domenica 23 dicembre 2012

Campionati Giovanili

Come ben sapete, nell'annata sportiva 2012-2013, la Pallacanestro Senise parteciperà a due campionati giovanili, quello dell'under 19 e quello dell'under 15.

E naturalmente tutte le notizie sono pubblicate sul sito delle giovanili al link sottostante oppure cliccando sulla foto.

http://underctrsenise.blogspot.it/2012/12/notiziario-under19.htmlhttp://underctrsenise.blogspot.it/2012/12/notiziario-under19.html

giovedì 27 settembre 2012

Corsi Minibasket

I corsi di minibasket, causa i lavori di ammodernamento della Palestra diella ITCG "Sinisgalli (Palarotalupo), saranno svolti nella tendostruttura presso la diga di Montecotugno.

mercoledì 13 giugno 2012

Cena alla tenuta Fortunato

Un campionato alla grande come questo, meritava di essere festeggiato. Venerdì scorso tutti a cena all'Azienda Agricola Fortunato, un posto dal panorama mozzafiato, che come al solito ci ha ospitato in maniera formidabile.
Dopo il taglio della torta presidente, alcuni atleti, anche i genitori di qualche atleta, hanno voluto tenere un discorso, non è sfuggito a chi ascoltava che qualcuno ha gradito il vino della tavolata!!!! :-)
Con l'aiuto del mini-dirigente, mini-cameramen, mini-fotografo, Ignazio, ho fatto un po' di foto. Per il momento per visualizzarle, cliccate sul link PICASA. , nel solito slide-show in alto a sinistra per il momento Picasa inserisce ancora le foto del precedente slide-show, poi improvvisamente tutto si sistema. 

martedì 5 giugno 2012

Premiati Dominik Kos e la Pallacanestro Senise


Ieri sera si è svolto nel bel complesso "centro creatività" di San Paolo Albanese, la V edizione del premio La Siritide, intitolata per la seconda volta a Luigi Viola. Ospite d'onore della serata Domenico Pozzovivo, lo scalatore (in realtà è un corridore completo) che quest'anno si è classificato molto bene al Giro d'Italia, vincendo una tappa (naturalmente di montagna, la prima tappa vinta da un lucano) e che prima del Giro aveva alzato il trofeo per la vittoria al Giro del Trentino. Di Montalbano Jonico, leggo su internet che lo chiamano "la Pulce". Tanto piccolo non è, anche se nella foto che segue, con Dominik Kos, forse il suo nomignolo sembra appropriato. 


Naturalmente Dominic Kos non era lì per caso, ma perché ha ricevuto il premio quale miglior giocatore di basket dell'Area Sud della Basilicata. Premiata con una targa anche la Pallacanestro Senise perché è la miglior squadra sempre dell'area Sud, e con un Trofeo per il campionato vinto e la promozione in un campionato nazionale.
Fra i tanti atleti e le tante squadre premiate, vorrei ricordare i fratelli D'Onofrio, che sanno facendo incetta di medaglie ai campionati europei e mondiali ai quali partecipano, sono stato molto attento a non indispettirli, non si sa mai.
Complimenti a tutta La Siritide (per il cinese che per caso sta' leggendo questo blog, è un sito di notizie che se in origine riguardavano questa area della Basilicata, ora è un notiziario di quanto accade in tutta la nostra regione). 


E complimenti al direttore Mariapaola Virgallito sia per la garbata e, non si offenda, veloce conduzione, sia per la scelta delle vallette. Tutte e due brave,  la ricciolina però mi ricordava qualcuno. 

giovedì 31 maggio 2012

Grazie a Dio, è finita!!!!

Iniziamo con il filmato degli ultimi secondi della partita. Se lo volete vedere con una definizione migliore o su Facebook http://www.facebook.com/photo.php?v=234532219991039&set=vb.100003027872034&type=2&theater
La cronaca a domani, ho solo 3 ore di sonno e me ne vado a dormire. 
Vorrei pubblicare su youtube la partita, ma con la connessione che ho è impossibile (ci voglio piu' di 10 ore, se tutto va' bene). Se qualcuno ha una connessione ad alta velocità mi contatti, così carichiamo la partita.

Scafati - CTR AUXILIUM Senise 57-60

Scafati 57
Di Lauro 17, Catapano P. 4, Catapano G. 6, Daviducci 0, Esposito V.zo n.e, Cirillo n.e., Malpede 19, Carbone 0, Tredici 0, Vaccaro n.e., Sicignano 2, Loggia 9. Coach Monteleone
CTR AUXILIUM Senise 60
Roseti n.e., Viviano n.e.,  Lo Tufo 8, Marchese 12, Gonzalez 13, Palazzo  15, Kos 5, Ragazzo n.e., Pennella  n.e., Femminini 7. Coach Festa Ass. Di Monte
Parziali : 14-14, 24-30 (9-15), 36-44 (12-14), 57-60 (21-16) 
Note: Tanto pubblico, almeno 400, molti addetti ai lavori a seguire l'incontro. Usciti per cinque falli Marchese (senise) e Daviducci (Scafati)
ARBITRI: Puzio di Casoria  e Ambrosino  di Arzano.
Siamo in C1, un sogno diventato realta'.
Voglio fare gli auguri di pronta guarigione a Francesco Forino e ringraziare tutto lo Scafati, il presidente Lepore, l'allenatore Monteleone sia per la cortesissima accoglienza che per la sportività mostrata.
Gente di sport. In bocca al lupo per lo spareggio contro il Savoia.

domenica 27 maggio 2012

CTR AUXILIUM Senise - Pro Loco Scafati 76 - 60

CTR AUXILIUM Senise 76
Viviano n.e., Sassano 0, Lo Tufo 6, Marchese 8, Gonzalez 10, Palazzo  11, Kos 20, Ragazzo n.e., Pennella  n.e., Femminini 21. Coach Festa Ass. Di Monte
Scafati 60
Di Lauro 14, Catapano P. 8, Catapano G. 8, Daviducci 0, Esposito V.zo 0, Cirillo n.e., Malpede 9, Carbone 0, Tredici 4, Vaccaro n.e., Forino 2, Loggia 15. Coach Monteleone
Parziali : 24-22 44-30 (20-8), 65-45 (21-15), 76-60 (11-15)
Note: Tecnico fischiato a Malpede (Scafati) a 5'26" della fine del secondo quarto,  Antisportivo fischiato a Lo Tuto (Senise) a 1'12". Tanto pubblico, almeno 400 con una gradita sorpresa.
ARBITRI: Oliviero di Ercolano (Na) e Vallario di Napoli.
p.s. sistemati i due punti mancanti allo Scafati

Grazie
al Real Senise e ai suoi tifosi
per il tifo festoso e musicale
e naturalmente
Complimenti
per la vittoria nei play off
e la meritatissima
PROMOZIONE
in prima Categoria

sabato 26 maggio 2012

Volata finale

Dico io, sono vari anni che cerchiamo la Finale, e lo ora che l'abbiamo raggiunta vogliono chiamarla semifinale.
Ditemi voi, se sei in semifinale, e la vinci vai in finale? Secondo la DOA, cioè il regolamento del campionato queste sono semifinali, ma le vincenti non si incontrato in una finale per definire il campione regionale, ma si fermano, con la conquista della promozione nella serie superiore. Proprio che la soddisfazione di dire abbiamo vinto la finale la vogliono negare, non solo a noi ma anche al Savoia, al Maddaloni e lo Scafati.
E vero però che un incontro ulteriore (e non è una finale) ci sarà, tra le perdenti per stabilire il terzo posto.
Insomma per me è la finale, bisogna vincere due incontri al meglio di tre, perché questo agognato sogno della promozione, finalmente si avveri.
Ultimo ostacolo lo Scafati. Lo abbiamo già visto è una signora squadra, l'unica capace di battere il CTR AUXILIUM Senise sul proprio campo. Ha giocatori bravissimi, in primis il loro capitano Di Lauro, play di razza,  il lungo Malpede,  la guardia Catapano, che nelle partite contro di noi è stato sempre una spina nel fianco, al lungo Forino, acquisto di riparazione proveniente dall'escluso Marigliano, e come abbiamo visto e sofferto a Senise, ha una panchina lunga, molto lunga.
Non sappiamo se Lo Tufo sia in grado di giocare, l'infortunio di domenica non è stato nulla di grave, ma una bella botta sulla schiena che non gli ha permesso di allenarsi e per i primi due giorni nemmeno di camminare. Compito di Palazzo arginare in regia e al tiro Di Lauro, e ai nostri giganti Femminini e Gonzalez far vedere ai due lunghi Malpede e Forino che la miglior coppia di pivot gioca nell'area del Sinni.
E' importante vincere questa partita, anche in virtù di una trasferta più tranquilla a Scafati, senza l'assillo dell'ultima spiaggia.
domenica 27 ore 19,30
P.S.
Vi segnalo l'articolo dell'amico Gianluca Buonocore addetto stampa del Pro Loco Scafati http://news.tuttobasket.net/News/leggi.php?id=293720

mercoledì 23 maggio 2012

Griglia Play off

Ultimo turno (si spera)
Siamo alle due finali, da cui usciranno le promosse in C1. Tabellone Alto Maddaloni- Savoia, Tabellone Basso CTR AUXILIUM Senise - Pro Loco Scafati.
Maddaloni e Senise con il vantaggio che l'eventuale bella in casa, vantaggio conquistato a suon di vittorie (Maddaloni non ha mai perso, in tutte e tre le fasi, noi imbattuti nella prima, abbiamo perso due partite influenti nella seconda, nei play-off sconfitti a Marano.
Perché ho detto si spera? Perché le due squadre non vincenti dovranno incontrarsi in uno spareggio che serve per delineare il diritto al ripescaggio, nel caso qualche squadra nel prossimo campionato non si iscriva.
In attesa del mio post sulla Finale, leggetevi quelli pubblicati su Basilicata notizie (dell'amico Rocco Sole) o La siritide 

domenica 20 maggio 2012

CTR AUXILIUM Senise - Cala Moresca Marano 78-67


CTR AUXILIUM SENISE: 78
Viviano ne, Sassano 0, Lo Tufo 9, Marchese 16, Gonzalez 11, Palazzo 18, Kos 13, Ragazzo, Pennella ne, Femminini 11. Coach: Festa ass. Dimonte

