domenica 28 aprile 2019

Ottavi play off: Pozzuoli - Spesì Pall.Senise

Iniziano i play off con gli ottavi, a Pozzuoli (quarta del girone A) alle ore 18 di oggi 28 aprile.
Per una coincidenza è stato l'ultimo incontro disputato della fase ad orologio, ed è terminato con una nostra vittoria, ancora più esaltante perché la squadra era molto incompleta, senza tre giocatori importanti come Durante, Lotufo e Sassano.Un buon auspicio ma niente più, ogni incontro fa storia a se. Oggi dovremmo essere al completo, anche se su Durante c'è qualche interrogativo.
Forza ragazzi, regalateci un bel sogno.

sabato 20 aprile 2019

Vittoria epica: Pozzuoli -Spesì Pall. Senise 62-67

Spesso nei titolo di articoli (o post) si leggono paroloni (uno dei più odiosi è "asfaltato"), vere esagerazioni. Forse anche "Vittoria epica" lo è, ma vincere a Pozzuoli è stata davvero un'impresa.
Prima di tutto per il valore degli avversari, che hanno concluso al quarto posto dopo la fase ad orologio il girone A. E che sarà il nostro avversario nuovamente negli ottavi dei play-off, ma di questo parleremo dopo.
Poi perché per infortuni eravamo solo in cinque più il giovane Vittorio Amendolara, bravo ma ancora non pronto per questi incontri (anche se in crescita avanzata, lui ha iniziato tardi a giocare).
Premetto, non ero a Pozzuoli, non ho più l'età per permettermi di tornare alle due di notte per svegliarmi alle sei per andare al lavoro,  ma mi è bastato sentire l'orgoglio nella voce del presidente Totaro, e lo stesso orgoglio l'ho riscontrato nei messaggi Whatsapp con coach Daraio.
Per vincere una partita dove non hai cambi devi essere una squadra compatta, intelligente, giocare di squadra. Ed i tabellini lo dimostrano, tutti e cinque in doppia cifra, con Gonzalez (che ci è mancato, e tanto in questa fase ad orologio) primatista con 19.  Se vinci senza Durante, Lotufo e Sassano, vuol dire che sei una squadra, sei compatta e non temi nessuno. E continuiamo ad essere compatti anche nei play Off.
Ci siamo qualificati come quinta del girone B, con 36 punti, gli stessi del Secondigliano, ma la differenza punti è a loro vantaggio, grazie alla partita esterna persa, quella finita in due contro cinque. Qualche rimpianto per qualche punto perso, il terzo posto non era una chimera (Koinè, 38 punti).
Incontreremo al primo turno lo stesso Pozzuoli, con lo svantaggio che l'eventuale bella sarà giocato in trasferta. In campo si torna quindi domenica 28 aprile, nuovamente a Pozzuoli.
Il presidente Totaro mi ha chiesto di ringraziare dirigenti e pubblico del Pozzuoli, ospitali e corretti, e io lo faccio con piacere. Che dire, siamo in gioco, giochiamo, l'obiettivo di inizio stagione è stato raggiunto, ma abbiamo ancora fame.
Tabellini
Coluccio 11, Gonzalez 19, Ruggeri 10, Loperfido 15, Housni 12, Amendolara n.e., coach Daraio
Parziali: 16-15, 11-18 (27-33), 17-17 (44-50). 18-17 (62-67) 

domenica 14 aprile 2019

Ultima partita casalinga della fase ad orologio

Penultima partita della fase ad orologio del campionato di serie D, ultima casalinga per lo Spesì Pallacanestro Senise, che affronta alle ore 19,00 di oggi, domenica delle palme, l'ENSI Basket Caserta. Poi mercoledì alle 20,30 a Pozzuoli conclusione, prima dei play off.
Partita importante quella di stasera, serve la vittoria. Serve perché la fase ad orologio per la pallacanestro Senise è stata un disastro. Forse peggio.
Delle quattro partite disputate una sola vittoria, alla prima giornata, molto sofferta contro l'AICS Caserta (65-62), poi tre sconfitte, fuori casa contro il Roccarainola 79-53, in casa, e questa è stato un regalo terribile, 63-66 con l'Afragola, poi fuori con il Torregreco, nonostante un'ottima prestazione per 82-79. Abbiamo finito la fase regolare al quarto posto, ed il rammarico era tanto, ma non mi sarei mai aspettato tante partite perse nella fase ad orologio. Avevamo quattro punti di vantaggio sulla quinta, il Secondigliano, e sei sul Succivo. Il quarto posto avrebbe comportato che nella prima partita (ottavi di finale) dei play-off avremmo avuto il vantaggio di giocare l'eventuale bella in casa.
Il Secondigliano di vittorie ne ha fatte quattro. Non solo ci ha sorpassato, ma ha il vantaggio dello scontro diretto, grazie alla partita finita in due. Dovremmo vincere tutte e due le partite rimasta (e possiamo farlo) ed il Secondigliano perderle tutte e due per scavalcarlo (e possiamo solo sognarlo).
Quindi quarto posto quasi un sogno. Ma dobbiamo anche guardarci le spalle dal Succivo, che dopo la bella vittoria di Senise (primo vero segnale che la Pallacanestro Senise del girone di andata e delle prime partite del secondo, era un lontano parente) ha prodotto una serie di vittorie impressionate, interrotta solo domenica scorsa col Piscinola.
Il Succivo ora è a due punti, ma abbiamo il vantaggio degli scontri diretti, in casa abbiamo perso di tre ma a Succivo vincemmo di 12. Quindi basta una vittoria nei due incontri residui  per restare al primo posto.
E quindi torniamo alla partita di stasera, contro l'ENSI Caserta, cerchiamo di vincerla. E a questo incontro decisivo ci presentiamo senza Lino magic Durante ( e forse anche mercoledì) per l'infortunio alla caviglia di Torregreco, forse recuperato Lotufo anche se non si allena dall'infortunio contro l'Afragola, e mancherà anche Angelo Paradiso, che vista l'assenza di Durante poteva essere della partita.
Ai "reduci" si chiede uno sforzo particolare, i due punti servono. Un'annata piena di sfortuna, non ricordo mai tante assenze per infortuni o malattie, ma anche tanti punti persi per leggerezza.
Finiamola alla grande, e invito il pubblico ad essere numeroso.

