domenica 31 gennaio 2010

Brutta scoppola

Non posso non iniziare questo post se non ringraziando i dirigenti del Casavatore. Come sempre un accoglienza cordiale, da amici, quali da sempre siamo. Il basket, seguire la squadra, è sì faticoso, ti toglie parte del tuo tempo libero che potresti dedicare alla famiglia, ma oltre alle soddisfazioni che ti portano le vittorie o le belle prestazioni (non sempre coincidono), ti fa conoscere persone e qualche volta la conoscenza diventa amicizia. E quindi saluto il mio caro amico Rosario Iodice.
Complimenti anche al numeroso pubblico di Casavatore. Come numero è decisamente inferiore a quello che segue la nostra squadra, ma a livello di decibel ci straccia proprio. Cori, applausi, anche sfottò ai nostri atleti, per tutti i 40 minuti, anche quando la loro squadra era in netta difficoltà (secondo quarto).
Abbiamo perso a Casavatore, di brutto, sia per colpa nostra che per un arbitraggio scadente.
Vittoria meritata del Casavatore, bella squadra, quadrata con tanti giocatori di buon livello. Al momento giusto, hanno cambiato marcia e non c'è stato nulla da fare, anche grazie al nostro masochismo che sembra vietarci di evitare danni maggiori. La partita era persa, ma uno svantaggio di 21 punti si poteva evitare.
La partita hanno fatto in modo da non farcela giocare.
Quando le coincidenze si ripetono, potrebbero far pensare male. Ogni qualvolta c'è la presenza di un commissario per gli arbitri, l'arbitraggio è a senso unico ed è sempre a nostro sfavore. Già a Torre Annunziata, in presenza del commissario ho visto indecenze, specialmente nel primo quarto, e in particolare nel primo minuto. La presenza di un commissario dovrebbe tranquillizzare, invece sembra quasi un voler preventivamente certificare.
I due arbitri Guarino e Ampollino, entrambi di Avellino, hanno a scusante soltanto la giovane età.
Femmini è stato messo in panchina dopo pochi minuti. Già prima dell'incontro durante il riscaldamento, uno dei due ha rimproverato Femmini reo di aver schiacciato a canestro. Lo stesso che gli ha fischiato i 5 falli (4 e 5 appena rientrato in campo) e non gli ha fischiato nessun fallo a favore. Il 5 fallo è da ridere, sfondamento in difesa, davvero in malafede. Malafede dimostrata anche già al secondo minuto, quando Femmini riceveva una botta su un rimbalzo e chiededa al coach Maria di sostituirlo, perché non lo facevano giocare. Il ragazzino lo minacciava di dargli un tecnico. Non mi sembra che parlare con il proprio coach sia considerato motivo per un tecnico, altrimenti ogni 30 secondi si dovrebbe interrompere la partita. Abbiamo ricevuto anche un tecnico dopo che ci avevano fischiato un fallo a favore. Coach Franco del Casavatore si arrabbiava moltissimo non capendo perché avessero fischiato quel tecnico ai loro giocatori. Era in errore, non avevano fischiato nessun tecnico al Casavatore ma a Durante.
Quindi del nostro quintetto base hanno giocato solo Palazzo, Durante e Galindez. Palazzo nel secondo quarto ha giocato bene, nel resto della partita non è stato alla sua altezza (di giocatore, non fisica). Lo stesso Durante nonostante i 21 punti, di cui i primi 8 che ci hanno tenuto a galla nel primo quarto, ha fatto belle cose ma ha sprecato tanti palloni. A dire il vero coach Franco del Casavatore deve avere fatto vedere e rivedere il DVD della partita di andata dello scorso anno a Senise (quando Durante fece 34 punti) a chi lo doveva marcare. Tutti voi conoscete le finte che fà per smarcarsi e ricevere il pallone. Normalmente alla seconda finta è smarcato, ieri no. Il suo avversario sembrava uno specchio, passettino in avanti, passettino in avanti, scatto indietro, scatto indietro. Galindez ha giocato la sua peggiore partita dall'inizio del campionato. Non si è allenato nelle ultime due settimane, sta giocando grazie agli antinfiammatori. Però l'errore di ieri, è che nonostante le condizioni precarie ha voluto strafare, e ha sbagliato tanto, specialmente al tiro.
Grande, davvero grande la partita di Dino "guerriero" Di Monte. Con lui in campo (lo stesso era accaduto anche contro il Baloncesto a Senise) la partita si è riaperta, siamo arrivati a pareggiare (30-30) ma da solo non poteva fare di più. Anzi, poteva fare di più, se solo lo avessero servito: molte volte era solo e smarcato ma la palla non gli arrivava.
Filippo Ragazzo sta battendo tutti i record di sfortuna della stagione. Ieri è entrato, ha anche segnato, poi in uno scontro aereo una botta al naso, e tanto tanto sangue. Per fermare l'epistassi ci sono voluti 20 minuti ed uno storno di infermieri che lo curavano (a proposito grazie a loro ed al medico). Alla prima partita che entra e non gli succede niente offre una cena a tutti i suoi compagni, dirigenti compresi.
Anche l'aiuto della panchina, non è stato incisivo come invece lo è stato in casa contro il Balloncesto. E' un peccato, ieri hanno pensato solo a passare la palla, mai ad attaccare l'avversario.
Domenica primo derby in serie C regionale contro il Montescaglioso. Abbiamo entrambi 2 punti in classifica, chi perde resta da solo in coda alla classifica del girone Qualificazione. Tutto mi aspettavo ad inizio campionato, mai che avrei scritto queste parole.
C'è da mostrare il carattere, tutto, per risalire la china. Perché anche se siamo ultimi in classifica, siamo solo all'inizio del girone, e la prima dista solo 4 punti.
(*) Aggiunta delle ore 18.18
A conferma di quanto detto prima a proposito dei commissari arbitrali, avevo dimenticato che un' altra partita arbitrata a senso unico aveva la presenza del commissario, quella con il Maddaloni nel girone preliminare. Leggetevi il post.