CALA MORESCA: 67
Pedemonte 0, Liguori ne, Bonanno 17, De Simone 7, Fusco , Marino 9, Fedele 4, Canzonieri 15, D'Alessio 7, Altamura 7. Coach: Andolfi

Arbitri: Pastore e Palmieri di Caserta
Parziali: 19-14; 36-30 (17-16); 59-45 (23-15), 78-67 (19-22)
Note: uscito per 5 falli Marchese. Pubblico 250, caloroso e corretto.
2 - 1, siamo in finaleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!

sabato 19 maggio 2012

Gara 3


A chi pensava che la pratica "Cala Moresca" fosse già archiviata dopo la partita di Senise, lo splendido 95 a 65, è arrivata la smentita di Bonanno e Soci.
Un'altra partita, con un Cala Moresca sin dalle prime battute deciso a rendere la vita difficile ai nostri ragazzi, con un CTR Auxilium forse troppo sicuro di sé, certamente troppo nervoso.
Siamo stati in vantaggio dopo pochi secondi, con un libero di Kos, poi parziale di 8-0 per il Cala Moresca. Time out chiesto da coach Festa e i nostri si portano sul 15-12, tutto sembra andare per il verso giusto, ma negli ultimi 30 secondi regaliamo canestri fatti e subiamo canestri facili, parziale chiuso 19-12.
Inizio del secondo quarto pessimo, praticamente ci doppiano, 25 a 12, si continua   il distacco è smpre superiore ai dieci punti, poi finalmente negli ultimi minuti ci avviciniamo sempre di più, Cala Moresca 44 Pallacanestro Senise 39, possesso in nostro favore. Fine quarto anche questo assurdo, regaliamo 4 punti in pochi secondi, si va' al riposo sul 48-39, 9 punti da recuperare, tanti ma non troppi.
Terzo quarto, si vede quasi un buon CTR Auxilium, il Cala Moresca sente il fiato sul collo, 54-53, poi 56-54, poi finalmente il pareggio 58-58. Finalmente sorpasso? No, confesso mi sono illuso ma il quarto è finito 61-58, almeno la partita era riaperta.
Ultimo quarto, il Cala va' a + 7, ma subito ritorniamo a -1 (65-64), nuovamente penso al sorpasso (giuro non lo faccio più), ma torniamo a giocare in modo confuso e ad una difesa troppo statica.  Il distacco arriva a 5 punti, esce Kos per 5 falli,  si tenta  il fallo sistematico ma eravamo stati troppo bravi (nel senso di buoni) prima e quindi prima di farli arrivare in lunetta dobbiamo sprecare due falli. 
Falli sprecati anche quando siamo in bonus, perché fatti su Bonanno che non perdona.
Alla fine dall'80 a 75, si passa a 85- a 78,  risultato finale.
Nel Cala Moresca giocavano due ottimi giocatori assenti a Senise, Marino play di razza e D'Alessio, molto reattivo e dal fisico muscoloso. Bravi a crederci sempre, a compattarsi nel momento di difficoltà.
Sorpresi forse i ragazzi di coach Festa, non si aspettavano forse una squadra così forte, certamente la vittoria facile di Senise ha fatto abbassare le difese mentali. Bravo coach Andolfi, ha portato novità nel gioco del suo Cala Moresca che hanno portato vantaggi alla sua formazione.
Domani abbiamo un occasione storica, conquistare la nostra prima finale, sarebbe un peccato non coglierla. 
Già definita la finale della parte alta del tabellone, Maddaloni contro Savoia, nell'altra finale aspetta il nome dell'avversaria lo Scafati.
Inutile invitare il pubblico di Senise, i veri appassionati di questo sport, della nostra squadra quelli ci sono sempre, non serve invitarli. Nella prima partita contro il Cala Moresca eravamo in tanti, ma non tantissimi, ma il tifo è stato lo stesso bello e caloroso. Lo stesso che voglio vedere e sentire domani, ci giochiamo la storia (in questo piccolo paese), la prima finale, quella che non siamo mai riusciti a conquistare, quella che giocatori come Richiotti, Cerella, Durante, Sesma, Labaque, Galindez, Pairone, Bartoli (non me ne vogliano gli altri, cito quelli che ho visto giocare e che a mio parere erano fuoriclasse), ci hanno fatti andare vicino, o molto vicino, ma mai, dico mai, far provare l'ebrezza di una finale. Chissà, fra qualche anno si parlerà solo di Super Rocco Palazzo, della montagna che gioca (soprannome messo a Gonzalez da una nostra tifosa), di Kos, di Marchese, del gigante Femminini, dell'emulo di Oscar Schmidt Lo Tufo (miglior tiratore di liberi mai stato a Senise). Ecco vorrei che il ricordo di Sesma sia sbiadito da una grande impresa. Un passo alla volta, sarà dura, ma conquistiamola la finale.
Palarotalupo, ore 19,30
P.S. arbitri in giornata negativa, ma abbiamo perso per merito del Cala Moresca.

venerdì 18 maggio 2012

Griglia Play-off

Tre verdetti su quattro dopo due partite, l'unica posto ancora vuoto verrà riempito dalla vincente di domenica al Palarotalupo. Una Cala Moresca molto diverso dalla partita di Senise, un CTR Auxilium decisamente diverso da quello di Senise, e il verdetto ancora è incerto .

Cala Moresca Marano - CTR AUXILIUM Senise 85-78

CALA MORESCA: 85
Pedemonte 11, Liguori ne, Bonanno 26, De Simone 4, Fusco ne, Marino 9, Fedele 3, Canzonieri 12, D'Alessio 4, Altamura 16. Coach: Andolfi
CTR AUXILIUM SENISE: 78
Viviano ne, Sassano ne, Lo Tufo 18, Marchese 4, Gonzalez 13, Palazzo 23, Kos 12, Di Monte ne, Pennella ne, Femminini 8. Coach: Festa
Arbitri: Sabatino e Milone di Salerno

Parziali19-12; 48-39 (29-27); 61-58(13-19), 85-78 (24-20) 
Note: uscito per 5 falli KOS

martedì 15 maggio 2012

Facile non è

Domenica è stata davvero una grande prestazione. Mi ero un po' preoccupato, al contrario di quanto succede di solito, abbiamo iniziato a giocare bene, molto bene, ma il Cala Moresca era sempre vicino.
Abbiamo continuato a giocare bene, tutti, proprio tutti, ed il break è venuto.
Nel terzo quarto coach Andolfi ha tentato di recuperare, ma una difesa grandiosa ci ha permesso di fare e portare a termine quei tre contropiedi, veloci, puliti, senza fronzoli, che hanno chiuso la partita.
Lo stesso coach del Cala Moresca da quel momento ha deciso di tirare i remi in barca in vista della partita di domani, facendo riposare molto Canzonieri e Bonanno. Mancava nelle loro file Marino, play di razza e D'Alessio, che non conosco come giocatore (10,2 punti a partita).
Si va a Marano di Napoli, cittadina di ben 60.0000 abitanti a nord di Napoli, con le idee chiare, e con tanta voglia di concludere la serie. Se giochiamo con la stessa intensità possiamo farcela, se pensiamo che sia facile la bella diventa realtà.

lunedì 14 maggio 2012

Turno molto casalingo

Rispettato il fattore campo (e quindi le posizioni in classifica della stagione), tutte vittorie casalinghe.
Tre incontri del ritorno sono previsti per mercoledì, mentre il quarto Mugnano-Savoia è previsto per giovedì. 

Basilicata Notizie

Link al commento di Rocco Sole sulla partita con il Cala Moresca, pubblicato sulla testata web Basilicata notizie. http://www.basilicatanotizie.net/sport/basket/953-basket-c2-quarti-di-finale-gara-1-playoff-lauxilium-ctr-senise-annichilisce-il-mal-capitato-cala-moresca

domenica 13 maggio 2012

CTR LA CASCINA Senise - Cala Moresca Marano 95-65

CTR LA CASCINA Senise 95
Viviano 2, Sassano 4, Lo Tufo 5, Marchese 11, Gonzalez 9, Palazzo 10, Kos 37, Ragazzo n.e., Pennella 0, Femminini 17. Coach Festa ass. Di Monte
Cala Moresca Marano 65
Pedemonte 10, Liguori , Bonanno 9, De Simone 0, Fusco 3, Fedele 15, Canzonieri 14, Altamura 10, Peluso 4. Coach Andolfi
Parziali: 24-18, 45-31 (21-13), 75-46 (30-15), 95-65 (20-19).