domenica 24 marzo 2019

II Turno fase Orologio: trasferta a Rocarainola

Trasferta tosta questa del secondo turno della fase ad ad orologio. Stasera alle ore 19,00 presso la palestra della scuola Morelli e Salvati la palla a due.
Nella prima fase si è classificata al primo posto del girone A, vincendo ben 20 partite su 22 incontri.
Miglior marcatore del Roccarainola è il centro Auriemma, 155 punti, media 14,1. Un centro che se non sbaglio è una montagna, alta e muscolosa. Ci sarebbe servito Gonzalez per contrastarlo, speriamo che l'agilità di Housni e Paradiso sia sufficiente. Ci rechiamo ad armi spuntate, anche Lo tufo non sarà della partita, dopo la spintarella della partita precedente.
Ma la Spesì Senise già ha mostrato che nei momenti di difficoltà, sa' compattarsi e mostrare il meglio di se.
Per tenersi aggiornati sulla partita, seguitemi su facebook.

domenica 17 marzo 2019

Duri a morire: Spesì Pall.Senise-ACSI Caserta 65 a 62

Vi chiedete perché invece della solita fotografia c'è il video della famosa frase estratta dal marchese del grillo "Io sono io, e voi non siete un cazzo!", Perché è la cosa più vicina a quella detta dal presidente dell'AICS Caserta, che oggi, secondo le parole urlate dopo la fine della partita, si recherà in Federazione a protestare "Io sono membro di una commissione in Federazione", questo dopo averci (intendo tifosi della Pallacanestro Senise) denigrato con tanti epiteti.
E quindi si spiegano anche i tanti trattamenti di favore ricevuti dalla sua squadra. Arbitraggio con due metri di valutazione, dai falli antisportivi ai tecnici, ai falli inventati chissà perché sul giocatore più pericoloso (Lino Durante, che ha passato buona parte del'ultimo quarto in panchina), alla possibilità del loro tecnico, di urlare, non stare mai nell'area tecnica, insultare e minacciare il pubblico.
E per non parlare del novello marchese del Grillo che non può alzarsi dalla sedia dove è seduto (al tavolo del giudici di gara) per andare in mezzo al campo per discutere con gli arbitri. Lo avesse fatto Totaro, il tecnico era assicurato. Ma lui è lui, e noi non siamo un cazzo.
Per non parlare del coach  che a fine partita ha minacciato di spaccarmi la faccia. Non mi era mai capitato, nemmeno ai tempi di Monte di Procida.
Della partita è inutile parlare, eravamo e siamo anche in assenza di Gonzalez, anche in assenza di Lo Tufo, messo fuori da un contatto dopo aver segnato un terzo tempo acrobatico ad inizio secondo quarto, e con nemmeno fallo fischiato a favore (ne voglio troppo), anche un atteggiamento che continua a durare di ostracismo da parte dei compagni a Giovanni Loperfido, che in campo sembra un volatile alle prime armi, che sbatte le ali per segnalare che è libero, anche con un Angelo Paradiso che seppur positivo, ha pochi allenamenti nelle gambe,  nonostante tutto questo, senza l'aiuto degli arbitri avremmo vinto di 30 punti. A dire la verità una mano c'è l'ha data anche quello che voleva spaccarmi la faccia, ogni volta che la sua squadra cominciava a girare bene, la rivoluzionava (una volta addirittura tre cambi in una volta) e noi riprendevamo fiato.