sabato 30 gennaio 2010

Casavatore - CTR La Cascina 80 -59

CASAVATORE 80
Esposito 4, De Masi 6, Ciullo 11, Aprea 16, Fontanella 19, Fabriani 4, Acanfora 3, Pierro 3, Di Somma, Latte 11 Coach Franco
C.T.R. LA CASCINA SENISE: 59
De Lillo, Sassano 0, Durante 21, Ragazzo F. 2, Palazzo 12, Galindez 8, Di Monte 7, D'Aranno 0, Genovese 0, Femminini 9. All. Enzo Maria
Arbitri:
Guarino di Avellino, Ampollino di Avellino
Quarti 18-12, 36-35 (18-23), 58-49 (22-14), 80-59 (22-10)

Questa sera ore 18,00 Casavatore

Quarto turno del girone Qualificazione, con due anticipi, la nostra partita a Casavatore (ore 18,00) e l'incontro casalingo della Lucos Montescaglioso contro il Cercola (ore 19,00).
A proposito del Montescaglioso, giovedì nel recupero del primo turno, ha perso a Maddaloni 69-57, ed ora è da dola in fondo alla classifica a zero punti. Oggi ha la possibilità di fare i primi due punti, prima dello "storico" derby di domenica 7 febbraio qui a Senise.
Come al solito tanti problemi ed infermeria piena. Kreiber ancora a riposo, Palazzo si è allenato ma quasi sempre in disparte per lo stiramento, Galindez ha assistito agli allenamenti seduto su una sedia per il ginocchio gonfio. Speriamo che la fisioterapia ha dato buoni risultati , giocare anche senza Galindez diventerebbe troppo problematico. Avere come co-sponsor un Centro Fisioterapia aiuta.
E passato poco più di un anno dall'ultimo incontro a Casavatore. Vincemmo di 8 punti, 95 punti contro 87, in panchina D'Araio e grandi protagonisti due atleti che non giocano più con il nostro roster, Albanese (grande difesa) e Marin (31 punti) in una delle poche partite dove fu vero protagonista. Di quel Casavatore ci sono ancora il pivot Ciullo, Fabriani, Aprea, Fiengo, Esposito. A questi, sempre se non dico castronate che vi prego di correggere, si sono aggiunti Fontanella (al terzo posto della classifca marcatori del nostro girone con 264 punti e 17,6 di media, e Latte che se non sbaglio abbiamo incontrato a Portici tre anni fa e la scorsa stagione a Capua.
Una vittoria oltre che portare in alto il morale e rimediare allo scivolone contro il Maddaloni, ci farebbe rientrare nelle zone importanti della classifica. Una sconfitta......non voglio dire altro.

