finale a 10 punti.
Nella squadra di coach Iuliano (ex giocatore di Matera e Monte di Procida, grande prestazione nella bella di due anni fa' la sua, nella foto in alto, nell'altra per par condicio il nostro coach Festa che "spia" il roster avversario) in evidenza un super Scola, autore di 28 punti, rimbalzi, penetrazioni. Hanno combattuto sempre, la partita è stata maschia (da tutte e due le parti) ma senza cattiveria.
Bravo coach Festa, ottima la prestazione di Lo Tufo (che ha passato parecchio tempo in panchina per falli), un Rocco Palazzo tornato ai suoi livelli, Kos e Gonzalez ormai certezze dal rendimento costante, Femminini un po' impreciso ma sempre una torre. Un bravo allo stoico Marchese, ma anche ai due ragazzi che hanno giocato, Sassano e Gazzaneo.
In attesa del risultato di Marigliano, ci godiamo il primo posto insieme al Mugnano (fino alla fine del campionato vi ricorderò che nel primo incontro, quando abbiamo vinto, in tribuna ho sentito che abbiamo vinto, bella partita ma contro una squadra scarsa, alla faccia com'è scarsa!!).
Come al solito l'accoglienza della dirigenza del Casavatore è stata da grandi signori, lo sapevamo, è sempre così.
Complimenti agli arbitri, pochi errori.

CASAVATORE - C.T.R. AUXILIUM SENISE 76 - 86 tabellini


CASAVATORE: 76
Ponds 12, De Masi 3, Maglione n.e., Materazzo 10, Annunziata, Aprea 13, Scocco 2, Scola 28, Lini n.e., Esposito 8, Caporusso n.e., Ermini n.e.. Coach. Iuliano
C.T.R. - AUXILIUM SENISE: 86
Pennella n.e., Sassano, Lo Tufo 21, Marchese 5, Gonzalez 17, Palazzo 13, Kos 19, Ragazzo F. n.e., Femminini 11. All. Festa Aiuto All. Di Monte
Arbitri: Santopietro di di Battipaglia (SA) e Pellegrino di Giffoni (SA)
Parziali: 22-29, 19-20 (41-48), 21-19 (62-68), 14-18 (76-86)

Note: uscito per 5 falli Aprea (Casavatore), tecnico al Casavatore.

sabato 5 novembre 2011

mercoledì 2 novembre 2011

Un giorno triste, un giorno di lutto

Un brutto risveglio questa mattina, il presidente Totaro mi ha chiamato per comunicarmi la morte di Giuseppe Ragazzo, padre dei nostri atleti Filippo e Donato.

Ha lottato contro una brutta malattia, ha lottato tanto e con tanta serenità, questa notte ha smesso di soffrire. Giuseppe era, anzi è, una figura storica per la nostra società, è stato presente dal primo campionato, accompagnando i figli, seguendo con tanta pazienza tutti gli allenamenti. Mi mancheranno le chiacchierate pacate, prima e dopo la partita, il suo modo di stemperare sempre, la sua capacità di farti sbollire l'animo acceso . Ero un uomo dolce, riservato e sempre pacato, grande appassionato anche da giovane di questo sport. E queste chiacchierate mancheranno a molti di noi tesserati, a molti dei nostri tifosi, perché dopo tutti questi anni, sempre in tribuna a seguire i suoi due gemelli, è diventato uno di noi. Donato e Filippo, insieme o, quando motivi di studio o di lavoro li separavano, hanno sempre parte del nostro roster, ripeto da quando questa società è stata fondata. Un abbraccio grande da parte mia, del presidente Totaro, degli altri dirigenti, dai tifosi, dalla comunità senisese alla moglie, a Filippo, a Donato, a tutta la sua famiglia.

I funerali si svolgeranno domani (03/11/2011) ore 15,00 alla cattedrale di Tursi.

martedì 1 novembre 2011

Che bello


Iniziamo subito con la nota dolente della partita di domenica. Specialmente all'inizio troppo, davvero troppo nervosismo. Oltretutto nervosismo ingiustificato.
E' un bel gruppo, non ho mai da quando seguo questa squadra visto tanto altruismo, anzie mettiamola così, tanta poco egoismo in campo. Vogliamo innervosirci perché iniziamo male una partita? Non mi sembra il caso, anche perché siamo una squadra diesel, iniziamo male sempre, i nostri cinque minuti di gioco sensa senso li abbiamo sempre. Però poi abbiamo i nostri 10 minuti che qualunque squadra deve temere, dove difendiamo quasi annullando gli avversari, e attacchiamo in maniera determinata.
Che bello è il titolo di questo post. Che bello, non solo per la vittoria, che bello perché il pubblico sta tornando ad affollare il Palarotalupo. Saranno i risultati, anche, ma penso che la voce di una bella squadra, una squadra che ha una caratteristica che negli ultimi anni è mancata, quella del gruppo, si stia spargendo per il paese. E ho visto sulla gradinata amici che ultimamente disertavano le partite.
Ai ragazzi e coach Festa quindi il compito di continuare su questa strada, arriveranno anche sconfitte, ma se lo spirito resta questo a seguire il CTR AUXILIUM sarà un pubblico numeroso e coinvolto.
Voglio anche segnalare le belle parole di uno dei tifosi della Meomartini (o dirigente, non sò) venuto a Senise per seguire la sua squadra del cuore, parole scritte in un commento del forum di Tuttobasket.net. Ha avuto parole buone per la squadra, per l'accoglienza, anche per i senisesi, che li hanno aiutati nelle manovre con l'autobus. Grazie davvero, condivido le parole con le quali ha concluso il commento "In generale è cmq un bene quando si combatte in campo (e se le sono date!) ma poi fuori ci si da la mano e ci si saluta.....le scene post partita erano palazzo e gabriel a giocare con tipaldi.....il loro presidente che ci accoglie in maniera eccelsa....e persino i paesani che aiutano il pulman a fare manovre nei vicoli....." . Parole, quelle della prima parte naturalmente, che condivido pienamente, le successive sono dei complimenti, possiamo solo ringraziare.
Basta Chiacchiere, ora parliamo della partita.
Inizio terribile, prima 9-4 per il Meomartini, poi sull 8-9 tecnico a Gonzalez per proteste, forse un po' troppo frettoloso da parte della coppia arbitrale. Il tecnico ci costa 4 punti, un libero realizzato più un canestro da tre. Finalmente cominciamo a produrre basket, a poco a poco il distacco si riduce, poco prima della fine del quarto passiamo avanti, 24-23, ma una tripla di Spada sulla sirena ci riporta sotto, 24-26.
Inizio del secondo quarto tutto di marca CTR AUXILIUM, parziale di 8 a zero, coach Tipaldi del Meomartini cerca di indirizzare i suoi chiamando Time out, ma il pallino del gioco è nelle nostre mani, al riposo si entra negli spogliatoi con 10 punti di vantaggio, CTR AUXILIUM 50- Meomartini 40.
Sempre combattuti i successivi due quarti, con Gallaro, Accettola e Romano che mostrano tutta la loro bravura. Finisce 85-73, con una tripla di Accettola, top scorer della giornata e che continua a essere il miglio rmarcatore del girone.
Si è visto anche del basket spettacolo, la coppia Femminini Gonzalez ha davvero dominato sotto le plancie, ma bravi davvero tutti.
Primi a 10 punti, insieme al Marigliano ed al Mugnano, sabato si và a Casavatore, partita difficile, ma non impossibile.