E visto che mi sto sfogando, continuo a sfogarmi. Io la squadra la ritirerei dal campionato, ma questo comporterebbe sanzioni, quindi non si farà. Ma Senise, il paese Senise, non merita una squadra di alto livello come la Pallacanestro Senise. Una squadra con talenti come Lino Durante, che ancora oggi, a 43 anni è uno dei leader di questo campionato. Per Gonzalez vale lo stesso, così come per Lo Tufo. O talenti puri ancora non espressi come Giovanni Loperfido( ha solo 20 anni), ne sentiremo parlare. Una squadra dove ha giocato un nazionale italiano come Cerella, che ha vinto il tricolore, o Sesma, il grandissimo Sesma. Ha giocato anche il mago delle promozioni Chahab, con un trascorso nelle nazionali giovanile argentine non indifferente, quando l'Argentina era la migliore squadra del mondo. Ha giocato Galindez, Femminini, Kreiber, Dominik KOS, Festa, De Pasquale, Rocco Palazzo, Giovanni Russelli, Manzotti, Pairone, Stefano Marino. E sicuramente ho dimenticato qualcuno. Per forza ho dimenticato qualcuno. Ebbene la Pallacanestro Senise grazie ai suoi sponsor di ogni tempo, ha fornito questi fior fiori di giocatori, continua a fornire fior di giocatori, ed il pubblico ieri sera era, togliendo familiari, fidanzate e sorelle dei giocatori, numericamente al massimo quindici persone. Vergognoso.
E a partire da oggi, un tifoso in meno.
Ps. aggiunta successiva-
Aggiungo altri nomi, altri grandi atleti che hanno calcalo la gomma (non c'era il parquet) qui a Senise, e che ho colpevolmente e vergognosamente non inserito. E qualcuno mi sfuggirà lo stesso.
Il primo è Antonello Marchese, che dopo anni di serie superiori, sposò il progetto Senise che voleva cogliere la promozione, e che grazie anche alle sue giocate riuscimmo a raggiungere.
Poi un mito  come Dino Di Monte, il guerriero, che anche se non ha giocato in serie superiori, ha dato tanto alla società. E come non ricordare Guglielmo Labaque, play sopraffino, o il "socio" di Cerella, Dante Richotti, ancora sugli allori, in serie B. così come ancora in attività Angelo Toselli.
Come ho fatto a dimenticare visto che giocava nella passata stagione uno come Ambrosecchia, campione d'europa over 35. L'unica scusa che posso dare è di tipo neurologico, in 54 anni di neuroni ne ho bruciati tanti. Un solo giocatore di nome, di gran nome, non citerò, è venuto solo a rubare i rimborsi. Un solo errore di valutazione "umana" ci sta'.
Anche se a fine carriera qui ha giocato Tiziano De Angelis, grande giocatore, e grande allenatore, anche se per una sola stagione. E che dire del cecchino Castellano. O Andres Bartoli, arrivato da noi con un palmares di 5 promozioni, ne ha conquistate altre, e ora ancora gioca, nel Montegranaro.
Ultima dimenticanza, ma non volevo inserirlo per pudore, da noi è stato pochissimo, purtroppo la malattia lo aveva già colto, il più grande giocatore che la Basilicata ha mai avuto, Edmondo Landi.

sabato 16 marzo 2019

Ore 18,00 inizia la fase ad orologio

Stasera, 16 marzo, palla a sue alle ore 18,00 al Palarotalupo inizia ka seconda fase, quella ad orologio, sei sfide con squadre dell'altro  girone , l'A per la precisione.
primo incontro in casa con l'AICS Basket Caserta, che ha concluso la prima fase aò settimo posto del girone, vincendo 10 delle 22 partite (lo Spesì Pallacanestro Senise ne ha vinte 15).
Tutti presenti con esclusione di Gabriel Gonzalez che deve scontare la seconda delle quattro giornate di squalifica, lo sostituirà all'esordio stagionale Angelo Paradiso, che insieme a Housni ricrea la coppia di lunghi della vittoria del campionato di promozione.
Non è il miglior momento della squadra,  compattiamoci e con l'aiuto del pubblico, torniamo ad essere la squadra che non aveva paura di nessuno.