domenica 24 gennaio 2010

CTR LA CASCINA SENISE -Baloncesto Mugnano 83-77

C.T.R. LA CASCINA SENISE: 83
Gazzaneo n.e, Sassano 2, Durante 17, Ragazzo F. 0, Palazzo 20, Galindez 21, Di Monte 0, D'Aranno n.e., Genovese 0, Femminini 23. All. Enzo Maria
BALONCESTO MUGNANO: 77
Del Duca, Esposito 6, Tedesco, Pascanelli, Puca 5, Scola 19, Esposito Walter 28, Cusitore M. 17, Palma 2, Cappielli, All.Maddaluno
Parziali: 22-27, 50-43 (28-13), 62-62 (12-19), 83-77 (21-15)
Note:
uscito per 5 falli Durante (Senise)
Arbitri:
Faiella e Marra

Stasera il Baloncesto Mugnano di Napoli


Ore 18,00, Palestra ITCG Sinisgalli, che noi chiamiamo pomposamente Palarotalupo, la sfida con il Baloncesto di Mugnano di Napoli.
Il Baloncesto ha 2 punti, frutto della vittoria casalinga di domenica scorsa contro il Cercola in casa propria. Nel primo turno aveva perso contro il Casavatore di 22.
Massimo impegno questa sera per i ragazzi ed il coach Maria per cancellare quello zero in classifica che è proprio brutto da vedere.
Il Baloncesto nella fase preliminare ha giocato nel girone A e, come noi nel girone C, ha vinto 8 della 14 partite, terminando al quarto posto. Sempre nel girone di qualificazione ha perso con uno scarto importante solo contro il Casavatore (attuale leader del girone).
Tra i giocatori due su tutti, uno è Mario Cusitore. Non è il Cusitore del Giugliano, penso sia il Cusitore che 2 anni fà giocava con il Down Town Napoli e che a Senise nel gennaio 2008 mostrò una classe immensa, ma, se sbaglio correggetemi. L'altro è Scola, non Luis con trascorsi NBA, ma davvero un bel giocatore, punti e rimbalzi. Un altro nome importante è Zonda, capitano del Giugliano vittorioso nella scorsa stagione. Poi però a farci soffrire sarà uno tra Esposito, Mangani, Walter Esposito (che abbiamo già incontrato contro il Nola), Puca, Capriello o Perna, in semi-perfetto ordine tratto dalla classifica marcatori di Tuttobasket, perché così è sempre.
Lo sò, fà freddo, il precedente incontro ci ha fatto soffrire, la relazione aperta con l'infermeria va a gonfie vele: non bastavano le brutte condizioni di Palazzo, dello stoico Palazzo, il ginocchio gonfio di Galindez, si è aggiunto anche Kreiber, già fermo a Cercola e quasi certamente oggi, però, e ripeto però, il pubblico non può abbandonare i ragazzi, anzi deve incitarli e sostenerli specialmente in questi momenti. Quindi stasera tutti al Palarotalupo!!!!
E dopo aver parlato, spero esaurientemente, dell'incontro di oggi, torniamo a ieri, o meglio, a giovedì.
Poteva essere un'impresa, e fino a pochi secondi dalla fine lo era. Dal primo minuto ad oltre il 39' in testa, a 40 secondi ancora sul + quattro. Poi invece di andare a spasso per il campo, conclusioni affrettate e due rimbalzi presi e colpevolmente (in senso letterale, non voglio infierire) fatti strappare dalle mani. Peccato, passare da + 4 a - 4 in soli 40 secondi è brutto, però non dimentichiamo che oltre all'assenza di Kreiber, gli ultimi secondi sono stati giocati senza Galindez, Femmini (partita strepitosa la sua) e Dino Di Monte, che piano piano sta tornando in forma ma che già oggi è utilissimo in campo.