domenica 30 ottobre 2011

CTR AUXILIUM Senise-Meomartini BN 85-73

CTR AUXILIUM Senise 85

Viviano n.e., Sassano n.e., Lo Tufo 11, Marchese 11, Gonzalez 19, Palazzo 10, Kos 17, Ragazzo 2, Pennella 0, Femminini 15. Coach Festa
Meomartini Benevento 73
Tulimiero 0, Liucci 3, Spada 8, Gallaro 23, Ricciardi 0, Accettola 24, Panella 0, Meoli C. n.e., Meoli L. n.e., Romano 15. Coach Tipaldi
Arbitri: SAVIGNANO C. (AV) - AMPOLLINO M. (AV)
Parziali: 24-26, 50-40 (26-14), 67-50 (17-10), 85-73 (18-23).
Note: nessuno uscito per 5 falli. Tecnico dopo 2 minuti a Gonzalez. Pubblico numeroso, 250-300 spettatori.

sabato 29 ottobre 2011

Meomartini, quante sfide


La prima partita che ricordo con il Meomartini, è stata quella dei quarti di finale della stagione 2006/7. Fu' organizzato un Pullman, la partita andò male ma fu una bella giornata.

Ricordo ancora, ed è un bel ricordo, il viaggio di ritorno, i cori dei nostri tifosi, gioiosi nonostante la sconfitta e che incitavano a non lasciarsi andare, il giovedì potevamo rifarci a Senise.
Chi è rimasto di quella squadra? Festa e Di Monte, allora protagonisti in campo, ora allenatore e aiuto, e fra i giocatori solo Sassano. Anche nel Meomartini qualche "sopravvisuto" c'è, prima di tutto il bravo allenatore Tipaldi, che su quella panchina c'era e ci è rimasto per tutti questi anni, Liucci il play (credo tornato quest'anno) e il pivot Romano.
Non è un caso che nella foto ci sia Gonzalez, che alcune stagioni fa' ha giocato con il Meomartini.
Ha solo quattro punti il Meomartini, frutto della vittoria nella prima partita, dove ha strapazzato il Solofra vincendo 95 a 49 e di quella inaspettata ma meritata con il Marigliano, una vittoria di un punto, importante non solo per il Meomartini ma anche per noi.
Nelle sue file giocano giocatori importanti come quelli già citati, ma anche i due bomber (scusate il gergo calcistico) Accettola, miglior marcatore del girone con una media di 23, 2 punti a partita, e Gallaro (17,2).
Partita da non prendere sottogamba, oltre a ottimi giocatori ha una notevole organizzazione di squadra, e non poteva essere altrimenti considerando la qualità del coach.
Nella nostra squadra, come sempre notizie buone e cattive. Buona il recupero, con le precauzioni dovute, di Simone Lo Tufo, negativa lo stop di Sassano in allenamento per un leggero infortunio nell'allenamento di martedì.
Domenica ore 18,00 Palarotalupo pieno. E' l'unica previsione che faccio e sono sicuro di ritirare la vincita della scommessa.

