sabato 21 aprile 2007

Stasera la bella a Benevento

Stasera la bella. Alla tendostruttura di Benevento incontriamo per il prosieguo del sogno la Meomartini. Gara1 e gara2 sono servite a capire che il Meomartini è davvero una grande squadra.

Una squadra completa, con tante soluzioni tecniche. Un pacchetto di lunghi di categoria superiore.
Emozionante, vibrante, avvincente, appassionante ed infine anche commovente. Così è stato il ritorno a Senise. Una partita sempre in bilico, con i primi due quarti che vedevano il CTR in leggero vantaggio e la Meomartini in agguato.
Nel terzo e all'inizio del quarto tempo la situazione si capovolgeva. La Meomartini in leggero allungo e il CTR che, riusciva sempre a farsi sotto e pareggiare.
Ho usato il termine commovente non a caso: che dire della reazione rabbiosa dei nostri ragazzi iniziata a metà dell'ultimo quarto e durata fino all'ultimo secondo ?
Hanno giocato con il cuore, non solo con la tecnica. Leggevo nei commenti sul precedente post, la parola Leoni. Bravi: sono stati dei leoni, leoni che hanno annichilito gli avversari. Avversari che non sono riusciti ad arginare l'autentica furia dei nostri ragazzi.
Lino Durante, in difficoltà fino a quel momento, non perché ha dimenticato di saper giocare, ma per la bravura del suo avversario (che ha un passato di categoria superiori), nell'ultimo quarto ha travolto il suo avversario.
Lasciatemelo dire, eccezionale la prova del nostro Giovanni Genovese. All'ultimo anno da under, Giovanni sta acquisendo una maturità che in pochi potevano aspettarsi.
Ha segnato 15 punti, recuperato tre palloni, due d’importanza vitale per il successo dei nostri ragazzi. Ha perfino stoppato un avversario.
Tutti bravi, da Massimiliano La Gioia, entrato a dare ordine in campo, a Giuseppe Visceglia, che ha fatto la spola fra campo e panchina. Appena rientrava in campo fresco e lucido, dava una mazzata al Meomartini. Commovente Pape, per l'impegno che ha messo, per la solita bravura condita da un'aggressività che giovedì era necessaria. Manzotti il solito Leone.
Ma lasciatemi dire, se abbiamo vinto, lo dobbiamo principalmente a Marcello De Stadis. Inutile dirlo, a Benevento la nostra squadra è stata sempre in difficoltà, il gioco aggressivo del Meomartini forse non era atteso. Non avevamo mai giocato contro di loro. Falzarano nel terzo e quarto tempo aveva fatto tutto ciò che voleva. Sembrava Pippo Inzaghi che aspetta la palla per segnare in contropiede, libero di attraversare l'area a suo piacimento.
Ha trovato, da tecnico di prima qualità, tutte le contromisure adeguate. Ha perfino violentato la sua visione di gioco. Lui punta su un quintetto e le sostituzioni solo se necessarie per motivi di falli o altro. Giovedì i cambi sono stati coraggiosi, tempestivi e indovinati. Quando qualche giocatore mostrava segni di stanchezza o di poca lucidità, dentro un altro. E quando dalla panchina il giocatore rientrava, era di nuovo pericoloso e lucido.
Ultimo bravo a Vincenzo Addolorato. Una piccola polemica era apparsa sul blog, a causa del mancato esordio in C2 del nostro promettente ragazzo. Un ragazzo intelligente, oltre che di talento, che aveva risposto Lui stesso sul blog. Ed ha risposto anche sul campo nel migliore dei modi. Entrato, a poco dalla fine, ha immediatamente conquistato un fallo, e con freddezza ha realizzato i due liberi. Mi sono complimentato con il ragazzo direttamente, dopo la partita.
Lo faccio anche sul blog.

Bravi anche gli arbitri. Sono convinto che la direzione di gara del primo quarto sia stata perfetta, hanno fischiato senza un errore, cose anche difficili da vedere sul campo. Speriamo che anche a Benevento ci siano arbitri come quelli venuti a Senise (Monteleone e Giustino)

Un ultimo bravo va al pubblico (a cui dedico la foto). Numeroso, caloroso è stato davvero il sesto uomo in campo.

Complimenti agli amici dell'Arzano. Con la vittoria a Napoli, con il Pellicano, hanno conquistato subito la salvezza e, lasciatemelo dire, vendicato il CTR dall'esclusione non meritata ma all'apparenza molto combinata, dal girone promozione. Certo pensare che la squadra che aveva dominato il campionato per tre del torneo, rischiava la retrocessione, ci deve far riflettere sulla formula del campionato.

Oggi a Benevento. Sarà dura, certo, ma nulla è scontato. In definitiva abbiamo toppato solo il secondo quarto a Benevento. Per l resto siamo stati pari o superiori.

Il s o g n o c o n t i n u a.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

forza ragazzi...è vero loro sono una squadra fortissima ma noi anke e abbiamo dimostrato ke se giokiamo bene con la concentrazione giusta possiamo vincere,quindi forza ragazzi e vincete...
martin e pape siete grandi,continuate cosi!!

tifoso da sempre ha detto...

Martin e Pape siete grandi !
Ma anche Lino, Giuseppe, Giovanni, Massimiliano, Massimo e Dino mica scherzano !!!!
Grazie presidente Totaro, De Stradis sei un grande !

Anonimo ha detto...

Tifoso da sempre, ti sei dimenticato di Appella, Sassano, Regina, Ragazzo, Salinari, Marranghiello.
Anche loro hanno dato il loro contributo a questo splendido campionato.

tifoso da sempre ha detto...

Hai perfettamente ragione. E non dimentichiamo Pierino D'Araio !!!!

Anonimo ha detto...

Addolorato bravo hai fatto vedere che vali qualcosa perchè a differenza degli altri sei entrato in una partita delicatissima di play off e hai messo il tuo marchio anche qui e non hai avuto paura appena ti è arrivata la palla di infilarti in mezzo ai 2 lunghi del benevento per catapultarti verso il cesto e i tuoi 2 tiri liberi sono stati di alta classe perfetti

Anonimo ha detto...

tifoso da sempre c'è anche Addolorato

Anonimo ha detto...

Peppe Vignola vedi che nella squadra c2 ci sono anche Addolorato e Maranchiello perciò al prossimo allenamento scattagli una foto e metticela ciao

Anonimo ha detto...

Addio sogni di gloria

Anonimo ha detto...

anke se ieri abbiamo perso,dobbiamo essere soddisfatti di questa squadra,della nostra squadra ke all'inizio nn vinceva molto e ke alla fine è riuscita a raggiungere i play-off...bravi ragazzi!