domenica 10 marzo 2019

Finita la stagione regolare

Finisce con una sconfitta casalinga la prima fase, quella regolare con incontri di andata e ritorno.
Sconfitta casalinga, la seconda dell torneo, contro la prima della classe, Il Portici 2000, sconfitta pesante nel punteggio (49-71), mai avevamo segnato tanto poco, nemmeno nella partita finita due giocatori contro cinque, a Secondigliano. Stasera il Portici 2000 si gioca la finale di coppa di Lega, contro la prima in classifica del girone A, il Roccairanola,
Ci sono però notizie peggiori. Il giudice sportivo non ha accolto il ricorso contro le quattro giornate di squalifica (una già scontata), Era prevedibile, il ricorso era veritiero, non basato su scuse di comodo, e la federazione non poteva certo accettare che un arbitro potesse ammettere di non aver agito in presenza di un offesa razzista. Dal comunicato "......sentito il secondo arbitro Raffaele Vettone, il quale, confermato quanto verbalizzato nel referto di gara, precisa, su specifica richiesta della Corte, di non aver sentito alcuna offesa nei confronti del Gonzales da parte di giocatori della panchina avversaria, che peraltro sarebbe stata, se rilevata, immediatamente sanzionato ,,,,,"  
Il giocatore non era in panchina, ma in campo, quindi per la mia mente sospettosa, questo è un depistare, per rendere più verosimile la versione dell'arbitro Vettone. 
La Pallacanestro Senise è una società affiliata alla FIP, quindi ne accetta regolamenti ed ordinamenti, e quindi accetta anche la squalifica e il rigetto del ricorso. Specifico, la Pallacanestro Senise e anche Gabriel Gonzalez, con la Z finale, non con la S. Non solo le quattro giornate, ma anche il cognome storpiato. E non parliamo delle altre motivazioni, semplicemente ridicole:
"rilevato che dall’istruttoria svolta non emergono elementi che possano in qualche modo modificare l’entità delle sanzioni applicate, considerato che sono già state espresse nei minimi edittali e che il tesserato Gonzales già in passato è stato sanzionato per comportamenti offensivi e scorretti; inoltre, l’attenuante della provocazione, invocata dalla reclamante (peraltro non emersa dall’istruttoria), potrebbe essere applicata se i comportamenti sanzionati fossero stati rivolti nei confronti del giocatore avversario che avrebbe proferito le offese, ma non, come invece è successo, nei confronti degli arbitri." 
Prima domanda, quando il tesserato Gonzales è stato sanzionato? Non certo in questo campionato.
Poi ai limiti del surreale quanto affermato, "l’attenuante della provocazione,..............potrebbe essere applicata se i comportamenti sanzionati fossero stati rivolti nei confronti del giocatore avversario che avrebbe proferito le offese, ma non, come invece è successo, nei confronti degli arbitri"
Cioè un comportamento (seppur plateale) di richiesta, scusatemi il parolone, di giustizia rivolto a chi in campo ha l'autorità, poteva essere perdonato se invece era rivolto verso il giocatore colpevole.
Si stravolge ogni regola non solo comportamentale, ma logica. Quindi se si faceva giustizia da solo, era perdonabile? E gli arbitri ed il giudice sportivo, dicano, non a me, ma alla comunità della pallacanestro, come mai dirigenti e allenatore non solo hanno chiesto scusa, ma costretto a chiedere scusa a Gabriel da parte del piccolo razzista?  
Torniamo alla partita. Ci si giungeva già tesi, con un giocatore dominante come Gonzalez escluso,  scontro con una squadra fortissima, che aveva vinto tutte le partite del girone di ritorno, e che con la vittoria a Senise ha finito imbattuta Più forte del Senise. Avrei voluto dire si, ma il dubbio resta.
Resta perché  uno dei due arbitri ha deciso che la partita non ci doveva essere.
Inizio catastrofico dei nostri ragazzi, ma quando abbiamo cominciato a giocare a nostro modo, quasi rientrando, ha impedito il gioco della nostra squadra con invenzioni. Ed ha utilizzato a partire dal secondo quarto due metri di giudizio diversi. Purtroppo proprio in questa partita Lucania Tv non ha fatto le riprese, per impegni contemporanei consolidati. Altrimenti vi avrei fatto vedere un canestro da annullare diventare un canestro da 5 punti. Tiro sconclusionato del Portici alla fine dei 24 secondi che dal ferro va sulla parte superiore del tabellone, tocca il quadro elettrico dei 24 secondi, che è allocato sopra il tabellone, ed entra dentro. Perché da cinque punti? Perché ci è costato due tecnici. Per la serie cornuti e mazziati. E non è finita, Lo Tufo ruba palla a centrocampo e si invola a canestro, ma da dietro gli fanno un fallo anche plateale. E' un antisportivo, ma viene fischiato un fallo normale, che ci costa un nuovo tecnico. Pochi minuti dopo, Loperfido sotto canestro fa un fallo, anche duro ma un fallo. Ma il creativo arbitro lo interpreta come antisportivo. Non voglio pensare che lo faccia perché Loperfido aveva già un tecnico, e quindi deve rientrare in panchina. Se già ti manca Gonzalez, se Durante non è nella sua migliore giornata, se ci togli anche l'altra bocca di fuoco (Loperfido), un certo scoraggiamento ti prende. E se in quel momento stavi recuperando alla grande, è come se in un incontro di pugilato prendi un gancio che ti stende.
Certo ne abbiamo messo del nostro per uscire sconfitti, una media al tiro terribile, addirittura dalla grande distanza un solo tiro realizzato su ben ventuno tentativi. 
E dopo un campionato di vertice, con il letargo di fine inverno, ci troviamo a chiudere la fase regolare addirittura al quarto posto. 
E ora inizia la fase ad orologio, sei partite contro le squadre dell'altro girone,  in casa con la quinta (Ensi basket), la sesta (Afragola) e la settima (AICS Caserta). Fuori casa contro la prima (Roccarainola), la seconda (Torregreco), la terza (Pozzuoli).
Si inizia sabato 16, contro l'ACSI Caserta, ore 18,00 in casa.
Per le prossime partite, Gonzalez sarà sostituito da uno dei trionfatori del campionato di promozione, Angelo Paradiso. Peccato che abbia pochi allenamenti, ma Angelo riuscirà subito ad entrare in forma.