Ultima cosa, ma non la meno importante. Un mio amico, tifoso sfegatato quasi quanto me del CTR LA CASCINA, mi ha rimproverato per il post sulla sconfitta contro il Maddaloni. Nel post, a suo parere si intravede una critica ad un nostro precedente allenatore, Marcello De Stradis.
In quel post c'era una mia risposta indiretta ad un dirigente del Maddaloni, che aveva detto che ci avevano dato una lezione di basket. Io affermavo che l'unica lezione di basket l'avevo vista qui a Senise da parte dell'Arzano ai tempi di De Stradis, non per una critica a De Stradis, ma per indirizzare i tifosi alla stagione alla quale mi riferivo. In questo sport purtroppo quando si parla di "lezione" si pensa a partite perse o vinte con vantaggi abissali, con una squadra letteralmente annichilita da un' altra. La partita alla quale mi riferisco è la partita del 27 gennaio 2007, persa per soli 3 punti 73-76, e vinta grazie alla strategia del coach dell'Arzano Argento. E quella partita mi è rimasta impressa proprio perché per la bravura del coach avversario.
Nella stessa stagione De Stradis ed i suoi ragazzi vinsero ad Arzano, contro un Arzano con il quale ci giocavamo l'accesso ai play-off, in casa loro, e vincemmo 103 a 95. Una stagione memorabile quella (il successore di Marcello si lamentava, a ragione, che io invece di parlare dell'ottimo campionato che stavamo facendo, troppo spesso citavo il precedente), undici incontri vinti su dodici ci portarono ai play off, un finale di stagione esaltante che è ancora non solo nel mio cuore ma in quello di tutti i tifosi dell'A.S. Pallacanestro Senise. Tutti i tecnici che ho visto allenare a Senise sono riusciti ad ottenere degli ottimi risultati, in condizioni sfavorevoli e con roster limitati, ognuno aveva una particolare abilità. Quella di Marcello, era la lettura in campo delle partite. Quante partite abbiamo vinto per le sue correzioni in campo, per i suoi time out nei quali dava nuove direttive a contrastare mosse del coach avversario o a cambiare l'andamento. Tante, vi assicuro, davvero tante.
Ora però non vorrei che dopo questa mia dichiarazione d'amore (cestistica naturalmente) diventi geloso il nuovo coach Enzo Maria. Enzo, la stima nei tuoi confronti è grande, ed è condivisa. E se il germoglio sono state le partite contro l'Agropoli quando allenavi la squadra cilentana, la crescita è venuta dagli allenamenti e dalle partite. Tieni duro, continua come hai iniziato ed i risultati arriveranno. E con i risultati tante soddisfazioni.

sabato 23 gennaio 2010

Cercola - CTR LA CASCINA Senise 89-85

CERCOLA: 89
Fornaro 17, Ronca 21, Esposito 11, Grammatico n.e., Guarino f. 5, Maddaloni 9, Guarino A. n.e., Di Donna 11, D\'Avino 7, Suriano 4. All. Caravolo
C.T.R. LA CASCINA SENISE: 85
Le Rose n.e., Sassano, Durante 28, Ragazzo F. 2, Palazzo 4, Galindez 13, Di Monte 3, D'Aranno n.e., Genovese 4, Femminini 31. All. Enzo Maria
Arbitri: Milone di Pellezzano (SA) e Carotenuto di Scafati (SA)
Parziali: 21 - 21, 17 - 25 (38-45), 20 - 21 (58-66), 31 - 19 (89-85)

Note: Cinque falli: Galindez, Femminini e Di Monte del Senise e Guarino F. del Cercola

giovedì 21 gennaio 2010

Niente da fare

Fino a 30 secondi dalla fine eravamo in parità, ma la vittoria è andata al Cercola, 89-85.
Usciti per 5 falli Femminini, Galindez e Di Monte.

mercoledì 20 gennaio 2010

Domani recupero primo turno.