Arbitri: Tammaro e Spagnuolo di Avellino
Note: nessuno uscito per 5 falli

sabato 12 maggio 2012

Quarti di finale o Semifinale ?

Domenica contro il Cala Moresca giochiamo i quarti di finale o la semifinale? In quanti mi hanno fatto questa domanda, giustamente. La FIP campana li ha chiamati quarti di finale, ma in realtà sono le semifinali, la vincente incontrerà la vincente di Scafati-Arzano (le uniche squadre che ci hanno battuto) per disputarsi la promozione in C1. E' come se ci fossero due tabelloni di play-off, la parte alta e la parte bassa, e, come sempre, due squadre saliranno in C1. Nelle passate stagioni una era la vincente del girone Promozione, l'altra scaturiva dai play-off (nel 2011 Benevento vincitrice del girone, Monte di Procida della finale play-off).
Negli ottavi (quarti in realtà), il Capua è stato battuto con due vittorie a zero. Più facile (tutto sommato una caratteristica di questa stagione) la vittoria esterna, che quella interna. Non l'ho vista, motivi lavorativi non mi hanno permesso di andare a Capua, il papà di Kos, Drago (che brava persona, lo salutiamo tutti) mi ha detto che il primo quarto è stato inguardabile, a cominciare dal figlio, poi hanno macinato gioco con un terzo quarto (nostra caratteristica che ultimamente avevamo dimenticato) di grande sostanza.
Brutto cliente il Cala Moresca. Lo scorso anno vincemmo in casa, perdemmo a Marano per la bravura della squadra avversaria ma anche per nostra superficialità.
Invariata la guida tecnica, affidata ad Andolfi, dei giocatori dello scorso anno sono rimasti Pedemonte, De Simone (letali le sue 3 bombe nell'ultimo quarto a Marano), Marino, Altamura, Canzonieri (che quando gioca contro di noi fa' sempre delle grandi prestazioni).
Si è aggiunto Manuele Bonanno, una vera maledizione per i nostri colori, sempre decisivo nelle gare che contano per il nostro roster. A partire della Pallacanestro Senise dei tempi di Sesma a quella della passata stagione (suoi i due punti della vittoria nella semifinale contro il Marigliano).
Una squadra quadrata, dicono lenta, forte in tutti i reparti. Nella stagione regolare è arrivata quinta nel girone A con 26 punti (13 vittorie e 9 sconfitte) a pari punti con il Montescaglioso, lo ha superato nella fase ad orologio (4 vittorie 2 sconfitte, come noi), una vittoria in più del Montescaglioso.
Domenica (ore 19,30) quindi il pubblico delle grandi occasioni, i comizi grazie a Dio sono finiti.
Tra il pubblico, anche  Antonio Rocca, selezionatore under 15 della nazionale di calcio, che ci farà onore dei una sua visita. Quindi popolo del calcio, perché non venire a vedere la partita e a salutare il rappresentante della vs. nazionale?
 

lunedì 7 maggio 2012

Griglia Play-off Quarti


sabato 5 maggio 2012

griglia Play off (ottavi di Finale ritorno)


Ben cinque squadre direttamente al prossimo turno, Maddaloni a valanga sul Casavatore, l'Eosolare Montescaglioso ha fatto tesoro della vittoria allo scadere a Casoria, Il Cala Moresca capace di vincere, anche se di solo due puniti a Benevenrto, campo difficile, e lo Scafati corsaro a Cercola (un Cercola rimaneggiato) di un solo punto.
Alla Bella tre partite: Savoia-Matera, Stabia -Mugnano (il ritorno ha visto una vittoria pesante, di 24 punti del Mugnano) e poi per ultima Santa Maria a Vico-Arzano.
Già questa sera sapremo due delle squadre che passano il turno, la terza domani, domenica, l'ultima tra il Savoia ed il Matera (RF Group).
p.s.
Mugnano vince a Castellamare di Stabia 68-66 e va' ai quarti (sorpresa se pensiamo alle ultime partite, per niente pensando alla prima parte del campionato). Anche l'Arzano con una superprestazione a Santa Maria a Vico si qualifica per i quarti (68-80 il risultato), ed incontrerà lo Scafati. Stasera ultimo verdetto, sapremo chi  fra  Savoia (in casa)  e RF Group Matera nei quarti sfiderà il Mugnano.

giovedì 3 maggio 2012

CAPUA - CTR AUXILIUM Senise 55-73

CAPUA: 55
Earvin Johnson 0, Violante 10, Aragosa 4, Ranieri 4, Branca 4, Aversano, Stabile, Bonavolontà 2, Jalloh 29, Salzillo 2. N.e. Piccerillo e Callisto.
Coach: Fiorillo.

CTR AUXILIUM SENISE: 73
Sassano 2, Marchese 15, Gonzalez 16, Palazzo 12, Kos 16, Ragazzo,
Pennella 2, Femminini 10. N.e. Viviano e Lo Tufo. Coach: Festa.

ARBITRI: Puzio di Afragola (Na) e Vallario di Napoli.
PARZIALI : 6-10, 21-34 (15-24), 38-62 (17-28), 55-73 (17-11)
NOTE:  Nessuno uscito per cinque falli

mercoledì 2 maggio 2012

martedì 1 maggio 2012

Chiudiamo la partita?

Domani 2 maggio alle ore 19,30 ritorno degli ottavi di play-off, a Capua.
I ragazzi di coach Festa cercheranno di concludere la serie, ma non sarà facile considerando quanto visto nella prima partita. 
Una partita strana, giocata male, un terzo quarto davvero inguardabile, in troppi dopo il primo quarto avevano già la mente in vacanza. Un 19 a 5 a mio parere piu' frutto di una prestazione opaca e con troppa paura del Capua, che di una nostra uona prestazione. Nel secondo quarto ci siamo rilassati, nel terzo, il peggiore mai visto dei nostri, una vera e propria debacle, una quantità di scelte sbagliate mai vista. Merito al Capua naturalmente, incisivo sotto canestro e  con grillo Jalloh che ha fatto il bello e il cattivo tempo sotto le plance. Per fortuna l'ultimo quarto ha visto giocare i nostri beniamini con più cervello, e la vittoria, anche se sofferta, è venuta. Speriamo che si faccia tesoro degli errori di domenica.
Una giornata all'insegna delle vittorie casalinghe, quindi un ribadire dei valori e delle classifiche dopo le prime due fasi, con l'esclusione dell'Eosolare Montescaglioso, che sul filo della sirena è riuscita a prevalere sul Casaurea.
Vediamo chi riesce a chiudere la serie, speriamo che fra queste ci sia anche il CTR Auxilium Senise.

domenica 29 aprile 2012

Risultati andata ottavi di finale

Sette vittorie su otto hanno rispettato il fattore campo. Solo il Montescaglioso di coach Cotrufo, con un tiro all'ultimo secondo di Acito, vince in trasferta, sul difficile campo del Casaurea. Quattro partite mercoledì, le restanti quattro giovedì, vediamo quanti verdetti definitivi ci saranno.

A lato ho messo un po' di scatti fatti da me o da mio figlio Ignazio al torneo di Santeramo in Colle, per poterle visualizzare a schermo intero basta cliccare sul slideshow. 

CTR AUXILIUM Senise - Capua 74-63

CTR AUXILIUM Senise 74

Viviano n.e., Sassano 0, Lo Tufo n.e., Marchese 15, Gonzalez 16, Palazzo 9, Kos 13, Ragazzo n.e., Pennella n.e., Femminini 21. Coach Festa, ass. Di Monte
Capua 63
Earvin Johnson 11, Violante 6, Aragosa 18, Ranieri 0, Branca 2, Bonavolontà 0, Jalloh 26, Salzillo n.e.. Coach: Fiorillo.
Parziali: 19-6, 38-24 (19-18-9, 43-44 (5-20), 74-63 (31-19)
Note: scarso pubblico (comizi elettorali), uscito per 5 falli Ranieri (Capua)