sabato 2 marzo 2019

Basket Koiné-Spesì Pallacanestro Senise 88-66

Cronaca sportiva: ci hanno fatto neri, neri, neri. Dominati per gran parte della partita, solo 5 minuti abbiamo giocato bene, tanto bene, in maniera lucida e precisa, cinque minuti che ci hanno fatto recuperare da 30 a 12 a 32-30, partita ripresa. Poi però il Koiné ha ripreso a giocare in maniera superlativa, a segnare anche canestri impossibili, e si è spenta definitivamente la luce.
Complimenti al Koiné, hanno dimostrato di meritare la classifica, considerando che hanno da parecchio tempo problemi anche per allenarsi, girovagando per avere una palestra disponibile, e candidandosi al salto di categoria.
Il risultato porta al secondo posto la squadra di San Nicola Arcella, e le speranze di raggiungere il secondo posto sono al lumicino, per essere secondi dobbiamo vincere domenica nell'ultimo incontro del girone di ritorno, e il nostro avversario è la capolista trita-sassi Portici 2000 (a Senise, al Palarotalupo, ore 18,30 e non le solite 17,30 perché tutte le partite devono essere contemporanee) e sperare non solo nella sconfitta del Koinè a Sant'Antimo ma anche della vittoria della Corporelle a Cangiani. Finendo tutte e tre le squadre a 32 punti, per la classifica avulsa saremmo secondi.
Ma voglio parlarvi d'altro, di quanto è successo. Ho aspettato oggi per scrivere il post, perché troppo ma troppo arrabbiato.
Gonzalez squalificato quattro giornate. Non discuto di questo, ha esagerato nelle proteste. Sono tante, forse troppe, ma non lo discuto.
Durante la partita, commette fallo e si autoaccusa. Uno dei giocatori del Koinè, non quello che aveva subito fallo, non dico il nome, comincia ad insultare Gabriel con epiteti a sfondo razzista.
La cosa è grave, ma si può capire, un momento di nervi può capitare, anche se non deve capitare.
La cosa veramente grave, è che a due metri, forse meno, c'è l'arbitro, non so' il nome ma è facile da individuare, quello alto della coppia, che fa finta di non sentire, non può non aver sentito.
La reazione di Gonzalez è scomposta, si reca alla panchina avversaria e dice cosa è successo all'allenatore avversario. L'arbitro, giustamente, gli fischia tecnico, e alla richiesta di sapere i motivi del tecnico, nuovo tecnico ed espulsione. Ripeto, non contesto i tecnici e l'espulsione, contesto e pesantemente il  comportamento dell'arbitro. Comportamento omertoso dettato da questo clima che sta crescendo in Italia, questo clima razzista? Non lo so, l'unica cosa di cui sono certo e che nei corsi per arbitri deve essere messo al primo posto l'insegnamento che l'autorità non è autorevolezza.
Gli arbitri della partita sono riusciti già nel primo quarto ad indispettire il pubblico casertano, un tecnico dato ad un loro giocatore che chiedeva lumi su un fallo che anche a me nonostante la mia obiettività prossima allo zero, non mi era sembrato fallo. E se fischi un tecnico per una richiesta di chiarimento fatta con le modalità del giocatore del Koiné, allora le partite finirebbero con 10 espulsioni per parte.
Gabriel ha l'altra sera più volte espresso la volontà di ritirarsi, spero di no, la sua carriera cestistica magnifica, fatta di tante stagioni da protagonista, di promozioni in serie superiori, di salvezze impensabili (quando l'ho conosciuto), di partite e prestazioni indimenticabili.
Carriera che non merita di finire con queste giornate di squalifica. Finisco con una frase famosa, "Hanna passa' a nuttata"
Tabellini
Basket Koiné San Nicola La Strada 88
Izzo 2, Caso 7, Russo 6, Palmese 9, Caduto 2, Del gaudio 17, D orta 27, Porfido 2, Riello 2, Terracciano 6, Funari 8. All. Centore
Spesì Pallacanestro Senise 66
Durante 25, Housni 12, Loperfido 13, Ruggieri 8, Lo Tufo 7, Coluccio 1, Gonzales 0, Sassano 0
. Coach Daraio