lunedì 24 ottobre 2011

E' solo una collina, ma siamo in vetta

Prima di parlare della partita voglio parlare degli anticipi di sabato. Uno è stata una sorpresa, il Marigliano è stato sconfitto a Benevento dal Meomartini, di un solo punto, ma ha perso.
Questo, secondo un assiduo lettore di questo blog, ridimensionava la ns. squadra.
Si ridimensiona una squadra nata per ammazzare il campionato, non la nostra nata per un tranquillo campionato. Non ci nascondiamo, l'appetito è venuto mangiando, con la vittoria di ieri siamo di nuova in testa, insieme oltre al Marigliano (squadra costruita per ammazzare il campionato) al Mugnano, che dopo aver perso il primo incontro, a Senise, ha inanellato quattro vittorie di fila, a dispetto di tutti quelli che dicevano che era una squadra "scarsa". Facile profeta, avevo detto che era una dei migliori roster, ben equilibrato, e con una punta come Fiore che i campionati li fa' vincere.
E' stata una sorpresa la sconfitta del Marigliano, ma a Benevento è sempre difficile vincere, il loro storico allenatore Tipaldi è molto bravo, riesce sempre ad adattarre il gioco agli atleti che ha.
Ricordo più sconfitte che vittorie con il Meomartini, anche quando il ns. roster era di prima qualità.
Torniamo alla partita. Giocare con l'ultima in classifica non è facile. Il Casaurea in settimana ha cambiato l'allenatore, Roberto Lanzano il nuovo coach che ricorderete ha guidato il Giugliano promosso alcuni abbi fa'.
Un roster con molti nomi di spicco, però a zero punti. Un Palazzetto enorme, si puo' giocare la serie A, a sedere ci vanno 3000 persone, non dimentichiamo che Casoria ha 70.000 abitanti, più del nostro capoluogo di regione.
Si inizia, dopo un 2-2 iniziale, con un gioco pulito, buona difesa e blocchi ben fatti, con un parziale di 13-0 andiamo sul 15-2. Un Kos implacabile che usciva dai blocchi e puniva gli avversari.
Comincia lo show di Caiazzo, che il nuovo coach lo conosce bene avendo fatto parte di quel Giugliano.
Da tre è implacabile, complice anche qualche nostra disattenzione, un parziale di 15 a uno per il Casaurea e c'è il sorpasso, 17-16. Un po' di orgoglio ed il quarto finisce 23 a 17.
Si riprende, punto su punto, si segna poco, il quarto finisce 29 -33, il nostro vantaggio si è ridotto di 2 punti. Tutti negli spogliatoi.
Inizio simile al secondo quarto, si segna pochissimo, a singhiozzo, segnano loro, segnamo noi. C'è il primo sorpasso, 40 a 38, con due liberi pareggiamo prima del suono della sirena.
Coach Festa in panchina arrabbiatissimo, cerca di dare una svolta, cerca di motivare i nostri ragazzi, comincia a far riscaldare Lo Tufo che non era ancora entrato. Secondo (e ultimo vantaggio) per la squadra campana, 42-40. Inizia lo show, difesa fortissima, palle rubate e determinazione in attacco.
Un attimo (o almeno così mi è sembrato) e siamo sul 59 43 (parziale 19 a 1), per poi continuare nel solco tracciato prima. Finisce 52 a 71 (sul mio taccuino 50 a 71, mistero), missione compiuta.
A proposito, non è stato necessario rischiare Lo Tufo. Per ringraziare i compagni penso che debba fargli assaggiare (anche ai dirigenti) i dolcini di Praia a Mare. E non ditelo a mia moglie, altrimenti mi devo sentire il suo solito "sempre a magna' pensi".

Casaurea - CTR AUXIULIM Senise 52-71

CASAUREA: 52
Moretti 6, Cortese 4, Zonda 7, Di Girolamo 3, D'Orsi n.e., Di Guida 2, Caiazzo 16, Maisto 2, Di Febbraio P. 12, Bologna n.e., Poziello n.e., Di Febbraio D. All. Lanzano.

AUXILIUM CTR SENISE: 71
Viviano n.e., Sassano, Lo Tufo n.e., Marchese 8, Gonzalez 17, Palazzo 16, Kos 24, Pennella, Ragazzo, Femminini 6. All. Festa.
ARBITRI: Faiella di Nocera Inferiore (Sa) e Sabatino di Salerno.
PARZIALI: 17-23; 29-33 (12-10); 40-40 (11-7), 52-71 (12-31).
NOTE: Uscito per cinque falli: Cortese.

domenica 23 ottobre 2011

sabato 22 ottobre 2011

Mi verrebbe da chiamarlo posticipo


Domani la quinta giornata del campionato di serie C regionale Campano (e Lucano). Il titolo del post è motivato (in stile burocratese) dalla quasi totalità degli incontri giocati in anticipo. Ben quattro su sei partite in totale. Nella serata di domenica, giochiamo solo noi a Casoria ed il Santa Maria a Vico a Battipaglia.
Incontro di domenica quindi con il Casaurea, attualmente fanalino di coda con zero punti, avendo perso in casa con il Savoia (63-50) e Marigliano (53-88), fuori casa a Nola (77-62) e Cercola (95-68).
Partita facile? Vedendo alcuni giocatori del roster non direi, tutte vecchie conoscenze, come Moretti, ex Giuliano, Capua, Stabia, Caiazzo, lo scorso anno a Scafati, alcuni anni fa' a Giugliano come il pivot Di Febbraio, Zonda, Mugnano ma prima Giugliano (il Giugliano della promozione in C1), o il nuovo arrivato Di Guida, che ha esordito con 16 punti.
Strano vederla a zero punti, con tutti questi giocatori "navigati" in questa categoria. Andiamo a giocarci la nostrra partita, la seconda trasferta consecutiva, per difendere il secondo posto. Parlare di riscatto dopo la sconfitta di Marigliano non ha senso, il Marigliano è una squadra fuori classifica.
Lo Tufo ci sarà, ancora non del tutto guarito dal problema muscolare, non si è allenato nella settimana. Forza ragazzi!