Domani alle ore 20,00 al Palazzetto di Cercola si recupera il primo turno,rimandato per la neve a Lagonegro che non permetteva il passaggio.
Partita difficile, anche perché il Cercola ha perso la partita del secondo turno, a Mugnano di Napoli, contro il Baloncesto. 76 a 69 il risultato finale.
Speriamo che la partita di domenica qualcosa abbia insegnato. Infermeria sempre piena, ora tocca a Kreiber che quasi certamente non ci sarà, a Galindez e Palazzo che stringendo i denti saranno della partita.

domenica 17 gennaio 2010

Brutta sconfitta

Una brutta sconfitta questa al Palarotalupo. Un inizio in salita, con Palazzo in panchina (non doveva nemmeno esserci): quintetto Sassano, Durante, Galindez, Kreiber, Femmini. Il Maddaloni giocava un buon basket ma non riusciva a fare un break di quelli grandi, mentre i nostri ragazzi giocavano male, frettolosi in attacco e flosci in difesa.
Durante con il Maddaloni ha uno strano rapporto, gioca sempre poco perché gli fischiano falli. Dopo 3 minuti e mezzo era già al terzo fallo, quindi panchina. Nel frattempo era entrato anche Rocco Palazzo, nonostante ancora non del tutto guarito e senza allenamento.
La partita sembrava una molla, si allontanavano, poi quandi eravamo con il fiato sul collo, il Maddaloni ripartiva e faceva un break. Finalmente passiamo avanti sul 62-61, e allora l'elastico si spezza, il Maddaloni ci surclassa e prende il largo. Questo a pochi minuti dalla fine.
Un dirigente del Maddaloni mi ha detto a muso duro che ci hanno dato una lezione di basket, e che non potevamo arrampicarci né sugli arbitri e neppure alle botte. Questo sicuramente per il post dopo la partita di andata del girone preliminare a Senise. Confermo, a Senise quella partita ci hnno riempito di botte, checché ne vogliano dire. Gli arbitri. Uno dei due si vedeva che ha poca esperienza e fischiava a caso, i cosidetti falli di confusione, e qualche castroneria di troppo l'ha fatta, ma non sempre a nostro discapito. Poi in quanto alla lezione di basket, ci andrei piano, Infatti loro hanno giocato un ottimo basket, rispetto ai due incontri precedenti hanno un giocatore importante e molto bravo in più, Lettieri, però di lezioni di basket qui a Senise ne ho viste poche (su tutte una partita giocata da un Arzano quando in panchina c'era De stradis).
Anche perché il Maddaloni ha giocato a Basket, mentre noi volevamo imitare le squadre di minibasket, tutti solisti e nessun gioco di squadra, sempre qualcuno ad interrompere lo schema con un'iniziativa personale, e sempre con un errore di tiro.
E' il momento di ricompattarsi, lo abbiamo già fatto in questa stagione, ho sentito dire dai giocatori, non dai dirigenti, che non arrivare ai play-off vorrebbe dire il fallimento della stagione. Se ognuno gioca per sé, i play-off diventano un sogno.
E un'altra cosa non mi è piaciuta, sono stati gli ultimi minuti, a partita ormai persa. Prendere tutti quei punti in contropiede, senza che nessuno tornava a difendere è irresponsabile, anche perché il Maddaloni sarà una delle squadre che lotterà per i play-off. Vincere a casa loro è possibile, però vincere di 14 punti lo è un bel pò di meno.

CTR LA CASCINA Senise-Maddaloni 64-77

CTR LA CASCINA 64
Le Rose n.e, Sassano 2, Durante 2, Kreiber 13, Palazzo 13, Galindez 17, Di Monte 2, D'Aranno n.e., Genovese 0, Femminini 15. Coach Enzo Maria
MASSALONI 77
Gnarra4, Vigliotta n.e., Vinciguerra 3, Lettieri 17, Schiavone 6, Mozzillo 5, Della Peruta 14, Sasso 2, Guida 16, Scala 10. Coach Salanti
Parziali: 15-21, 33-39 (18-18), 52-53 (19-14), 64 - 77 (12-24)
Arbitri: De Prisco e Santopietro

Ore 18,00: CTR LA CASCINA - Maddaloni


Terzo incontro della stagione con il Maddaloni, speriamo con esito diverso degli altri due.
Nel girone qualificazione doppia sconfitta, l'unica casalinga dovuta ad un ultimo quarto disastroso, in trasferta immeritata e con un arbitraggio a dir poco scadente, la parola giusta è scandaloso.
Anche il tavolo (in senso di chi faceva il referto) ci mise qualcosa di suo.