martedì 26 febbraio 2019

Domani recupero a Caserta: Koinè-Pall.Senise

Dopo il rinvio della partita di sabato per le brutte condizioni atmosferiche, il recupero si disputerà domani mercoledì 27 febbraio, alle ore 20,15. Il Basket Koiné di San Nicola la Strada, da un bel po' di tempo è costretto a girovagare per le partite casalinghe, ed anche per gli allenamenti, in quanto il palazzetto di San Nicola non è disponibile.
Incontro importante, perché ci si gioca il secondo posto. In caso di vittoria dello Spesì Senise, il secondo posto diventa automatico, anche perdendo l'ultimo incontro, in casa,contro la capolista Portici 2000, In caso di sconfitta, ma di massimo nove punti, le partite dell'ultima giornata diventerebbero decisive, con un terzo incomodo, la Basilicatasport Potenza.
Ricordo che le posizioni sono importanti per la futura griglia delle partite del girone ad orologio, dove si incontreranno sei squadre del girone A. Girone dominato da due squadre, il Roccarainola  e il Torregreco entrambe a 38 punti (hanno perso solo due incontri) seguiti a distanza dal Pozzuoli a 26 punti-
Dopo qualche anno che mi occupo di pallacanestro, l'unica convinzione che mi sono fatto è quella  che a fare troppi calcoli alla fine te ne penti.
Sarà certamente un bell'incontro, con due squadre che giocano a basket, e solo a basket.
Al solito, vi terrò informati sul mio profilo facebook, con cadenza almeno dei parziali.

domenica 24 febbraio 2019

I tre moschettieri

Non solo la squadra di serie D ci sta dando soddisfazioni, ma anche le giovanili.
Oggi a Bernalda si disputava la fase provinciale (in deroga abbiamo giocato in provincia di Matera, molto meno distante di Potenza, per non parlare delle condizioni atmosferiche) dello Join the Game 2019, manifestazione maschile e femminile di basket 3 vs 3, dedicato agli under 14 e under 13.
I nostri 3 moschettieri, in ordine da sinistra Francesco Ziella, Francesco Lobianco e Gabriele Palermo, hanno fatto un ottima figura nella categoria under14, vincendo 5 dei 6 incontri disputati, soccombendo solo alla Virtus Matera. E con queste cinque vittorie si sono qualificati alla fase regionale.
Complimenti ai ragazzi e ai due coach, Salvatore Cavallo e Francesco Lapolla, continuiate così, sia nel Join the game che nel campionato under14 insieme ai vostri compagni.
FORZA PALLACANESTRO SENISE,

martedì 19 febbraio 2019

Spesì Pall.Senise-Sant'Antimo 75-63


Arriva la 15esima vittoria, e con essa si conferma il secondo posto, solitario per il momento, in attesa del recupero tra Basket Koiné e Secondigliano, che in caso di vittoria del Koinè porterebbe anche l squadra casertana al secondo posto.
Se uno guarda al risultato, uno scarto d 14 punti, può pensare che sia stata una partita a senso unico, invece è stata molto equilibrata. Leggera supremazia della Pallacanestro Senise, ma il Sant'Antimo sempre vicino e a 5 minuti era a soli 4 punti (63-59).
Poi una tripla di Lo Tufo è stata provvidenziale ed è stato il punto di svolta.
Dopo aver dato forfait al precedente incontro Giovanni Loperfido si è fatto perdonare con una prestazione straordinaria, 27 punti a referto e tanta personalità. Non dimentichiamo che è un ventenne.
Parliamo anche degli altri incontri del nono turno. Attesissimo il derby potentino, quello tra il CUS Potenza e la Corporelle Potenza. Come spesso accade (anche l'andata fu decisa negli ultimi due minuti) la classifica nei derby non conta, e la vittoria per 102 a 92 è andata al CUS Potenza di coach Luongo.
Piccola grande soddisfazione, il mini torneo tra le tre lucane, è stato vinto dalla Pallacanestro Senise, 8 punti, tutti e quattro gli incontri, mentre una vittoria a testa per il CUS e per la Basilicatasport.
Restano solo due incontri alla fine della fase regolare, e che incontri! Domenica ci si gioca il secondo posto a San Nicola La Strada contro il Basket Koiné. A Senise vincemmo di 10 punti (72-62), ma se vogliamo restare secondi si deve cercare di vincere. Poi l'ultima in casa, contro la capolista Portici 2000, che ha dominato la stagione e che è già certa del primo posto.
Tabellini
Spesì Pall.Senise 75
Coluccio 9, Sassano 11, Lotufo 8, Gonzalez 5, Durante 13 , Ruggeri 2, Loperfido 27,
Rossi n.e. coach Daraio vice Lapolla
Sant'Antimo 63
Renella 11, Lini 2, D’Agostino 2, Leccia 9, Scocco 5, Russo 7, Veneruso 0, Puca 10, Damiano 17 coach Brillante
Parziali: 24-17, 14-15 (38-32), 18-20(59-52), 19-11 (75-63)