domenica 16 ottobre 2011

Un grande Marigliano


Qualcuno da un mio commento ha capito che abbiamo perso per colpa degli arbitri. Niente di più falso, abbiamo perso perché abbiamo giocato contro una squadra di livello superiore, anche superiore al Benevento di Patrizio che dominò il precedente campionato.
Gli arbitri sono stati penosi, hanno dato 3 falli tecnici, due alla panchina ed uno a Gonzalez, tutti per proteste. Se l'ultimo, il secondo poteva esserci, i primi due assurdi. Il primo perché in panchina si agitavano, nemmeno pre proteste, dopo 4 minuiti. L'azione ci è costata 7 punti, cinque al Marigliano, due alla ns. squadra, perché ad un fallo nettissimo non dato a noi, l'agitazione in panchina, il tecnico, i due liberi realizzati, e sulla rimessa un tiro da tre.
Andiamo con ordine. Inizio disastroso, otto a zero per il Marigliano. Coach Festa costretto a chiamere time out quasi mmediatamente. I ragazzi comprendono, ed il risultato si ribalta, 9 a 8 per il CTR Auxilium, poi quei cinque punti del Marigliano x il tecnico li riporta sù.
Il quintetto iniziale era Palazzo, Marchese, Kos, Femminini Gonzalez. Lo Tufo in panchina, ha un dolore muscolare e non si è allenato. Entra in campo, e riesce, seppure non al meglio, a limitare quella mina vagante che è Di Napoli. E riesce a farsi sentire con entrate e fallo subito, una delle sue specialità.
Il quarto finisce con un solo punto di vantaggio del Marigliano, dopo che siamo stati in vantaggio (20-23). Il secondo quarto inizio alla grande, ci riprendiamo il vantaggio, 27 Senise, 24 marigliamo. Poi black out, un parziale di 13 a zero, 9 dei quali con triple (37-27). Si va avanti con uno svantaggio sempre in limiti consentiti, al secondo tecnico eravamo 39 Marigliano, 34 Senise. Tecnico perché Gonzalez ha protestato per un fallo subito e non sanzionato. Premesso, Gonzalez è stato bersagliato dall'inizio dall'arbitro Ferrara per passi, quando fà quel movimento che ormai non conosciamo sotto canestro per poi tirare. Chiedo alla federazione di far fare urgentemente un corso su tale argomento, perché in qualunque disciplina un arbitro che penalizza un gesto tecnico di ottima fattura, è un attentato all'intero movimento, è un attentato a quello che istruttori di basket e di giovanili con passione trasmettono ai loro allievi. E non è finita, in uno scontro davvero fortuito (a palla lontana) con uno dei lunghi del Marigliano, nonastante ha chiesto di interrompere il gioco per tamponare il labbro colpito, gli arbitri hanno continuato a far proseguire il gioco, interrotto dopo un bel po', dopo varie azioni. E la federazione spieghi anche a questi due arbitri che se un giocatore sanguina (Forino del Marigliano) il gioco và interrotto subito, per permettere le cure del caso. Lo ha fatto Kos, non gli arbitri.
Questa volta il danno da un punto di vista numerico è stato minore, un solo libero realizzato, nessuna tripla successiva. Lo Tufo (meno di un quarto) non c'è la fà più, chiede il cambio, non è in grado di rientrare. Meno di un quarto giocato, tante cose belle fatte vedere, speriamo recuperi subito, è difficile fare a meno di lui.
Siamo in partita ancora, 45-38, poi 48 -39, poi a poco a poco, il vantaggio si dilata fino al 56 a 41, con una tripla di Di Napoli fatta sfruttando solo 5 secondi residui di gioco.
Un terzo quarto giocato nuovamente alla pari, ma non sufficente a ridurre il distacco, l'ultimo quarto è giocato con serie di punti del Marigliano, alle quale facevano seguito una serie del Senise. Il distacco finale è di 21 punti, superiore di tre a quello che il Marigliano prese in casa loro dalla nostra squadra. Poi a vincere le semifinali sonoo stati loro, che sia un buon presagio?
Non parlo seriamente, il Marigliano è davvero forte, ha una panchina piu' lunga della nostra, è puo' teoricamente solo migliorare, con Mallon, italo argentino di 207 cm (mi è sembrato piu' alto), uno che in tre campionati fatti in Italia, ha centrato tre promozioni, e con uno slavo dal nome difficile che ancora non è tesserato, lo sarà fra poco, si dice un gran bene ed è ancora under.
Una considerazione, non ricordo nessuna partita (a parte quella casalnga contro Il Monte dii Procida dello scorso anno, ma ci era voluto un tempo supplementare) che abbiamo preso più di 100 punti. Però segnare fuori casa 88 punti non è poco. Segno che le due difese ieri erano in vacanza.
Il tiro da tre, ben 16 su 30 in casa Marigliano, con alcune punte incredibili, come il 5 su 7 di Di Napoli o il 3 su 3 di Francesco Forino. Le nostre percentuali molto piu' basse.
Bravi i nostri ragazzi per due motivi, uno perché si sono impegnati fino all'ultimo secondo di gara, l'altro perché hanno saputo mantenere i nervi saldi (non capite male, la squadra avversaria ed il pubblico si sono comportati bene, come sempre a Marigliano).
Domenica a Casoria, ogni partita fà storia a se.
Un bravissimo a Gabriel Gonzalez ha segnato (26 punti, con un 11 su 13 da due, ottimo), ha preso 16 rimbalzi, è stato 39 minuti in campo, stremato alla fine.
E vorrei sottolinenare che a referto sono andati tutti e dieci i nostri giocatori, anche Viviano il più piccolo della compagnia.

Marigliano-CTR Auxilium Senise 109 - 88

MARIGLIANO 109
Sabatino 2, Nastri 3, Giannetti 15, Forino 9, Di Napoli 36, Izzo 15, Galateo 0, Dello Russo 12, Lombardo n.e., Febo 17, Mallon n.e. Coach Ciaravolo
CTR Auxilium Senise: 88
Viviano 0, Sassano 3, Lo Tufo 7, Marchese 12, Gonzalez 26, Palazzo 10, Kos 21, Ragazzo 0, Gazzaneo 0, Femminini 9. Coach Festa, aiuto Di Monte
Parziali: 24-23, 56-41 (32-18), 77-62 (21-21), 109-88 (32-26)
Note: tre falli tecnici, tutti al Senise, due alla panchina, uno a Gonzalez, tutti per proteste, il primo dopo solo 4 minuti di giocho. Nessuno uscito per 5 falli. Pubblico circa 100.
Arbitri: Ferrara e Tammaro di Avellino
I tabellini sono stati controllati con il video della partita, e i 3 punti mancanti erano un tiro da tre di Di Napoli.