Si torna a fare sul serio






Coach Festa, Kos, Gonzalez G. Femminini, Ragazzo F., Vignola (io), ass. Dimonte, accascitati Lo Tufo, Palazzo, Sassano, Pennella, Marchese, Gonzalez Cristiano
Dopo tante gare che non contavano niente, ora si fa' sul serio.
Iniziano i play-off, che designeranno le due promosse in serie C nazionale, più una squadra che puo' chiedere l'ammissione in caso di non iscrizione di una avente diritto per il prossimo campionato.
I play-off si concludono con le semifinali, l'unica appendice è la finale 3°-4° posto tra le perdenti delle stesse.
Sono già iniziati con due partite, che ha visto le vittorie casalinghe, quindi secondo pronostico e rispettando i piazzamenti del campionato. Scafati ha battuto il Cercola di 32 punti (82-50), successo corposo anche per il Santa Maria a Vico,  72-57 all'Arzano.
Tante polemiche dopo la sconfitta casalinga con lo Scafati. La peggiore partita giocata quest'anno, d'accordo, ma persa di due punti, potevamo vincerla, ha vinto lo Scafati con merito.
La fase ad orologio ci ha visto soccombere due volte, dico solo due volte. Gran merito ai ragazzi e a coach Festa, che nonostante l'inutilità di queste partite, hanno tenuto forte, un rilassamento dovuto alla mancanza di motivazioni era inevitabile, chi la pensa diversamente non conosce per nulla le dinamiche sportive, conosce solo quelle della teoria appresa ai bar-sport.
Quante opinioni, tutte condivisibili e tutte risibili. Un tifoso ci ha fatto presente che ci aveva già avvisato che per la seconda fase ci voleva un settimo giocatore di valore. In teoria ha ragione, la storia recente di questa società ci dice che non è così. In più un piccolo ma non trascurabile particolare, per prendere un settimo giocatore ci vogliono risorse. Grazie ai nostri main sponsor CTR (Centro terapeutico Riabilitativo) e AUXILIUM, più tanti aiuti minori ma ugualmente importanti di tante aziende, stiamo facendo questo grande campionato. Ulteriori risorse, in questo periodo di crisi potevano essere reperite solo con attività illecite quali rapine ai portavalori o attività di gigolò, ma in questo campo sia io che il presidente Totaro non abbiamo molto mercato.
Primo turno per la nostra squadra il Capua. Nella fase ad orologio abbiamo vinto a casa loro, una vittoria netta 67-42. Però ora sono i play-off, paura di nessuno ma massimo rispetto per tutti.
Ha due americani, Earvin Johnson e Jalloh, come tutti (o quasi) gli americani, capaci di prestazioni opache e di prestazioni eccelse. E italiani che hanno grande esperienza in questa serie come Aragosa e Violante, o giovani promettenti come Guerra.
La partita è alla sette, ci vuole un pubblico delle grandi occasioni, perché partecipare ai play-off non è cosa da niente.
In settimana c'è stato un memorial a Santeramo in Colle, dove abbiamo partecipato. Oltre ai soliti, abbiamo inserito nel roster (purtroppo solo per le amichevoli) Cristiano Gonzalez, prevediamo grandi cose per lui.
Premiato quale miglior giocatore del torneo,  Antonello Marchese, finalmente premiato perché lo merita.



venerdì 27 aprile 2012

Griglia dei Play off


mercoledì 25 aprile 2012

Stasera torneo amichevole a Santeramo in Colle

Dopo la sconfitta casalinga di domenica, contro una tenace, valida e anche fortunata Scafati, stasera si torna a giocare, a Santeramo in Colle, un triangolare con la partecipazione anche della Pielle Matera.
Si giocano tre partite, con due tempi da 12 minuti.
Il Santeramo, decimo nel girone di serie C regionale pugliese, naturalmente cercherà di far valere il fattore campo, la Pielle sappiamo che è una squadra molto forte. Certo bisogna stare attenti agli infortuni, ma lo spettacolo e' assicurato. Se qualche tifoso vuole approfittare della giornata di festa e seguire la squadra, appuntamento davanti al Papillon alle ore 15,30

domenica 22 aprile 2012

CTR AUXILIUM Senise - Scafati 69-71

CTR AUXILIUM Senise 69
Viviano n.c., Sassano 2, Lo Tufo 4, Marchese 9, Gonzalez 12, Palazzo R. 5, Kos 21, Ragazzo n.e., Pennella  n.e., Femminini 16. Coach Festa
Scafati 71
Di Lauro 19, Catapano P. 21, Catapano G. 6, Daviducci 0, Esposito V.zo, Cirillo 2, Malpede 6, Carbone 0, Tredici 3, Vaccaro 0, Forino 7, Sicignano 7. Coach Monteleone
Parziali : 23-26, 41-35 (18-9), 54-52 (13-17), 69-71 (15-19)

sabato 21 aprile 2012

Ultima partita della Fase ad orologio: Scafati

E finisce anche questa tutto sommato inutile fase a d orologio.Durante tutto il campionato abbiamo sentito dire che il girone A, l'altro girone per intenderci, era più forte. Analizzando i risultati dopo i 5 turni devo dare ragione, il Girone A finora ha realizzato 50 punti, due imbattute (Maddaloni e l'avversaria di domani Scafati), contro i 30 del Girone B. Tradotto 25 partite vinte a 15. Nel girone A solo il Capua non ha mai vinto una partita, nel girone B Casavatore e Cercola ancora alla ricerca della vittoria. Una fra Capua (in casa) e Casavatore per forza di cose non sarà dopo la sesta giornata a zero punti (scontro diretto).
Ho parlato di inutilità di questa fase, non la penseranno come me i tifosi della RF Group Matera, che sono passati dall'ottavo al settimo posto (nella formula i punti conquistati in questa fase vengono sommati a quelli della prima fase, mantenendo separate le due classifiche), e forse quelli del Cala Moresca, perché possono scavalcare la Pielle Matera al quarto posto, tutto dipende dai risultati di domani (Pielle a Santa Maria a Vico, Cala Moresca in casa contro il Mugnano).
Sinceramente mi aspettavo qualche vittoria in più sia da parte del Casoria (2) e del Meomartini vittorioso solo con il Capua in casa.
Non è solo un modo di dire, con i play-off inizia un nuovo campionato. Lo abbiamo sperimentato in bene più volte, partivamo da posizioni in classifica e di griglia di play-off inferiori, siamo riusciti a passare il turno (nessuno può dimenticare i quarti con Agropoli o l'impresa contro Torre del Greco).
Parliamo della partita di domani. Se tutto va' secondo i valori fino ad ora espressi, la semifinale play-off, quella che dà accesso alla serie C nazionale, dovrebbe essere CTR Auxilium Senise- Pro Loco Scafati., però la sorpresa può (facendo tutti i gesti scaramantici possibili) sempre esserci.
Ci siamo già incontrati con lo Scafati, in semifinale di coppa di lega, abbiamo vinto e convinto (74-59), ma era gennaio, in termini sportivi un secolo fa'. In piu' la squadra del giovane e molto bravo coach Monteleone, si è rinforzato con un pezzo da novanta, Francesco Forino, che lo scorso anno ha contribuito alla promozione dell'Agropoli in serie B, ed ha iniziato la stagione nel Marigliano.
Rinforza la batteria dei lunghi dello Scafati, dove già era forte grazie ad un giocatore davvero bravo come Malpede, vera spina nel fianco in quella semifinale.
E' la nostra rivale principale per la tanto agognata promozione, in un commento che non ho pubblicato, perché aveva delle parti offensive per gli ospiti (il rispetto è la prima cosa, non dimentichiamolo) un nostro tifoso un po' troppo acceso, scriveva che vengono a prendersi 30 punti per nascondere la loro forza. La penso diversamente sarà partita vera, di studio reciproco certamente, ma partita vera.
Forza ragazzi, forza coach Festa, il bello sta arrivando.

martedì 17 aprile 2012

Anche il secondo derby è nostro.

Anche l'incontro di Matera, con la Virtus ci ha visto prevalere. Ventiquattro vittorie su venticinque incontri, continuando con la "filisofia" di un precedente post (che si chiamava novantacinquevirgolaventiquattropercento) ora il nostro campionato, "misurandolo" è novantaseipercento, penso che si puo' presumere che sia abbastanza positivo.
Alcune cornacchie, una specialmente, ci aveva "profetizzato" che nella fase a orologio si sarebbe visto il nostro vero valore, basso per la cornacchia principale, specialmente contro le due materane, contro la Pielle perché squadra giovane e che corre, quindi i nostri vecchi e decrepiti giocatori sarebbero stati sovrastati, contro la Virtus (RF Group) perché il roster del Matera con i nuovi arrivi era decisamente superiore a, e mi ripeto, quello formato da cariatidi che solo la fortuna, gli aiuti arbitrali, il sostegno della federazione, le soppressate omaggiate, avevano permesso la vittoria di venti partite su venti disputate.
Cra, Cra, Cra, Cra, Cra, dopo la sconfitta di Arzano il gracchiare è diventato assordante, e continueranno a gracchiare, specialmente quello a cui dedico la foto della cornacchia Yemenita, splendido uccello, ma sempre una cornacchia.
Totaro con Pierino D'Araio (aiuto coach Virtus)
Parliamo della partita di ieri. Se devo essere sincero,  non sono molto soddisfatto. La partita con la Pielle è stata più dura, e l'abbiamo giocata con tanta determinazione. Ci hanno messo alla frusta, anche se non ho mai avuto il minimo dubbio che avremmo vinto, anzi ero convinto, e poi i fatti mi hanno dato ragione, che quei ritmi non si possono tenere per 40 minuti.
Nella partita di ieri ho visto giocare la squadra a tratti, appena raggiungevamo un vantaggio discreto, si cominciava a giocare con troppa sufficienza, gli ultimi 3/4 minuti addirittura in surplace, si vinceva di 20, si poteva vincere anche di più, abbiamo vinto, di 10, con gran merito della Virtus.
Complimenti ai ragazzi della Virtus, in special modo a Buono, un ragazzo credo di 16 anni, bravo tecnicamente, un palleggio molto basso, difficile da fermare. Complimenti anche a coach Conterosito, in campo due giovani ci sono stati quasi sempre, alle volte anche tre, la loro filosofia di  valorizzare il vivaio è reale, lo hanno dimostrato. Peccato aver visto il "nostro" Lino Durante, partire nel quintetto ma giocare molto poco. Grande prestazione di German nella Virtus, di Kos fra i nostri. Venti punti, pochi tiri, tanto impegno.