domenica 17 febbraio 2019

NBA? No, campionato under 14 Elite Lucano


Qualcosa di straordinario è accaduto nella partita del campionato under 14 Elite Lucano di basket giovanile. La partita era tra Virtus Basket Rionero e Pallacanestro Senise, si è svolta venerdì 15 febbraio, 3 giorni fa. Straordinario, ma perché tanto da essere paragonata alla NBA. Come in un confronto tra le stelle NBA James Harden e Paul George, il giocatore del rionero Luca Guglielmi (ma aviglinese), un 2006, ed il nostro Francesco Lobianco, un 2006, hanno segnato la bellezza di 56 punti il primo, 53 il secondo.
 Francesco è uno specialista del tiro da 3, il tiro dall'arco distante 6 metri e 75 centimetri, solo che lui spesso tira da otto metri.
 L'incontro è finito 130 a 64 per la compagine vulturina, sei punti in meno del traguardo dei 200 punti. Entrambe le squadre sono il frutto della collaborazione tra paesi. Infatti il Rionero è formato da giovani atleti del luogo e di Avigliano, mentre la Pallacanestro Senise riesce a formare delle formazioni che possono partecipare ai campionati, non solo con promozione nei paesi limitrofi, ma anche grazie alla collaborazione ormai ultra-decennale con il Basket Tursi.

domenica 10 febbraio 2019

Spesì Pall. Senise - Pro Cangiani 84 a 67

Si affrontava questa partita con grande timore. Due sconfitte di seguito, di cui la prima in casa. Ancora tanti influenzati, di cui uno, Giovanni Loperfido assente, mandato a tappeto dall'influenza.
Timore amplificato dalla sconfitta dell'andata a Cangiani, ed un Cangiani che sapevamo essere una squadra molto giovane e dinamica, insomma, una squadra che corre.
E l'inizio della partita, dimostrava che i timori erano fondati, tanto che salvo qualche breve vantaggio abbiamo sempre inseguito. Primo quarto perso 21-16, un recupero nel secondo parziale portava ad avere un vantaggio di un punto al riposo lungo (42-41), Tornando dagli spogliatoi i timori sembrano diventare realtà, e con tanto sforzo si riesce a limitare a due punti lo svantaggio.
Non sono un tecnico, ma certe cose le noto. La nostra difesa a zona, era in gran difficoltà, ma se coach l'ha usata in abbondanza una motivazione c'era, cercare di risparmiare fatica e fiato al "branco" di allettati. Ma nell'ultimo quarto la difesa cambia, si passa a uomo, con un libero il vantaggio del Cangiani passa a 3 punti, ma poi cambia tutto, sorpasso sul 64 - 62, poi in campo sembra esserci solo il Senise, e lo dimostra il parziale di 25 a 6, che dopo tre quarti di paura, fa tirare un sospiro di sollievo al pubblico di Senise. Bella vittoria, sofferta, e quindi ancora più bella. Complimenti a ragazzi e coach. E con la vittoria si consolida il secondo posto.
Tabellini
Spesì Pallacanestro Senise 84
 Coluccio 0, Sassano 7, Lotufo 15, Gonzalez 23, Durante 16 , Ruggeri 11, Housni 12, Amendolara n.e, Rossi n.e. coach Daraio vice Lapolla
Pro Cangiani 67
Pietrosanti 0, Brancaccio 11, Conti 13, Leongito 0, Notarstefano 13, De Simone 3, Fiorito De Falco 10, Carrillo 2, Di Giorgio 7, Crispino 8, Sparano F. n.e. coach Falvo
Parziali: 16-21, 26-20 (42-41), 17-20(59-61), 25-6 (84-67)
Note: nessuni uscito per 5 falli, discreto pubblico
Arbitri: Squicciarini e Greco