sabato 15 ottobre 2011

Big match

Siamo solo alla quarta giornata (ma come li fanno sti calendari) è gia big match. E' vero, ogni stagione fà storia a sé (cosa nemmeno tanto vera, alla fine le protagoniste sono sempre quelle) ma incontrare il Marigliano, squadra che ci ha eliminato in semifinale (ancora non ci riesco a credere per come è maturata la sconfitta) già al quarto turno mi sembra una scelta infelice.
Chi vince questa sera (palla al centro alle ore 18,30) resta sola in classifica. Chissa, forse il "dente" è meglio tirarlo alle prime carie, che non inutili (e costose) otturazioni per poi finire inevitabilmente con l'estrazione. Chissà perché mi è venuto proprio questo paragone, forse perché ho dovuto prendere l'antibiotico x due settimane per un ascesso?
Lo ricordate il Marigliano dello scorso anno, quella ottima squadra ma tutto sommato dello stesso livello del nostro roster, quella squadra che nella girone qualificazione abbiamo battuto sia a casa loro (però c'era una grande attenuante, una squadra costruita su Barker, senza Barker) e poi in casa? La stessa che ci dato una lezione di basket a Marigliano nei play.off, per poi essere ricambiata a Senise? La squadra ormai eliminata a due minuti dalla fine che però non si è data vinta e che a pochi secondi dalla fine ci ha (meritatamente) estromessi dalla finale?
Beh, dimenticatela, questa è molto più forte. Hanno costruito un roster stellare, con ingressi di primo livello, tipo Di Napoli, da tutti considerato un play di categorie superiori (plurale voluto, non è un errore), Mallon argentino di 207 cm. proveniente con vittoria del campionato da Taranto, Francesco Forino, vecchia conoscenza, artefici lo scorso anno della promozione dell'Agropoli del nostro Enzo Maria (in bocca al lupo per la partita di Potenza) in B2, Nastri che sinceramente non conosco ma che ne parlano benissimo, piu' i reduci della passata stagione. Hanno perso la nostra "bestia nera" Emanuele Bonanno, ora al Cala Moresca, che nonostante le tante delusioni he ci ha dato, lo apprezzo tantissimo non solo come giocatore.
Andiamo giusto per timbrare il cartellino? No, andiamo per misurare l'attuale forza della squadra. Domenica con il Savoia è stata una partita strana, forse dopo quel secondo quarto perfetto, ci siamo cullati troppo e perso la concentrazione. Concentrazione che non è mancata a Lo Tufo, autore nell'ultimo quarto di 12 punti, tutti su liberi e con una media alla Oscar (indimenticato giocatore della scudettata Juve Caserta), 12 liberi realizzati su 13 tirati.
Sono curioso anche di vedere Gonzalez contro una torre come Mallon, ho passato una settimana a sentire i tifosi che incontravo che mi decantavano le lodi di Gabriel. Bella partita la sua, intensa per 4 quarti.
Non abbiamo niente da perdere, quindi la tranquillità è dalla nostra parte. Forza coach Festa.

martedì 11 ottobre 2011

Servizio su Lucania TV


Servizio di Rocco Sole su www.Lucaniatv.it Per seguire dal sito (qualità migliore) cliccate sul link

domenica 9 ottobre 2011

CTR AUXILIUM Senise- SAVOIA 74-68

CTR AUXILIUM Senise 74
Viviano n.e., Sassano 0, Lo Tufo 17, Marchese 17, Gonzalez 20, Palazzo 5, Kos 7, Pennella 0, Gazzaneo 0, Ragazzo F. 0,Femminini 8. Coach Festa, aiuto Di Monte.
SAVOIA 68
Tufano 6, Iodice 0, Di Giorgio 0, Di Luise 0, Di Maria 2, Salvatore 27, Santoro 0, Colletto n.e., Pollinaro 22, Carrozzo 11. Coach Annunziata
Arbitri : Cappelluzzo e Melillo di Benevento
Parziali: 10-13, 32-17 (22-4), 48-46 (16-29), 74-68 (26-22).
Note: usciti per 5 falli Iodice e Carrozzo, pubblico circa 130 persone

sabato 8 ottobre 2011

Terzo incontro

Ore 18,00 Palarotalupo, domenica nove ottobre. Appuntamento da segnare in agenda e da non mancare. Terza partita di questo campionato per il CTR AUXILIUM, seconda davanti il pubblico di casa.
Di scena il Savoia, 2 punti in classifica, avendo vinto a Casoria (63-50) e perso in casa contro la strafavorita Marigliano (69-67). Un Marigliano che per motivi di tesseramento (sembra, dico sembra, da quelli che sono rumors dell'ambiente, che la chiave elettronica che certifica i tesseramenti sia stata bloccata dalla Federazione per un lodo arbitrale) sta giocando in sette, con un solo under, cosa che gli è costata non solo due vittorie striminzite e a filo di sirena, ma anche 1200 (2 x 600) Euro di multa.
Naturalmente i problemi di tesseramento, se già non risolti, lo saranno prima di domenica prossima quando a Marigliano gioca la nostra formazione.
Del Savoia si dice che sia una squadra molto aggessiva, con molti giovani e con un superlativo Salvatore, uno che ha l'abitudine di segnarci un sacco di punti.
Siamo primi in classifica a punteggio pieno, insieme al Casavatore, allenato da Iuliano, ex giocatore di Matera e Monte di Procida (chi dimentica la sua splendida partita giocata nella bella di semifinale di due anni fà), ed al Marigliano. Siamo ancora all'inizio è vero, ma le due prestazioni fatte, l'unione che ha mostrato il roster anche nei momenti di difficoltà, mi fa' ben sperare.
Domani voglio un pubblico numeroso, non ci saranno majorette, musica, ma un basket di ottimo livello.