sabato 14 aprile 2012

RF GROUP Matera - CTR AUXILIUM Senise 73 -83

Virtus Matera 73
Buono 9, Velletri, Filazzola 4, Bonafede 5, Durante 2, German 28, Stano 3, Petralla 0, Albanese 12, Miriello 1, Marino 4, Visceglia 5. Coach Conterosito
CTR AUXILIUM Senise 83
Roseti n.e., Sassano 0, Lo Tufo 9, Marchese 15, Gonzalez 6, Palazzo 14, Kos 20, Ragazzo 2, Pennella 2, Femminini 15. Coach Festa
parziali: 14-23, 32-45 (18-22), 50-67 (18-22), 73-83 (23-16)
Arbitri: CAPPELLUZZO V. (BN) - LINFANTE A. (BN)
Note: tecnico alla panchina della Virtus, + tecnico ed espulsione a Giuseppe Visceglia

venerdì 13 aprile 2012

Nuovo Derby

Quinto e penultimo turno della fase ad orologio. Domani (e anche domenica 22) tutte in contemporanea le partite per evitare risultati "pasticciati". La mia impressione e che questa fase sta portando pochi movimenti in classifica, forse ad avvantaggiarsi sarà solo la RF Group Matera la nostra avversaria (a Matera) di domani.
Partita male, anzi direi malissimo, la Virtus Matera ha piano piano invertito la tendenza, trovando, anzi, conquistando, un ottavo posto che dopo il girone di andata sembrava un sogno.
La squadra si è man mano rinforzata, in più l'amalgama tra giovani del vivaio e vecchie conoscenze dei parquet (anche due ex come Durante e Visceglia che a Senise hanno fatto la storia, uno come Albanese che ha giocato a più riprese sempre a Senise, un altro ex, Marino che dai noi è stato una sola stagione). Oltre ai quattro citati c'è l'argentino German (14,9 di media),   Filazzola (9,6 di media), Bonafede, Buono, il giovanissimo Stano.
Albanese è stato davvero un rinforzo più che indovinato, sta facendo delle ottime prestazioni, segna tanto, ma è una squadra piena di giocatori forti, per batterla dobbiamo far ricorso alla nostra capacità di fare squadra. Inutile dire, che alla primazia regionale in questa serie ci teniamo, quindi sarà una gara vera tra due squadre motivate.
Parliamo della partita di domenica, contro lo Stabia. E' stato una vera battaglia (sportiva), sempre in bilico, quasi sempre, solo negli ultimi minuti la vittoria si avvertiva. Sapevamo che è una squadra fatta di ottimi elementi, alcuni giovani di sostanza, e lo hanno dimostrato sul nostro campo. Gioca molto aggressivo, hanno molti cambi e della possibilità di distribuire i falli ne fanno un'arma. Lo dimostrano i 28 falli a 15, e nonostante i 13 falli di vantaggio, a fine partita il malumore per i falli non fischiati era dalla nostra parte. Gli arbitri della partita lo sappiamo, uno dei due me lo disse chiaro e tondo dopo una partita, sono per il gioco di contatto, maschio. E' una loro caratteristica, e devo riconoscergli che non la nascondono, e in più aggiungo che anche certi interventi dei nostri ragazzi non sono stati considerati falli, con altri arbitri il fischio sarebbe arrivato. Altri arbitri avrebbero fischiato di più, molto di più. In parole semplici, dopo tutta questa tiritera, voglio dire, non c'era nessuna malafede, è il loro modo di arbitrare.
Gran partita di Palazzo e di Lo Tufo, sotto pressione per 40 minuti, bravi gli altri a restare sempre concentrati verso il risultato.

E allora a domani, sarà una bella partita, e vista la distanza, aspettarsi qualche tifoso di Senise non mi sembra chiedere troppo.
N.B. Ho voluto inserire due foto un po' datate,  quando coach Festa e Lino Durante erano compagni di squadra, nella Pallacanestro Senise naturalmente.

domenica 8 aprile 2012

Buona Pasqua a Tutti

A*U*G*U*R*I

giovedì 5 aprile 2012

CTR AUXILIUM Senise- STABIA 90-81

CTR AUXILIUM Senise 91
Viviano n.e., Sassano n.e., Lo Tufo 19, Marchese 7, Gonzalez 14,  Palazzo 23, Kos 11, Ragazzo n.e., Pennella n.e., Femminini 16. Coach Festa ass. Di Monte
STABIA 82
Federico 0, Olivieri 5, Tsevetanov n.e., Petrocelli 2, Salvatore 14, Gaudino 3, Campanile 22, Filippi 17, Somma 9, Marino 1, Romano 8. Coach Monda
Arbitri: Pastore di Casagiove (CE), Radicetti di Caserta.
Parziali 27-24, 49-41 (22-17), 68-64 (19-23), 90-81
Note: falli Senise 15 - Stabia 28, tecnici a Lo Tufo e Palazzo del Senise, Petrocelli Stabia. Usciti per 5 falli Petrocelli e Filippi (Stabia)

n.b. i tabellini sono stati rettificati

mercoledì 4 aprile 2012

Domani CTR AUXILIUM Senise - Castellammare di Stabia

Domani 5 aprile alle ore 20,00, 4° turno del girone ad orologio presso la Palestra ITCG Sinisgalli.
La squadra ospite è in gran forma, ha vinto tutti e tre gli incontri disputati in questa fase.
Tanto pubblico a sostenere i ragazzi guidati da coach Festa, Senise non farà mancare l'apporto di tifo.

domenica 1 aprile 2012

Basket Capua - CTR AUXILIUM Senise 42 - 67

CAPUA: 42
Earvin Johnson 12, Violante 11, Aragosa, Ranieri, Piccerillo 4, Jalloh 10, Guerra, De Maria G., Salzillo 5. Coach: Fiorillo.

SENISE: 67
Lo Tufo 4, Sassano 3, Marchese 7, Gonzales 10, Palazzo 10, Kos 13, Ragazzo 2, Pennella, Viviano, Femminini 18. Coach: Festa

ARBITRI: Puzio di Afragola (Na) e Ambrosino di Arzano (Na).
PARZIALI 6 – 20, 16 – 37 (10-17), 28 – 53 (12-16), 42-67 (14-14) 
NOTE: Nessuno uscito per cinque falli. Spettatori circa 50.

sabato 31 marzo 2012

Vittoria: Capua 42 - CTR Auxilium Senise 67

3a Giornata fase ad orologio, trasferta a Capua

E' quasi in Lazio Capua, antica e storica cittadina campana. E' la trasferta più lunga, ma agevole come viabilità, tutta autostrada. Mentre scrivo questo post la squadra è già in strada, mi sono preso un week-end di riposo, domani devo alzarmi presto e oltre la gran distanza,
Nella fase regolare è arrivata settima, stessi punti (22) dell'Arzano, due in più della RF Group Matera. In questa fase ad orologio ha perso tutte e due le partite, sia a Casoria (75-48) che in casa contro il Savoia (55-71). Con i risultati del RF Group, che ai due punti conquistati a Benevento contro la Meomartini ha sommato i due conquistati in questo turno, ieri a Matera contro il Savoia (73-70), ora è ottava, quindi incontrerebbe il CTR Auxilium negli ottavi di finale di Ha ottimi giocatori, la coppia americana Jalloh (la passata regione a Castellamare) ha una media punti di  14,3 punti, e Johnson (9,5), più altri giocatori che in questa serie si fanno valere come Aragosa, Montuori, Violante. Ha avuto un periodo d'oro, vittorie inportanti come quella a Scafati che  sembrava proiettarla verso le prime posizioni, poi un appannamento, sempre condito di vittorie, ultima importantissima contro la diretta concorrente per la conquista dei play-off Partenope Napoli.
Parliamo un po' del derby. A tanti, e non è una novità, non è piaciuto il commento dell'addetto stampa del Montescaglioso. Non è piaciuto in qualche paragrafo nemmeno a me, spiace perché la Pielle Matera è una società amica, con ottimi tecnici (tutti, dal minibasket alle giovanili, Papapietro, Losito, Ambrico, il super coach Cotrufo), ai dirigenti che sono tutti amici, il presidente Santarcangelo, a Sergio Galante, tutti amici, anche l'addetto stampa è un ottima persona.
Ho dovuto riguardare la partita in DVD (che sto cercando di caricare su youtube, ma la connessione dà problemi) per convincermi che quelle che erano le mie impressioni subito dopo la gara, non fossero dettate dalla mia proverbiale parzialità. E' stato un bell'incontro combattuto, a tratti spettacolare, però con noi sempre in vantaggio, a parte un inizio come al solito balbettante dei nostri ragazzi, che ha visto la squadra Materana sul 7 a 2.
Già nel secondo, quarto il vantaggio stava prendendo un buon margine, un tecnico dato alla nostra panchina, sembrato un po' esagerato durante la partita, meno dopo aver parlato con gli arbitri dopo l'incontro. A proposito degli arbitri, che come al solito ci hanno fatto vincere la partita ;-)), come affermano in molti nei commenti, alcuni non li ho neppure pubblicati, devo dire che hanno fatto qualche errore, ma niente di trascendentale e principalmente a senso unico. In più ho ammirato in entrambi, anche dopo la partita, che non avevano quell'atteggiamento da superiori, ma abbiamo potuto discutere pacatamente e senza quell'altezzosità che purtroppo è presente in qualcuno di questa categoria. Siamo operatori della stessa parte, con una cosa in comune che ci fa stare in campo, a prendere insulti (a loro sempre, a noi dirigenti un po' di  meno ma accade) e vedere dieci ragazzoni che corrono dietro un pallone per schiaffeggiarlo.
La mia impressione, anche dopo la visione pacata del DVD. I giovani e quasi giovani (chiamare giovane La Rocca o uno dei Resta mi sembra esagerato) della Pielle hanno dovuto dare l'anima e tutto il fiato per stare dietro ai vecchietti (Marchese, Femminini, Gonzalez, Palazzo) e quasi vecchi (Kos e Lo Tufo), ma nell'ultimo quarto, nonostante la giovane età, il fiato non c'era più, proprio perché avevano speso tutto. Il bravo, davvero bravo Radovic, protagonista nei primi 3 quarti nonostante la marcatura asfissiante di Simone Lo Tufo, nell'ultimo periodo l'ho visto in difficoltà, aveva speso troppo prima. E, cosa che è successa spesso in questo campionato, i nostri vecchietti, forse perché di esperienza in campo ne hanno tanta, e si sanno gestire, alla fine prevalgono sempre. Nonostante la veneranda età media (che smettendo di scherzare, quest'anno nonostante l'anno in più, è diminuita).
Una cosa,  su Gonzalez, smettetela di dire che usa i gomiti, Gonzalez è il miglior centro di questo campionato, è una montagna e fa' paura solo a guardarlo, non ha bisogno dei gomiti per farsi largo, basta la sua muscolatura.
Finalmente
Sono riuscito a caricare la partita con la Pielle Matera su Youtube