Esordio
a Senise per coach Enzo Maria, che vorrà ben figurare.
Speriamo in un recupero in extremis di Rocco Palazzo, anche Kreiber si è poco allenato in settimana per motivi di salute stagionali.

Tutti alle 18,00 al Palarotalupo.

mercoledì 13 gennaio 2010

Premiazione Rocco

video
Un video scaricato da Youtube della premiazione di Rocco Palazzo al 2° Memorial Landi

lunedì 11 gennaio 2010

Cestisti dell'anno 2008-2009 del 2° Memorial Edmondo Landi

Stasera alle ore 17,00 a Potenza, al Teatro Nuovo in via del del Seminario Maggiore si è svolta la festa del Basket Lucano. La FIP Lucana ha premiato tutte le squadre vincitrici dei campionati regionali, sia maschili che femminili.
Nella stessa manifestazione si è svolto il 2° Memorial Landi, con la premiazione del miglior cestista nazionale, miglior cestista regionale, e miglior cestista under.
Per il miglior cestista nazionale (cioè partecipante a campionati nazionali) il premio è andato a Francesco Longobardi, giocatore della Bawer Matera, il premio come miglior under a Giuseppe Gioele Pace, classe 95 che gioca nella Timberwolves Potenza.
E il premio quale miglior giocatore regionale a chi è andato ?
Quest'anno l'onore è toccato, meritatamente, ad un giocatore della nostra squadra, "Super" Rocco Palazzo. Ho detto onore, e non per caso, avere un premio intitolato al grande Edmondo Landi, che Rocco ben conosceva, è davvero una cosa speciale.
Edmondo ha lasciato un ricordo indelebile anche nei tifosi del Senise, tutti lo ricordano per quei pochi mesi che ha giocato da noi, prima che i sintomi della malattia si facessero sentire. Io ho un ricordo non solo sportivo, abbiamo abitato per anni nello stesso palazzo, e sapere che non è più tra noi è ancora molto doloroso.
Torniamo al premio del nostro Rocco.
Quelle di seguito sono le motivazioni date da una giuria che vi assicuro era fatta davvero da esperti di basket.

CESTISTA REGIONALE
Rocco Palazzo nasce a Potenza nel 1980 e cresce nelle giovanili del Nuovo Basket prima e del Team Basket dopo, contribuendo a vincere numerosi titoli regionali giovanili e partecipando al concentramento nazionale di Comacchio riservato ai migliori cadetti. Dal 1996 al 2005 sotto la guida del suo primo coach Larocca e di altri come Capizzi e Zecevic cresce e si afferma nel Team Basket del Presidente Blasone diventando uno dei migliori play a livello di campionati interregionali di C1 e C2. Palazzo si afferma per le particolari doti di velocità e razionalità di gioco, visione di contropiede, difesa aggressiva, buone realizzazioni e abilità nel recupero dei palloni: chiamato il Marcel Lupen del basket lucano per la rapidità e “quasi silenziosa” abilità di rubare palla agli avversari. Per quattro anni, dalla stagione 2000/2001 al 2004/2005 è il puntuale servitore di assist del nostro caro Edmondo Landi, che gli fa da maestro e fratello maggiore. aiutandolo a crescere anche sul piano caratteriale nei difficili tornei di Serie C2 e su campi ostici di Puglia Basilicata e Campania. In questa lunga stagione emerge il talento e la modestia di Palazzo che, al fianco di Landi esprime un piacevole gioco veloce ed organizzato, condividendo con il Capitano e con un amalgamato gruppo di altri cestisti, tutti di Potenza, i momenti più esaltanti per la storia del Team Basket che, oltre ad essere una fucina di ottimi cestisti, sfiora nel 2005 la promozione in Serie B. Le doti tecniche acquisite e le esperienze di quegli anni lo inducono ad accettare di allontanarsi anche da Potenza ed inizia così per Rocco Palazzo un percorso più professionale giocando in C1 a Campobasso, Ceglie Messapico e Melfi, conseguendo ottimi risultati e mostrando sempre le doti di cestista corretto, con caratteristiche sopratutto offensive, di tiro e penetrazione, che lo portano ad essere fra i migliori della categoria. La stagione 2008/2009 e quella corrente lo vedono impegnato, per il secondo anno consecutivo, in C2, a Senise con il non facile compito di contribuire ad elevare il tasso tecnico e di esperienza in una formazione di periferia, appassionatamente guidata dal Presidente Mario Totano in un territorio con dotazioni alquanto precarie, lontano dai grandi circuiti della pallacanestro, ma desidera di emergere.