lunedì 3 ottobre 2011

Prova di sostanza


Seconda vittoria per il CTR AUXILIUM, fuori casa, a Santa Maria a Vico. Risultato rotondo, 17 punti alla fine, si è superato anche i venti di vantaggio massimo.
Partita facile? Non direi. E' iniziata con un 5 a zero per il Santa Maria. A dire la verità non è proprio così, e vi spiego perché. Palla a due, Gonzalez conquista il pallone, alcuni passaggi e tiro da tre di Simone Lo Tufo che segna. Gli arbitri però avevano già fischiato perché il cronometro non era partito.
Giusta la decisione di annullare, niente da dire. Si inizia con una rimessa dal lato a nostro favore, ma è la squadra campana a segnare.
A poco a poco si rimonta, anche grazie all'ingresso in campo di Palazzo che rientrava dall'infortunio, e Sassano. Il primo sembra un rullo compressore (quintetto iniziale Lo Tufo, Marchese, Kos, Femminini, Gonzalez). Il quarto finisce con un leggero vantaggio del Santa Maria (13-11). L'inizio del secondo quarto vede il Santa Maria prendere un leggero vantaggio, 19 a 14. Festa chiama il Time-out e cambia sia difesa che disposizione d'attacco. Una meraviglia, giochiamo, segnamo e non subiamo. Il parziale a nostro favore è di 22-3, il quarto finisce 36-22. Ottime òe accellerate di Palazzo, implacabile Marchese con le sue triple.
Chi conosce il campo di Santa Maria sa' che ha dei canestri particolari, o il tiro è perfetto, oppure sono poche le speranze che entri, anzi i rimbalzi sono anche difficili da prendere con le posizioni normali, perché la palla sembra catapultarsi dai ferri.
Ci aspetta la rimonta nel 3 quarto. Il Santa Maria attacca a testa bassa, e forse questo invece di dannegiarci ci ha aiutato. Pià combattuto l'ultimo quarto, però il distacco era troppo elevato, e la nostra squadra attenta a non fare passi falsi.
Hanno giocato tutti, e, a parte Pennella che è anche il baby della squadra, durante le fasi calde della partita. Bravi tutti. Marcatore della serata è stato Kos, 21 punti, ha preso anche tanti rimbalzi. E' particolare Kos, inizia piano, per poi riscaldarsi e migliorare minuto dopo minuto. Che sia un diesel vecchia maniera?
Però l'azione più bella, anche se per niente spettacolare, è stata costruita da Gonzalez e finita da Femminini. Gonzalez prende un rimbalzo offensivo, ha un avversario davanti ma puo' tranquillamente dall'alto dei due metri e dispari tirare, ma porge la palla a Femminini che indisturbato segna. Perché è la più bella, perché Gonzalez non ha pensato al tabellino (sette punti, una grande partita), ma alla squadra, al compagno meglio messo in campo.
C'è da dire perà che uno dei giocatori più importanti del santa Maria a Vico, Lettieri, ha giocato solo il primo quarto, per un problema ad una caviglia rimediato nel precedente incontro contro il Marigliano.
Voglio usare questo spazio per complimentarmi con Auriemma, non solo per i punti segnati 18, ma perché l'ho visto lottare su ogni pallone. Un Guerriero alla Dino Di Monte, con parecchi centimetri in più.

domenica 2 ottobre 2011

S.Maria a Vico- CTR Auxilium Senise 53-70

S. MARIA A VICO: 53
Merola n.e., Stravino, Lettieri 5, Crisci, Moniello, Cafarelli 5, Auriemma 18, Mirotto n.e., Fucci 7, Valentino 5, Forray 13, Somma n.e.. All. Nuzzo
C.T.R. AUXILIUM SENISE: 70
Pennella, Sassano 4, Lo Tufo 2, Marchese 17, Gonzalez 7, Palazzo 7, Kos 21, Le rose, Ragazzo, Femminini 12. All.: Festa Aiuto Allenatore: Di Monte
Arbitri: Troise di Tufo (AV) e Guarino di Avellino
Parziali: 13-11, 22-36 (9-25), 33-54 (11-18), 53-70(20-16)
Note: nessuno uscito x 5 falli, pubblico 130 persone

Per ora solo il risultato: Santa Maria a Vico 53 CTR AUXILIUM Senise 70

E vaiiiiiii

martedì 27 settembre 2011

Parte il minibasket


A.S. Pallacanestro Senise
Corsi di Minibasket
Sono aperte le iscrizioni per i corsi di minibasket che avranno inizio
dal giorno 3 ottobre 2011
Le iscrizioni possono essere effettuate presso la palestra dell’I.T.G.C. Sinisgalli
zona Rotalupo di Senise, i giorni:
26 settembre dalle ore 16,30 alle ore 18,30
28 settembre dalle ore 16,30 alle ore 18,30
29 settembre dalle ore 16,30 alle ore 18,30
3 ottobre dalle ore 16,30 alle ore 18,30

Oppure telefonicamente ai seguenti numeri:
340/4238744 (wind), 320/7875388 (wind), 3283415313 (wind),
338/7636050 (wind), 347/1796846 (Vodafone)

domenica 25 settembre 2011

Vero, una rondine non fà primavera.


