giovedì 31 maggio 2012

Grazie a Dio, è finita!!!!

video
Iniziamo con il filmato degli ultimi secondi della partita. Se lo volete vedere con una definizione migliore o su Facebook http://www.facebook.com/photo.php?v=234532219991039&set=vb.100003027872034&type=2&theater
La cronaca a domani, ho solo 3 ore di sonno e me ne vado a dormire. 
Vorrei pubblicare su youtube la partita, ma con la connessione che ho è impossibile (ci voglio piu' di 10 ore, se tutto va' bene). Se qualcuno ha una connessione ad alta velocità mi contatti, così carichiamo la partita.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

LA C1 E' ARRIVATA GRAZIE A DIO

Anonimo ha detto...

Dopo una storica promozione in serie c nazionale, tutto qui l 'entusiasmo si Senise?

Anonimo ha detto...

al campione di prima, se ci dici chi sei e dove abiti, ti veniamo a prendere in carrozza e ti facciamo fare il giro della citta'

Anonimo ha detto...

t'adoriamo caro senise perche siamo in DNC. E HO HO I PIU GRANDI SIAMO NOI................GRAZIE ALLA SOCETA' DEL SENISE E A TUTTI I TIFOSI....



GRAZIE MARIO,GRAZIE SENISE E
GRAZIE COHC

Egidio ha detto...

A distanza di circa una settimana ,quindi a mente fredda,si puo' ora dare una giusta valutazione alla vittoria,meritatissima,del Senise in un campionato che ha visto la compagine Senisese dettare legge su quasi tutti i campi,con una modestia e con una naturalezza nel credere di essere piu' forti. Infatti quest'anno si puo'parlare ,senza temere di essere smentiti di aver amalgamato un gruppo di giocatori uniti che spesso si sono aiutati fra loro anche nei momenti di difficolta'tutto cio' e' sfociato in una forza dello spogliatoio mostrando in un unico mix :compattezza;forza fisica;esperienza e non ultimo classe tutto cio' si e' trasformato nella consapevolezza dei propi mezzi e quindi nel credere di arrivare fino in fondo con la certezza che il campinato lo potevano perdere solo loro.Ad alcuni e' potuto sembrare che gli avversari siano stati poco all'altezza io che ho visto tutte le partite in casa e sopratutto fuori casa posso affermare che nessuna squadra ha mai giocato contro di noi per perdere ,anzi hanno sempre onorato lo sport vendendo fino all'ultimo secondo delle partite "cara la pelle",inoltre vi voglio ricordare che si e' giocato in un girone campano come unica presenza Lucana ,le altre squadre si trovavano nell'altro girone. Ora alla societa' ed ai sostenitori attende il compito piu' difficile : cominciare a programmare con tempo il campionato di C1 formando se possibile una squadra capace di mantenere la categoria che per esperienza diretta vi posso dire che trattasi di altra pallacanestro. Mi sono un poco documentato sulla composizione dei gironi dell'anno passato ed ho snstatato che :Il girone Siciliano era formato da tutte squadre siciliane + Reggio Calabria ,mentre l'altro girore mi pare "H" era formato da squadre pugliesi e da squadre campane (Vedi Salerno -Monte di Procica ecc.) quindi alla luce di cio' cosi'dovrebbe essere anche quest'anno tuttavia bisogna stare all'erta seguire giornalmente la composizione dei gironi e se e' il caso cercare gli appoggi giusti perche'cio avvenga in quando ,ver vicinanza il girore pugliese e' quello piu' congeniale anche se si e' sempre dimostrato un girone di ferro questo non ci deve spaventare perche alcuni nostri giocatori hanno gia alle spalle diversi campinati nel girone pugliese e quindi vi posso confermare che quando il gioco si fa' duro gli uomini duri si fanno sempre avanti e nella vostra squadra ne avete di uomini con queste caratteristiche. Quindi rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo per il futuro ed il bene di Senise TUTTI. In bocca al lupo.

Peppino Vignola ha detto...

Grazie Egidio. Ieri alla trasmissione di Radio Senise Centrale, Sport e dintorni, dedicata tutta alla storica promozione in C1, il presidente Totaro ha ringraziato te ed il caro Sandro per tutto l'apporto che ci avete dato in questi 3 anni. Le partite che non avete seguito si contano sulle dita di una mano.
Spesso sono in disaccordo con il presidente (e lo sai benissimo) ma questa volta le sue parole sono anche le mie.