Che dire, come tifoso, amico e anche collega (lavoriamo alla stessa agenzia di un Istituto di Credito) io sono molto felice di questo premio. Tutto sommato è un successo anche della nostra società ed il presidente Totaro, che non ha potuto partecipare alla manifestazione per degli impegni familiari, quando lo ha saputo sembrava Gongolo.

domenica 10 gennaio 2010

Un'altra settimana di riposo.

Niente da fare, debutto rimandato. Causa neve incontro posticipato a giovedì 21 gennaio.

sabato 9 gennaio 2010

Ricominciamo !!!!

Lasciami gridare, lasciami sfogare io senza basket non so stare.... Io non posso restare seduto in panchina né arte né parte non sono capace di stare a guardare gli avversari segnare.. e poi non provare un brivido se va dentro e corrervi incontro, gridarVi giochiamo ricominciamooooooooooooooooooooooo!

Qualche licenza "poetica" sui primi versi della mitica canzone del mitico sempreincazzato Adriano Pappalardo.
Tutto questo per dirvi che dopo la pausa invernale "ricominciamooooooo" con il campionato.
La fase qualificazione è ormai alle spalle, tutto sommato ci si aspettava qualcosa di più, però i segnali sulla bontà della squadra si sono visti. La società ha cercato sul mercato un piccolo rinforzo, ma, per il momento il roster resta lo stesso. In realtà, anche se ha esordito nell'ultima partita del girone, qualcosa di diverso c'è, ed è il coach, Enzo Maria.
Un mese sotto la guida del tecnico, che ha potuto conoscere meglio i ragazzi, anche se fra infortuni ed altro non ha mai potuto avere a disposizione la squadra al completo.
Infortuni, purtroppo. Il cartello sulla destra, quello sulla sfiga è ancora valido. E' un cartello piccolo piccolo perché, come mi ha ricordato un tifoso, non bisogna credere nella sfortuna, perché crederci porta Jella !!!!
Purtroppo, ripeto purtroppo anche in questo mese infortuni, e anche sfortunati. Ha iniziato Palazzo, che sta facendo fisioterapia ma prima della sfida del 17 in casa con il Maddaloni non ci sarà. Chi è il sostituto di ruolo di Palazzo? Il giovane Salvatore Pernice. Ebbene si, anche Salvatore infortunato, una brutta distorsione. Colgo l'occasione per mandargli i miei auguri di una ripresa rapida e di vederlo subito tornare sui campi di gioco.
A chi affiderà la regia coach Maria. Un ritorno alle origni di Lino Durante o di Roberto Galindez? Fiducia al giovane Sassano (venerdì 29 punti nella vittoria del'under19 contro il Melfi)? O tutte e tre le soluzioni?
Ricominciamo domani a Cercola. Il Cercola è arrivata quarta nel girone preliminare, con 12 punti, ma dopo le tre fuoriserie Agropoli, Torre del Greco e Meomartini Benevento, tutte e tre nel girone play-off.
Ha vinto 6 incontri, quattro in casa e due fuori. In casa quindi è un osso duro, speriamo bene.
Cercherò, linea della Tre permettendo, di aggiornarvi in tempo reale sul risultato. Ah, dimenticavo si gioca tardi, inizio alle 19,30.