domenica 25 marzo 2012

CTR AUXILIUM Senise- Montescaglioso 74-54 Tabellini

CTR AUXILIUM Senise 74
Roseti n.e., Sassano n.e., Lo Tufo 3, Marchese 15, Gonzalez 8, Palazzo 10, Kos 16, Ragazzo n.e., Pennella n.e., Viviano n.e., Femminini 22. Coach Festa ass. Di Monte
Pielle Matera Montescaglioso 54
Acito 5, D'Ercole 13, Larocca 15, Resta G. 7, Resta E.D. 6, Vignola 2, Centrone 4, Tralli n.e. , Passarelli n.e., Mango n.e., Radovic 2. Coach Cotrufo ass. Ambrico
Parziali: 20-16, 38-35 (18-19), 52-46 (14-11), 74-54 (22-8)
Arbitri Scognamiglio e Giustino.
Note: nessuno uscito per 5 falli, tecnico alla panchina del Senise

sabato 24 marzo 2012

Derby lucano

Primo derby lucano per il CTR AUXILIUM Senise, domani alle ore 18,30 (mezzora in più rispetto al solito orario di gioco) incontriamo il Montescaglioso (Pielle Matera).
La squadra di coach Cotrufo nella fase è arrivata al quarto posto del girone A (quello più forte, a detta di tutti i detrattori del CTR Auxilium) con 26 punti, quindi 13 vittorie e nove sconfitte.
Lo scorso anno ci incontrammo solo nei play-off, ai quarti e passammo il turno con un secco due a zero, secco ma che nascondeva due partite tiratissime, la prima vinta in casa 73-70, la seconda a Montescaglioso 73-67. Su queste due partite io e l'amico Cotrufo, la pensiamo in maniera opposta, io sono convinto che nonostante la vittoria di soli 3 punti in casa abbiamo dominato, mentre a Monte rischiato di brutto, lui la pensa esattamente al contrario. A Montescaglioso gran partita, quasi perfetta, di Andres Bartoli (che saluto, grande atleta e grande persona). Le squadre sono cambiate, a noi mancano il citato Bartoli, Pairone (ora gioca lassù al nord), Durante, Pernice (gran protagonista a Montescaglioso) Longo e Marino, sostituiti da Gonzalez, Kos e Lo Tufo, ed il rientrante Sassano. A loro manca la coppia straniera Milton Nucci (e Milton è Milton, mica uno qualsiasi), Skara, Ambrosecchia (che giocatore!!!), alcuni giovani (credo, non lapidatemi se sbaglio, Racanelli, Troise Sillettti, tutti tornati a giocare a Santeramo), sostituiti da Radovic, giovane play slavo di cui si sente un gran bene, il fratelli Resta (che giocavano sempre nel Montescagliso due stagioni fa'), il pivot La Rocca (idem), ed il giovane Centrone che ha il doppio tesseramento Bawer Matera (Div. naz. A, la vecchia Serie B).
Due squadre quindi profondamente rinnovate, non possiamo far riferimento al passato, anche se recente.
Si ritorna in campo dopo la brutta partita di Arzano, capace di battere l'imbattuta Senise, ed anche il Montescaglioso, a Monte, nell'ultima della partita della prima fase (51-54).
Gonzalez scalpita per giocare, il dito è ancora immobilizzato, forse con un tutore sarà in campo.
Spero naturalmente in un pronto riscatto, è inutile dire che è una partita un po' più sentita, è un derby, speriamo anche in un bel gioco, le due squadre sono entrambe piene di talento e di giocatori di ottimo livello. Tutti alle ore 18,30 in Palestra, i ragazzi di coach Festa vogliono essere vezzeggiati, vogliono tanto ma tanto tifo e tanto pubblico ad applaudirli.

P.S. Ci voleva la prima sconfitta per far scatenare i detrattori della Pall. Senise. Da quelli di Senise, che sembra aspettavano la prima debacle per gioire e sputare veleno, a quelli di fuori, dal tifoso Arzanese che solo perché ci hanno battuti pensa che la sua squadra sia diventata la seconda forza del campionato, che le nostre vittorie siano frutti di corruzione da parte del nostro presidente alla federazione (con tutte le ingiustizie subite, questa mi è nuova), al solito Rocco, che dopo la figuraccia fatta (si spacciava per tifoso, del e di Senise, auto-smascheratosi con una gaffe clamorosa) non si è firmato ma ha cercato di mettere zizzania con la comunità Arzanese (di Arzano conosco solo due palestre e qualche dirigente, come potrei offenderla), addirittura a Fefe' mitico distorsore della realtà, tifoso della squadra che non cito, che sta facendo un onesto campionato di C1, che era da tempo che non interveniva sia sul blog che su tuttobasket. Tanto fango, a cosa è dovuto, a paura, invidia o quale altro pessimo sentimento?
Un grazie sentito al tifoso Mario (non è il presidente), l'unico che su questo blog ci sostiene e ci ha sostenuto sempre, l'unico che ci ha riconosciuto i meriti   che ci siamo conquistati sul campo (la squadra ) e fuori (noi dirigenti) per gli sforzi che stiamo facendo e che abbiamo fatto. 
Per tanti, troppi, tutto è dovuto.