Una rondine non fà primavera, ma vederla ti fà pensare che l'inverno sta finendo, ti mette di buon umore.
La partita contro il Mugnano mi ha messo di buon umore, buon inizio, la stagione parte bene. Non pensate che l'avversario era una squadra debole, il contrario, tanti giocatori di ottimo livello, con un passato recente in serie superiore. Fiore ha dimostrato come sempre che nella C2 è uno dei migliori play, in passato è stato protagonista di molte impotanti partite contro il nostro roster, sia quando giocava al Pontano, che nel Monte di Procida. Filippi (maggiore realizzatore della serata con 20 punti), è un pivot di grande esperienza, Mele giocava fino allo scorso anno nel quintetto del Pontano, in C1. Non conoscevo Greco, davvero preciso da tre, Izzo è una vecchia conoscenza, ancora lo ricordo con terrore ad Arzano. Un buon quintetto, sarà tra le protagoniste della stagione.
E il nostro? Avevamo due handicap non da poco, il fantasma di Lino Magic Durante e l'assenza (speriamo solo per oggi) di superRocco Palazzo. Simone Lo Tufo è stato davvero grande (per uno degli amici che postano commenti, ma chi ti aveva detto che non era tanto bravino, se lo hai visto in campo certamente hai cambiato opinione, io questa volta non avevo nessun dubbio), inizio un pò con il freno a mano tirato, poi ha preso la squadra in mano ed è stato bravissimo.
Non voglio fare classifiche, tutti bravi, molto concentrati, voglio solo puntualizzare che in campo c'erano tre nuovi giocatori (Kos, Lo Tufo, Gonzalez), quindi la squadra ancora deve migliorare nei suoi equilibri, però la squadra c'è, compatta, quando qualcuno era in leggera difficoltà, non dimentichiamo che vengono da una preparazione che ha appesantito le gambe, gli altri si prendevano più responsabilità. Gonzalez ha festeggiato con una bella prestazione la nascita del figlio. Kos ha iniziato in sordina, per migliorare minuto dopo minuto, si vede che ha tecnica da vendere. Due soli allenamenti, e gioca così, può solo migliorare.
Un Marchese come quello del secondo quarto, implacabile da tre, è un'arma in piu' per Massimo Festa.
Bravi anche i nostri ragazzi, un bravo particolare a Sassano, che ha avuto un ottimo minutaggio, ma non per il tiro da tre che ha sapientemente insaccato, ma per la sua prova da protagonista, per la difesa, ma specialmente per le palle recuperate o intercettate, rompendo il gioco avversario.
Bravo all'allenatore, Massimo Festa, non ha mai perso la testa, nemmeno nel primo quarto quando giocavamo punto a punto, però giocavano meglio loro. Bravo anche perché ha fatto giocare i ragazzi sempre, nel secondo quarto, il nostro migliore quarto, contemporaneamente in campo Sassano e Le Rose, non solo negli ultimi tre minuti. bravi anche gli altri giovani, Pennella (gran recupero), Gazzaneo e Viviano. Hanno tante partite per fare esperienza, e con l'esperienza si migliora.
E un bravo al presidente Totaro, capace come sempre sempre (o quasi) di fare le scelte giuste e di trovare ottimi giocatori.
Stasera la partita l'ho vista nel pubblico, niente da fare mi diverto di piu', posso urlare, incitare, anche fotografare (sia su Facebook che su Picasa ho già pubbilcato le foto per vederle cliccate sul sottolineato o cliccando sullo slideshow a sinistra della pagina). E i commenti mi hanno fatto piacere, la squadra è piaciuta, niente pazzie, una squadra quadrata.
Per finire, bravi gli arbitri, Santopietro è una sicurezza, da sempre uno dei miei preferiti, strano vederlo in C2, merita la categoria superiore. Bravo anche il ragazzo, Sabatino, ragazzo nel senso di quello più giovane, ha fatto pochi errori, come prestazione la paragonereii a quella di Lo Tufo o di Fiore, aprofitti di una chioccia come Santopietro è diventerà un ottimo arbitro.
Mi accorgo di non aver parlato di Femminini, per farmi perdonare la foto del post è dedicata a lui. Chris che scappa per primo in contropiede non lo avevo mai visto. E ho detto tutto.
Io vado a dormire, non rivedo il post, segnalatemi gli errori, una mano anche da parte vs non fà male.

CTR AUXILIUM Senise- Mugnano Napoli 77-66


CTR AUXILIUM Senise 77
Viviano 0, Sassano 3, Lo Tufo 18, Marchese 13, Gonzalez 17, Pennella 0, Kos 13, Di Monte n.e., Ragazzo F., Le Rose 0, Femminini 13, Gazzaneo 0. Coach Festa.
MUGNANO NA: 66
Fiore 16, Di Donna 7, Izzo 8, Pascarelli, Ariante, Greco 7, Lamagna 2, Mele 6, Tavassi, Filippi 20. Coach Olivo.
Parziali: 19-17, 46-34 (27-17), 59-46 (13-12), 77-66 (18-20).
Arbitri: SANTOPIETRO L. (SA) - SABATINO M. (SA)
Note: nessuno uscito per 5 falli. Abbastanza numeroso il pubblico,in considerazione che era la prima giornata, circa 180 persone (all'inizio al massimo 100).

Auxilium, nuovo main sponsor

Grossa novità per questo campionato. L'Auxilium, nota azienda localemolto radicata el territoria, dopo aver supportato la nostra squadra da anni, ora diventa, affiancando il CTR (Centro Terapeutecico Riabilatativo) main sponsor dell'ASD Pallacanestro Senise.
Auxilium è una cooperativa sociale di tipo A, a mutualità prevalente e senza fini di lucro che nasce nel 1999 proponendosi di perseguire la promozione umana e l’integrazione sociale attraverso la gestione di servizi sociali, socio assistenziali, sanitari ed educativi.
Prendo dal sito http://www.coopauxilium.it/ della coperativa alcune notizie sul nostro sponsor:

Le nostre aree di attività sono in sintesi:
- interventi a livello di prevenzione, cura, riabilitazione e inserimento nell’ambito della famiglia, della scuola e dell’ambiente di lavoro con l’obiettivo di pervenire alla tutela globale della salute;

- studio e verifica dei bisogni territoriali mediante ricerche di tipo epidemiologico, Statistico e sociologico;
- interventi di consulenza nelle strutture organizzate del territorio, forniture dirette di servizi di segretariato sociale a favore delle fasce sociali più deboli;
- organizzazione ed esecuzione di corsi di formazione professionale;
- organizzazione e gestione di servizi di informazione e promozione culturale;
- gestione, diretta o in convenzione, di strutture e residenze sociali, sanitarie e socio-sanitarie per le fasce emarginate;
- gestione, diretta o in convenzione, di servizi socio-assistenziali, sanitari ed educativi.