venerdì 8 febbraio 2019

Spesì Pallacanestro Senise - Basket Succivo 73-75

Un po' inaspettata, arriva la prima sconfitta casalinga, la seconda sconfitta consecutiva dopo Secondigliano.
Infortuni e convalescenti in gran numero, ma non sufficienti a giustificare questa sconfitta. Vittoria meritata da parte del Succivo, che non ha mai mollato la presa.
E' stata una partita ad elastico, la Pallacanestro Senise ha alternato minuti di buon gioco, con discreti vantaggi, a minuti di gioco statico, con il Succivo che tornava in partita.
Oggi la differenza l'ha fatta la mancanza di precisione nel tiro, in questo siamo forse i migliori del campionato, troppi gli errori, specialmente da tre, ma ci può stare.
Abbiamo anche avuto difficoltà con il dinamismo degli avversari, specialmente nei primi due quarti ogni tiro sbagliato (o quasi) era un contropiede uno contro tutti del Succivo con realizzazione.
Come detto, Senise in vantaggio, Succivo che recuperava, fino agli ultimi minuti quando il recupero è diventato sorpasso, e non siamo riusciti a segnare, tirando solo da tre, e sbagliando almeno sette tiri consecutivi.
Bello il canestro del Succivo della vittoria, un tiro da tre su azione prolungata, ma la nostra difesa è stata troppo statica, troppo. Forse statica perché stanchi, da tutte queste partite consecutive, una partita ogni tre giorni, e dall'influenza che ha colpito molti dei nostri ragazzi.
Gran partita del Succivo, Fiore e Speranza l'arma in più, ma complimenti per lo spirito indomito mostrato, molte squadre dopo lo svantaggio che c'era (e a più riprese) avrebbero mollato, loro no.
Un plauso particolare lo voglio fare a Lino Durante, nonostante le tossine dell'influenza, e dei farmaci presi, ha segnato 22 punti, tutti e ventidue fatti con il cuore. Ho proposto al sindaco di darli la cittadinanza onoraria, e parlavo seriamente.
Domenica palla a due nuovamente a Senise, contro la Pro Cangiani. A Napoli perdemmo ai supplementari, ancora ci mangiamo le mani, partita buttata, con poca attenzione in più si vinceva.
Infortunati e influenzati ci sono ancora, ma è il momento di stringersi e di cambiare rotta.
Tabellini
Spesì Pallacanestro Senise 73
Coluccio 8, Sassano 4. Lo Tufo 2, Gonzalez 15, Durante 22, Ruggeri 3, Rossi n.e., Loperfido 17, Amendolara V, n.e., Housni 2. coach Daraio vice Lapolla
Basket Succivo 75
Acanfora 7, Fiore 22, Speranza 12, Esposito 8, Sasso 6, Bocciero I, Bocciero R., Sannino 8, Spalice 12, Miele. Coach Cupito
Parziali: 19-19, 21-14 (40-33), 19-23 (59-56), 14-17 (73-75)
Note: spettatori pochi, bastavano due mani per contarli
ArbitriDIMONTE BERNARDINO di BERNALDA (MT), BOTTA VITTORIO di SALA CONSILINA (SA)

mercoledì 6 febbraio 2019

Murphy è un ottimista

La legge di Murphy è un insieme di paradossi pseudo-scientifici a carattere ironico e caricaturale, Si possono idealmente riassumere nel primo assioma,: «Se qualcosa può andar male, andrà male.» (da Wikipedia).
Dopo tutto quello che è accaduto domenica, mi viene da pensare che non solo ha ragione, ma è un ottimista.
Qualche difficoltà c'era, inutile negarlo, Lo Tufo ancora infortunato, Valerio D'Aranno che per motivi lavorativi non gioca più, Coluccio con un dito con tre punti. Ma che poi uno dopo l'altro ci fossero le defezioni per motivi di salute di Lino Durante, Mario Ruggieri,  
La partita con il Secondigliano inizia anche con qualche minuto di ritardo, a causa di un nostro ritardo per un incontro ravvicinato con una pattuglia delle forze dell'ordine. Ritardo e 10 punti sulla patente. Murphy è Murphy.
Coach Daraio ha a disposizione virtualmente sette giocatori, Gonzalez, Lo Tufo, Housni, Coluccio, Loperfido, Sassano, Francesco Rossi. I primi due pero sono infortunati, e si sono sobbarcati la trasferta per spirito di squadra.
Quintetto inedito, Housni, Coluccio nonostante i punti al pollice, Zacaria Housni, Loperfido, Sassano.e il giovanissimo Rossi, mai entrato in quintetto, e con pochi minuti di gioco in questo campionato.
Rossi è un ottimo giocatore, e nonostante la giovane età, ha già avuto tanti infortuni seri, ed in più ha sempre partecipato a campionati giovanili contro avversari di almeno due anni di più.
E nonostante tutto, la partita è sempre alla portata dei nostri ragazzi, i parziali 10-17, 26-38,44-66, ma nell'ultimo quarto nonostante la stanchezza, il ritardo diminuisce fino a meno nove. Poi perà a 4 minuti e mezzo per falli diventano 4 in campo e due in panchina, poi tre e due in panchina, per finire due in campo e due in panchina. Diventa facile dilagare, (sia chiaro il Secondigliano ha strameritato la vittoria, sempre in vantaggio), ma i nostri 5 virgulti almeno per 35 minuti sono stati un ostacolo non tanto facile da superare.
Housi 20 punti, Coluccio 17 nonostante i punti al dito, Loperfido 13, Sassano 3, e grandiosa la prestazione di Rossi, 8 punti e sempre al posto giusto al momento giusto.
Una curiosità, i due rimasti in campo fino alla fine, sono stati i due ragazzi di Senise, Sassano e Rossi
E stasera.ci possiamo rifare subito, al Palarotalupo il recupero della IV di ritorno, contro il Basket Succivo.
La partita con il Secondigliano è finita 92 a 61. E ringraziamo la federazione che non ci ha tolto i 10 punti andati della patente e i tre di di Coluccio. Altrimenti il risultato era più pesante. Scherzo naturalmente!!!!!