mercoledì 21 marzo 2012

novantacinquevirgolaventiquattopercento

Nel 1992 gli Aereoplani Italiani fecero un Album (uno dei miei primi cd, ero passato da poco dal vinile al digitale), molto innovativo, con brani che solo artisti di peso superiore potevano pensare, alcuni "visionari" e strani, anzi più che strani, insoliti.
Dalla filastrocca del bancario stressato e quasi al limite della pazzia di "Mariomonomandatario", a "Stile Libero" una canzone che ti prendeva per il ritmo e ti faceva urlare a squarciagola, brano che divento' la denominazione della società di sport dilettantistico affiliata al CSI (Centro Sportivo Italiano)che insieme ad alcuni amici fondammo, e naturalmente l'inno che cantavamo a squarciagola prima di una partita di calcetto, di basket, o  di pallavolo. Una bella, ma non la più bella, era 15 amandoci, perché dava i numeri, nel senso che misurava tutto, dall'amore, alla coppia, alla stessa coppia in caso di crisi etc.
E io voglio fare lo stesso misurare il nostro campionato, ed il risultato è il titolo del post, 95,24% (diconsi novantacinquevirgolaventiquattropercento). Che è la percentuale di vittorie di questa stagione. Certo, centovirgolazerozero suona meglio, e spero di intitolare il post dopo la partita di domenica prossima con il Montescaglioso novantacinquevirgolaquarantacinquepercento.
Parliamo della partita di domenica, la nostra prima sconfitta.
La più brutta che abbiamo giocato, non perché abbiamo perso, bastava un pizzichino pizzichino di qualcosa che non nomino per vincerla, non guardate il punteggio finale, i dodici punti, ma quello dei tempi regolamentari, 68-68.
E non è certo l'Arzano la squadra più forte incontrata quest'anno, non è il Mugnano di inizio stagione, il Savoia o il Santa Maria a Vico, il Casaurea. Ha giocato bene, con un immarcabile Barbato, autore di 28 punti, alcuni in acrobazie  alla Jordan. Merito all'Arzano,  ma la partita l'abbiamo buttata, sia per i troppi errori, sia per quello che è il nostro più grande difetto. Sembriamo dei bambini che quando vogliono il gelato non sentono ragioni, lo vogliono e basta, inutile che la mamma  faccia presente che ci sono dieci gradi sotto lo zero, che hai appena cenato, che sei allergico al latte. Il gelato altrimenti frigno.
Abbiamo giocato male, ma quello che ci ha fatto perdere è stato il troppo, e affondo il coltello nella piaga dicendo ingiustificato, nervosismo.
Voglio capire che il Sig. Palmieri, uno dei due arbitri ti indispone con il suo atteggiamento, l'avevamo notato tutti a Savoia, non su di noi, ma sugli avversari, con un fallo tecnico dato al coach Annunziata (tecnico che mi ha colpito per la sua sportività, oltre che bravura perché i suoi ragazzi sono davvero messi bene in campo) che  "protestava" ma in maniera molto educata.
Tre tecnici, uno dopo appena due minuti e non su una plateale protesta al ns. coach, due in momenti topici, e sempre su lamentele, non proteste, su errori grossolani di valutazione, oltre due falli antisportivi di cui uno nonostante sono andato a rileggermi il regolamento ancora non ne capisco le motivazioni, l'altro sacrosanto.
A proposito di regolamenti, chiedo scusa pubblicamente al refertista, aveva ragione lui, il cronometro dopo un libero sbagliato non parte appena tocca il ferro, ma quando la palla tocca o è toccata da un giocatore. Una spolverata al regolamento almeno ogni mese la dovrei fare non solo io, ma un po' tutti.
Questa partita ha anche confermato un mio pensiero, siamo una squadra squadra, compatta, forte, la piu' forte che ho mai visto a Senise, che riesce a far quadrato in caso di necessità sopraggiunta per un qualsiasi motivo, che siano falli, malattia o squalifica, tranne a mancare sia Gabriel Gonzalez. Non sto dicendo che è il più bravo, offenderei i suoi compagni, sto dicendo che il suo "peso" in campo si sente, che gli avversari devono fare gli straordinari per limitare i danni. Ora fa' anche il bulletto, dice che lui è l'unico a non aver perso nessuna partita.
Non è entrato in campo perché nell'allenamento di giovedì si è lussato un dito della mano sinistra, credo il mignolo, e quindi è venuto per stare in panchina ed entrare in campo solo in caso di necessità.
Mi direte, e non c'era questa necessità?
Discorso lungo e complicato. Dopo i primi due quarti, il sentore c'era, e lui si è tolta "l'imbragatura" che gli avevano fatto in ospedale, si è fatto fare una fasciatura dal medico presente in campo, ed ha cominciato a riscaldarsi. Perché non è entrato? Perché quella banda di pazzoidi dei suoi compagni ha iniziato a giocare bene, a prendere vantaggio, fino ad arrivare ad un + 10 a poco dalla fine. Poi il nervosismo, la stanchezza (tutti in campo per troppo tempo), l'arrembaggio dell'Arzano, i tecnici già detti, e siamo riusciti a farci raggiungere. Nel supplementare non è entrato, sia perché i compagni erano boccheggianti, sia perché rischiare un colpo o una nuova lussazione per una partita che non ci toglie assolutamente niente, non era il caso. Per quanto possa sembrare cinico il discorso, dobbiamo pensare ai play-off, un infortunio lungo (in caso di una nuova lussazione, quasi certo è l'intervento) non è proprio il caso. Questo non significa che non onoreremo le partite, già da quella (è un derby) di domenica contro il Montescaglioso (Pielle Matera). Domenica la partita è alle 18,30 mezz'ora in più per evitare il sole in palestra che acceca i giocatori.

martedì 20 marzo 2012

Arzano - CTR AUXILIUM Senise 84-72 dopo 1ts

ARZANO 84
Renella, Barbato 28, Ciampaglia n.e., Capasso 4, Fevola C. 11, Iorio 7, Savarese 16, D'Angelo 6, Russiello, Rinaldi 2, Fevola M. 8. All. Ciampaglia
CTR AUXILIUM Senise 72
Viviano, Sassano, Lo Tufo 11, Marchese 12, Gonzalez n.e., Palazzo 16, Kos 24, Ragazzo n.e., Pennella, Femminini 9. Coach Festa, vice Di Monte:
Arbitri: Palmieri di Caserta, De Luca di Santa Maria a Vico
Parziali: 19-15, 34-33 (15-18), 45-50 (11-15), 68-68 (23-18), 84-72 (16-4).
Note: spettatori 50, usciti per 5 falli Kos e Marchese (Senise), Iorio (Arzano). Tre falli tecnici al Senise, due  falli antisportivi sempre al Senise.

sabato 17 marzo 2012

Si riparte



Si riparte con il campionato, da domani (alcune partite sono anticipate ad oggi) iniziano le due fasi ad orologio, quella promozione e quella retrocessione. Alla prima partecipano le prime otto dei due gironi, a quella retrocessione quattro squadre del girone A (dal nono al 12 posto) e tre del girone B (il nostro, una di meno a causa del "ritiro" del Marigliano).
I nostri incontri, sei in tutto, sono i seguenti:
Arzano (18/3, fuori), Montescaglioso (25/3 in casa),  Capua (31/3 fuori), Castellamare di Stabia (in casa 5/4),  Virtus Matera (fuori 14/4) e ultima Scafati (22/4 in casa).
In questa fase i punti già fatti vengono mantenuti, si sommano quelli conquistati. Le classifiche restano due e separate, quelle del girone A e quelle del girone B. Insomma queste partite servono (per le altre non per noi o il Maddaloni) solo per la posizione nella griglia dei play-off e per la possibilità di disputare la bella in casa.
Molti mi chiedono su un eventuale scontro con il Maddaloni chi ne possa uscire vittoriosa. Non è possibile incontrarci, tranne se in un'amichevole, infatti i play-off si fermano alle semifinali, e, sempre se tutte e due continuano il cammino intrapreso ad inizio stagione, non c'è possibilità di incrocio.
Un turno di riposo per tutti: questa settimana è servita per ricaricare le batterie.
Un duro allenamento è stato fatto la scorsa settimana, venerdì dopo la seduta diciamo "normale" diretta da coach Massimo Festa, subito dopo potenziamento a cura del vice coach Di Monte e del dirigente Giuseppe Fabiani. L'importante e pesante preparazione è continuata nella campagna di un altro dirigente, Francesco Sassano. Ha iniziato coach Festa con il riscaldamento con un assaggio di salame calabro, subito dopo la fase centrale dell'allenamento a cura prima del coach Di Monte, che come esercizio ha preparato orecchiette con un ragù di carne leggermente piccante e involtini di carne (ottimi). 
Ha proseguito gli esercizi il dirigente Fabiani, con salsiccia arrostita e costata di maiale. Ha dato il meglio di sé il nostro pivot Filippo Ragazzo, che ha fatto tre ripetute per entrambi gli esercizi. Poi la fase de-fatigante è stata curata dallo junior Viviano con una dolce con crema al limone, e da Gabriel Gonzalez, che dall'alto della sua esperienza ha concluso l'allenamento con un gustoso tiramisu'.
Una volta tanto ho partecipato attivamente all'allenamento, distinguendomi in particolare nella specialità dell'involtino al sugo. 
Allenamento pesante assai, meno male che mancava una settimana alla partita con l'Arzano, altrimenti sai quante tossine nei muscoli. 