Vi invito fortemente a fare una visita al sito, per meglio conoscere la cooperativa che ci accompagnerà in questo campionato che speriamo sia pieno di soddisfazioni.

sabato 24 settembre 2011

Meno 1, si inizia


Finalmente basket giocato, finalmente inizia il campionato.
Domani alle ore 18,00 alla palestra dell'Istituto Tecnico (palarotalupo) di scena per l'apertura di questo campionato il Mugnano di Napoli. Squadra neopromossa, dopo un solo anno di purgatorio in serie D.
Tante le novità, a partite dall'allenatore, Massimo Festa che sostituisce Dino De Angelis. Un ritorno, qui è stato giocatore (con lui abbiamo conquistato due play-off) e anche allenatore, quando prese il posto di Pierino D'Araio che ci lasciò per motivi lavorativi. Conquistò una salvezza che sembrava ormai compromnessa, il nostro primo girone Promozione disputato.
A proposito di girone, quest'anno (finalmente) è cambiato tutto. Non piu' dei gironi preliminari da otto squadre e poi a seconda della classifica, tre gironi: il Promozione (che prevedeva 1 promozione diretta, 4 ingressi ai play off, due salve e una ai play out), il Qualificazione (le prime 3 play off, due salve, tre ai play out), ed il Retrocessione (prima ai play-off, due salve, 4 ai play-out, 1 retrocessa direttamente).
La formula quest'anno prevede due gironi da 12 squadre (quindi 22 partite), poi una fase ad orologio di altre sei partite. Ogni squadra incontrerà (solo andata) le tre squadre dell'altro girone che la precedono in classifica fuori casa, quelle che la seguono in casa. Sembra difficile ma non lo è. Con un esempio si capisce meglio. Facciamo finta che arriviamo quinti dopo le ventidue partite del girone. Incontreremo in casa la sesta, la settima e l'ottava dell'altro girone in casa. La seconda, la terza e la quarta dell'altro girone fuori casa. I punti conquistati si sommerranno a quelli fatti nel girone, e si stila una classifica finale sempre per girone. Le prime otto di ogni girone si qualificano ai play-off (si parte quindi dagli ottavi di finale). Le squadre classificatesi al nono e decimo posto di ciascun girone sono ammesse ai Play Out, mentre le squadre classificatesi all’undicesimo e dodicesimo posto di ciascun girone retrocedono in Serie D Regionale.
Inutile dire che non arrivare ai play-off (sono il doppio dei precedenti campionati) è un risultato che non prendiamo nemmeno in considerazione. Ho più volte detto che questo doveva essere un campionato di attesa, piano piano gli obiettivi sono cambiati. Resta fermo quello che si vuole fare crescere i nostri ragazzi, che quindi non entraranno in campo solo per il minutino finale a giochi già fatti. Sinceramente la formula permette anche qualche distrazione, e questo permette all'allenatore anche di essere piu' tranquillo e di provare soluzioni anche con i nostri giovani.
Però pian piano l'appetito vien mangiando, il nuovo sponsor, Auxiliun a cui dedico un post che scrivo o stanotte o domani mattina, e ci troviamo un roster di primo livello.
Abbiamoo perso Durante e Marino (tutti e due a Matera), Pairone, Chahab e anche il suo sostituto per la seconda parte Bartoli. Tutti giocatori di ottimo livello. Abbiamo preso Gabriel Gonzales, pivottone argentino, una montagna, ma bravissimo tecnicamente e con un eccelente tiro anche da fuori.
Uno dei difetti maggiori della nostra squadra era la dipendenza da SuperRocco Palazzo, anche una piccola influenza era un problema grande. Avevamo altri due che in passato hanno giocato da play, Durante e Marchese, ma oramai sono delle guardie pure. E il giovane e bravissimo Pernice non aveva l'esperienza per reggere 40 minuti. Ora abbiamo rimediato, SuperRocco è sempre Superocco, ma ora è affiancato da un play di pari valore, Simone Lo Tufo, tanti anni in C1 con medie ottime, sia di minuti giocati, che di assit, che di punti. In allenamento mi ha impressionato tanto, è veloce, ha passaggio, ha un tiroo un po' strano, basso, ma entra quasi sempre. Non è un doppione di Palazzo, gioca in maniera diversa, in più sà giocare anche come guardia. Riconfermato Antonello Marchese, lo scorso anno ha giocato poco, troppi infortuni. Riconfermato Palazzo, oramai sta dimenticando perfino il dialetto "putnzese". Riconfermato Christian Femmini. Certo in tanti mi dicevano nei commenti, la squadra però è squilibrata, tanti piccoli e due superlunghi, più un lungo di casa, Filippo Ragazzo. Mancava un raccordo.
Il raccordo è stato trovato, cerca e ricerca, senza accontentarsi del nome, quello che volevamo è arrivato. Si chiama Dominik Kos, è un tre di 197 cm, croato di scuola (cestistica) triestina, avendo fatto le giovanili a Trieste, famosa come fucina di grandi giocatori, giovane, è del 1987.
Io in allenamento sono rimasto entusiasta, e non solo io, se mantiene le premesse sarà uno di quei giocatori che lascerà il segno (come Cerella, Riciotti, Sesma, e ........Durante).
Ci voleva un collante tra i due reparti, ora c'è ed è di qualità.
E non dimentichiamo i nostri ragazzi, Sassano che dopo un anno sabbatico, è tornato con tanta voglia di sfondare, Le Rose che vanta già belle partite in C2, Pennella, un ragazzo di una potenza incredibile, Antonio Viviano, che migliora giorno dopo giorno, Valerio D'Aranno, chi si dimentica la sua partita a Torre del Greco, Giuseppe Gazzaneo, un giovane rubato dal basket ad altre discipline, sono convinto che con un po' i allenamento diventerebbe campione regionale di salto in lungo o salto in alto, o il nostro piccolo gattuso Armandino Roseti. E speriamo che qualche altro a poco poco, conquisti anche la prima squadra. Il regolamento quest'anno prevede che in panchina possano sedere 12 atleti, cinque di questi devono essere under (almeno tre obbligatori), quindi piu' opportunità.
Avevo colpevomente dimenticato, forse perché oramai lo considero parte della famiglia, non della squadra, il mitico guerriero Dino Di Monte. Che dire, quest'anno ha qualche ruolo, quello di vice-allenatore senior, di coach dell'under 21 e dell'under 19, di giocatore, perché appena scende di qualche chilo la sua esperienza puo' servire non solo in allenamento, ma anche in campo.
A domani numerosi, mi raccomando.

p.s. domani sul campo verrà effettuato un minuto di silenzio. Il minuto sarà dedicato sia alla famiglia De Donato, tragicamente scomparsa (quanta gente quesa mattina ai funerali, quanta tristezza, belle le parole del nostro vescovo), sia ai tre servitori dello stato morti nelle svolgere le loro funzioni all'estero.