domenica 3 gennaio 2010

U19 CTR LA CASCINA Senise - Montescaglioso 105 -74

video
Under 19, partita del 28 dicembre contro il Montescaglioso

Parte la seconda fase


Parte la seconda fase. I calendari sono stati già pubblicati dalla FIP Campana da tempo, vi dò il link per scaricare il pdf della seconda fase del Girone Qualificazione, quello al quale parteciperemo, dopo un girone di qualificazione un po' al di sotto delle aspettative.
A proposito, il Monte di Procida che ha vinto il nostro girone, si è ripetuto, vincendo la coppa di Lega, battendo prima l'Euroservice Benevento 87-85, e poi in finale l'Agropoli per 93-91.
E non solo ha battuto la favoritissima Agropoli di Visnic, ma ha giocato la finale senza Scotto di Perta e Falco, due giocatori che fanno la differenza.
Ricordo a chi ha la memoria corta che abbiamo battuto, anche se solo al supplementare, nella prima partita casalinga (disputata a Policoro) il Monte di Procida, e con un quintetto decimato dagli infortuni e la presenza di molti junior in squadra, abbiamo lottato fino all'ultimo minuto in Campania.
Sondaggio.
Secondo i visitatori del blog la favorita è il CTR LA CASCINA Senise, con una percentuale bulgara, l'84%. Un risultato scontato, non per la bravura dei nostri giocatori o del nostro tecnico, ma perché questo blog è visitato principalmente da tifosi del CTR LA CASCINA.
E vuoi che non votavano la squadra del proprio cuore!
La nostra avversaria principale secondo il sondaggio è l'Arzano, con il 60% delle preferenze
Seguono il Maddaloni ed il Marigliano entrambe con il 35% delle preferenze.
Inutile negare che ha influito, e non poco, il girone preliminare da noi disputato. E' almeno singolare che le tre favorite siano tutte provenienti dallo stesso girone, con l'aggiunta del solo Marigliano, che se si leggono i risultati della prima fase in maniera superficiale, non merita il ruolo di favorita, se poi vediamo che ha conquistato il diritto a partecipare al girone qualificazione coi denti, vincendo le ultime tre partite (in precedenza ne aveva vinte solo due), il ruolo di favorita l'ha acquisito sul campo. E mi dicono che ha un roster di primo livello e che il cambio allenatore ha giovato molto. Poca fiducia al Baloncesto Mugnano (18%), o peggio il Montescaglioso (5%) e la coppia fanalino di coda Cercola e Casavatore (2,5%).
Naturalmente erano previste risposte multiple, con un massimo di tre, e quasi tutti hanno risposto con le tre preferenze (media 2,4 risposte x visitatore).
Per i tifosi del Mugnano, del Montescaglioso, del Cercola o del Casavatore che per caso navigando sul Web s imbattono su questo blog voglio dirvi: tranquilli, questi sondaggi quasi mai sono "azzeccati".
Riprende quindi la stagione e l'esordio ci vede a Cercola il 10 gennaio. Poi due incontri casalinghi, contro il Maddaloni (17 gennaio) ed il Balloncesto Mugnano (il 24 gennaio).
Il mese di gennaio si conclude con un'altra trasferta, a Casavatore.
E la prima di domenica di febbraio (il 7) il tanto atteso derby con la Lucos Montescaglioso. La partita di andata sarà a Senise. La domenica successiva, giorno di San Valentino, in trasferta a Benevento contro la Ecofiuss. Ultima di andata di nuovo in casa, il 21 febbraio contro l'Arzano.
Domenica quindi a Cercola, comune nell'entroterra napoletano, circa 20.000 abitanti, e che due anni fà conquistò la finale Play-off. I postumi sfortunati del 2009 continuano, un altro infortunato eccellente, Rocco Palazzo, uno stiramento in allenamento. A Cercola non ci sarà (quasi certamente), speriamo che per la prima sfida interna, contro il Maddaloni possa rientrare.

venerdì 1 gennaio 2010

buon 2010



Un 2010 ricco di sport e di succcessi.