domenica 4 marzo 2012

vittoria dopo vittoria

Super Rocco
VENTI, dico VENTI vittorie, 10 in casa, 10 in trasferta, chi di voi lo pensava prima dell'inizio del campionato alzi la mano.
Quanti emuli di Pinocchio: tutti ad alzare la mano. Leggetevi i commenti nei post di pre e inizio campionato e vedrete che mai una stagione era iniziata con così poco entusiasmo. E non parlo dei commenti di "Rocco", che è solo un provocatore e che invito nuovamente così come feci a settembre di evitare di leggere questo blog. Nuove provocazioni, queste però le ho sentite anche da addetti ai lavori: il girone A era più forte.
Mi auguro che ai ragazzi, da capitan Femmini a SUPER ROCCO Palazzo (che partita ieri, SPETTACOLOSA), continui questa voglia di far record. Perché come già vi ho detto, questa fase ad orologio non può aggiungere il minimo vantaggio all'AUXILIUM CTR Senise. Primi siamo e primi saremo, anche perdendo tutte le partite. Possiamo essere raggiunti dal Savoia, ma con loro (come con tutte) abbiamo vinto tutti e due gli scontri diretti.
Parlo un po' di questa fase ad orologio. Le prime otto di tutti e due i gironi incontreranno sei squadre del girone avversario. Le tre che hanno un posto in classifica subito dopo quello conquistato (nel nostro caso il primo, quindi seconda,terza, e quarta) in casa. Fuori casa le tre con hanno avuto un posto migliore (nel nostro caso non ci sono squadr migliori e quindi incontriamo l'ottava, la settima e la sesta).
Per capire meglio faccio l'esempio della quarta del ns. girone. il Casaurea (giunto a pari punti con il Moemartini Benevento, ma classificato prima perché vincitore di entrambi gli scontri diretti).
Il Casareua incontrerà in casa quinta, sesta e settima del girone A, fuori casa prima, seconda, terza sempre dell'altro girone. Complicato? Più a scriverlo che nella realtà.
Quali sono le nostre avversarie (in parentesi i punti, tenete conto che hanno giocato due incontri in più)? In casa Pro-loco Scafati (32), Stabia (28), Montescaglioso(26). Non incontreremo il Cala Moresca, arrivato a pari punti con il Montescaglioso ma negli scontri diretti la Pielle ha vinto tutti e due gli incontri.
Fuori casa incontro con la Virtus Matera, Capua ed Arzano. Una trasferta a soli 100 Km mi sembra un sogno, speriamo che Durante e Albanese non la facciano diventare un incubo.
Partita di ieri. Partita per provare gli schemi. Kos è stato in panchina, giustamente coach Festa ha preferito (non ha ancora del tutto assorbito una ginocchiata nella coscia ricevuta nella precedente partita casalinga) farlo riposare. Primo quarto all'inseguimento, quintetto iniziale Palazzo, Lo Tufo, Sassano, Gonzalez ed il miglior giocatore regionale lucano (questa mattina è stato premiato in questo modo) Femminini. Secondo quarto giocato meglio, ma sempre all'inseguimento, terzo quarto giocato bene in difesa, poi ultimo quarto alla nostra maniera. Bravissimo Antonio Viviano, appena entrato, in meno di trenta secondi 5 punti, un canestro su assist in caduta (praticamente da terra) di Palazzo, subito dopo una tiro da tre liscio-liscio sotto lo sguardo colpevole di un giocatore del Solofra che lo aveva lasciato solo soletto.
Poco pubblico, eppure era stata pubblicizzata e tanto che la partita eccezionalmente era di sabato (perché tutte le partite devono essere concomitanti).
Una settimana di vacanza, 18 marzo si riprende, iniziamo Fuori casa con la sesta arrivata del girone A, l'Arzano di Ciampaglia e dei fratelli Fevola (ex Monte di Procida entrambi).

C.T.R. AUXILIUM SENISE-SOLOFRA 84-55

C.T.R. AUXILIUM SENISE: 84
Viviano 5, Sassano, LoTufo 14, Marchese 15, Gonzalez 10, Palazzo 19, Kos n.e., Ragazzo 2, Pennella 2, Femminini 17. All. Festa Vice All. Di Monte.
SOLOFRA: 55
Guarino n.e., Napodano 13, Lambiase 6, Nigro 13, Luongo 9, Presutto 2, Spera 6, Esposito 6.
All. Iannacchero
Arbitri: Salvitella di Napoli ed Esposito di Somma Vesuviana (NA).
Parziali: 17-18, 23-15 (40-33), 13-7  (53-40), 31-15 (84-55)

sabato 3 marzo 2012

Ultimo ostacolo al record è il Solofra

Femminini, miglior cestista regionale 2011-2012
Premiati del
4° Memorial EDMONDO LANDI 2 “Cestista dell’anno 2011-2012

Categoria CESTISTA REGIONALE
Cristian Femminini, classe 1974, cresciuto nelle giovanili del Ravenna e del Cervia, ha giocato nelle seguenti squadre Forze Armate Roma, Porto San Giorgio, Riva del Garda, Pallacanestro Brindisi, Potenza 84, Basket Ruvo, Lamezia Terme, Olimpia Matera, Battipaglia, Team Basket Potenza, Basket Melfi, ancora Potenza 84, in A dilettanti e da tre stagioni gioca nel Senise. 



Come spesso accade, uno dei nostri atleti è stato premiato come miglior atleta regionale (cioè dalla C2 in giù). Come Senise non abbiamo nessun merito, ma almeno concedeteci che i nostri giocatori li sappiamo scegliere (quasi sempre :-(  )
Sono contento per Cristian, davvero meritato il premio, nella sua carriera ne ha vinti molti, e non solo (sfottò!!!) perché è molto lunga, diciamo quasi da pensione. Finito lo sfottò aggiungo che il premio giunge in quella che è senza dubbio la sua migliore stagione a Senise, lo ha meritato, e a lui vanno i complimenti miei personali, della società e di tutti i tifosi di Senise che apprezzano la tecnica di questo gigante friulano di nascita, lucano di adozione.
Parliamo del campionato. Nonostante la mia assenza a Cercola hanno vinto lo stesso, ridimensionando il mio ruolo nella squadra. Sono forti di loro, e hanno vinto di forza, contro un avversario già qualificato per i play-off ma che tentatava di prendere i due punti per una migliore base di partenza per la seconda fase.
Un super Gonzalez, mi dicono, accompagnato da tutti.


In settimana c'è stato l'ultimo recupero Casavatore-Meomartini BN. O meglio, non c'è stato, ha perso il Casavatore a tavolino, 0-20, perché il medico (obbligatoria la sua presenza in campo) ha fatto qualche minuto di ritardo. Mi spiace, e non solo perché penso che le partite si vincano sul campo, ma anche perché il Casavatore è una delle società più corrette che conosco, non è un caso che ci sono ottimi rapporti con loro. L'ultima dimostrazione della serietà della società l'ho avuta, meglio l'abbiamo avuta nel recupero di giovedì 23 febbraio.
Si sono spenti improvvisamente i visori dei 24 secondi, siamo andati nel panico non capendo il motivo (alla fine era il più semplice del mondo, era scattato il salvavita). Il presidente del Casavatore ha subito detto che la partita si doveva giocare lo stesso, anche segnalando con dei fogli il tempo rimanente, non ha cercato in nessuna maniera di avvantaggiarsi della situazione. Grande signorilità, è nel DNA di tutta la dirigenza del Casavatore.
Ultima partita, in un commento ho detto che già siamo primi nella griglia dei play-off anche perdendo tutte le partite. Fatti con più calma i calcoli, non è vero ci servono due punti, speriamo siano quelli di stasera.


Ho letto un articolo sulla siritide, penso sia stato fatto dall'addetto stampa della Virtus Matera, non è firmato. Lasciamo perdere la "querelle" tra me e la redazione della siritide sull'opportunità di "firmare", cioè indicare chi è che ha scritto, non ne sono sicuro perché parla anche della Pielle, e non credo che facciano comunicati comuni.
Già nel titolo viene candidata la Virtus come pretendente alla C1, nel testo anzi, nonostante ancora non sia stata raggiunta la qualificazione ai play-off, anche molto vicina (Maddaloni non deve perdere con la Partenope, la Virtus deve vincere a Telese), già sono i favoriti, avendo roster "che non ha nulla da invidiare sia al Senise che al Maddaloni". Che il roster sia ottimo (non a livello del Maddaloni, è un mio parere però) nessuno lo mette in dubbio, l'aggiunta di Albanese che conosciamo benissimo ha portato quel quid in più che si somma alla sostanza (Durante, Marino, Filazzola, German e altri che però non conosco) e che né fà un team molto pericoloso.
Che però anche il gioco sia superiore a quello nostro e a quello del Maddaloni lo può dimostrare solo il campo, lo vedremo presto in anteprima a Matera nella fase ad orologio, lo vedremo ulteriormente se il cammino nei play-off ci rimetterà contro (e ricordiamo che l'eventuale bella è a Senise).
Lo scorso anno avevamo un roster inferiore di un pelino al Benevento di coach Patrizio, non siamo arrivati nemmeno in finale. Sento tutti dire che quest'anno è più debole, forse è sintomo dell'inquinamento ambientale, sarà colpa delle estrazioni del petrolio. Come se aggiungere gente del calibro di Gabriel Gonzales, di Simone Lo Tufo o Dominik Kos sia stato prendere i primi che capitavano. Sono tre giocatori che hanno due meriti immensi, quelli di fare un gran campionato, e, il secondo, quello di far giocare (nel caso di Lo Tufo e Gonzalez) anche i compagni di reparto in maniera superlativa. Ditemi un po' due nostri grandi giocatori come Palazzo e Femminini li avete mai visti affiatati e sussidiari, con i compagni di reparto in questi anni? Non è solo merito loro, quando si vince tante paure che ti frenano spariscono, e ditemi, qualche merito all'allenatore Festa lo dobbiamo tributare?
Qualunque sarà il risultato finale, e capitemi bene, io della promozione sono convinto, questa sarà la stagione dei record, la migliore mai fatta dal Senise. E per questo voglio ringraziare tutti, parto dal pubblico, agli sponsor, i giocatori e spero che stasera qualcuno del pubblico li chiami uno a uno per un giusto omaggio a questi ragazzi:
Rocco Palazzo, Antonello Marchese, Simone Lo Tufo, Dominik Kos, Filippo Ragazzo, Cristian Femminini, Gabriel Gonzalez, Rosario Sassano, Vittorio Pennella, Antonio Viviano, Giuseppe Gazzaneo, Gianmaria Le Rose, a Dino Di Monte per il doppio ruolo di vice-allenatore e giocatore,a coach Massimo Festa.
Ultimissima notizia, domani alla ore 10,00 sempra alla palestra dell'ITCG Sinisgalli, partita dell'under 14, contro i pari età del Bernalda.
Scusatemi se ci sono errori, sto pubblicando senza nessuna rilettura, devo scappare a pranzo, sono ospite.