domenica 30 agosto 2009

Inizia la stagione 2009-2010

Martedì 1 settembre primo atto della nuova stagione, alla tendo-struttura del Centro Sportivo sul lago di Montecotugno, avra' luogo il primo allenamento.
Ci sono molte novità e alcune conferme, alcune ancora da definire.
Parliamo della conferma più importante e vitale, la squadra anche in questa stagione si chiamerà CTR LA CASCINA, gli sponsor nonostante la crisi globale mostrano sempre attenzione per questa nostra comunità. Anche quest'anno faremo di tutto per farli inorgoglire dell'investimento effettuato.
La prima novità riguarda le giovanili: il mitico Pierino D'Araio non ci sarà, non perché è mancato il rapporto di fiducia, anzi, ma per problemi lavorativi legati alla mobilità e alla distanza abitativa e lavorativa da Senise. I sacrifici che ha fatto per molti anni per allenare i nostri ragazzi del vivaio, sono stati tanti e tutta la dirigenza del Senise, a partire dal presidente Totaro non può che dirgli mille volte grazie e, perché no, arrivederci.
I tifosi Senisesi, uno in particolare, il sottoscritto, ringraziano Pierino anche per la breve ma intensa guida della prima squadra. E' sugli occhi di tutti la prima parte della stagione ricca di vittorie e del raggiungimento del girone Promozione, traguardo storico mai raggiunto nel passato dalla nostra compagine.
Sia come tifoso che come dirigente dico grazie a Pierino D'Araio, e alla mia voce si aggiungono quelle di tutti gli atleti che sono cresciuti sotto la sua guida. Uno per tutti, Valerio Daranno, che da essere un buon ragazzino pieno di talento e diventato un giocatore a tutti gli effetti (ha 15 anni), giocando contro la finalista del passato campionato il Torre del Greco come un giocatore di provata esperienza. Grazie di nuovo.
Per inciso, coach D'araio ha ringraziato tutti i Senisesi, proprio tutti, su un articolo pubblicato sul Quotidiano della Basilicata. In bocca a lupo coach, incontrarti da avversario sarà un onore.
Altra novità è il cambio dell'allenatore della prima squadra. E di nuovo ringraziamenti sentiti.
Coach Festa, che a gennaio ha sostituito D'Araio ha fatto un ottimo lavoro. Ha preso una squadra che era allo sfascio, piegata da infortuni e cali di forma. A poco a poco l'ha ripresa, fino all'esaltante finale di stagione che ci ha permesso di salvarci sul campo. Fiore all'occhiello la vittoria sulla COIM Benevento, capolista e poi vincitrice dei play-off.
Ha avuto coraggio, poteva abbandonare dopo le prime sconfitte, ma da buon calabrese non lascia le cose a metà. Non è un caso se le vittorie siano arrivate quasi tutte dopo vere battaglie, in recupero, a dimostrazione sia del carattere che della forma riacquistata grazie ai duri ma produttivi allenamenti del coach.
Massimo Festa è legato alla nostra società da un affetto reciproco, siamo orgogliosi di averlo avuto sia come giocatore (con lui in campo abbiamo conquistato due volte i play-off) che come tecnico.
Continuiamo con le novità, questa è doppia ed è legata alla sostituzione di coach D'Araio e di coach Festa. Per entrambe le funzioni il nuovo responsabile sarà Michele Di Gioia, che lo scorso anno ha portato il Montescaglioso alla salvezza. Come Festa è un allenatore alle prime armi in questo campionati (anche De Angelis era al debutto e ci ha guidati in semifinale Play-off, il massimo traguardo mai raggiunto dal AS. Senise), ma le voci sulla sua bravura e serietà sono arrivate nell'Alto Sinni.
Siamo in buone mani, in bocca a lupo per tutti e tre i campionati: C regionale e giovanili (sicuro l'under 19, da scegliere il secondo).
Finora ho parlato delle novità, torniamo alle conferme.
Rocco Palazzo e Lino Durante (in foto), la coppia di piccoli più devastante del campionato passato non poteva non essere riconfermata. La professionalità, l'agonismo, l'attaccamento alla maglia mostrato (nei fatti vi assicuro) sono armi in mano a questo duo terribile che sommato alle doti tecniche ed atletiche da serie superiori saranno le basi per il nuovo roster. Peccato per il lungo infortunio di Lino, altrimenti non si parlva di salvezza conquistata.
Roster che ha perso il duo d'oltroceano, Gonzalo Marin e Martin Manzotti, per scelta tecnica. In qualche modo però dobbiamo sostituire la partenza del duo argentino, con la speranza di rafforzare questo reparto che nei sogni del precampionato precedente era il punto di forza della squadra, purtroppo così non è stato.
Il ruolo di Marin (il 5 secondo i dettami tecnici) è stato sostituito alla grande. Sarà dei nostri Christian Femmini (nella foto rubata dal sito della Levoni Potenza84), pivot di 2,04 m, lo scorso anno in Lega A dilettanti con la Levoni Potenza. Ha giocato a nostro favore la sua voglia di confrontarsi in campo(abita e lavora a Potenza): lo scorso anno nella Levoni ha giocato una media di pochi minuti a partita (stiamo parlando di campionato di alto livello) e la panchina non è nel suo DNA. Ritrova Rocco Palazzo, con lui a Melfi dove hanno dato tante soddisfazioni alla citta federiciana.
Per il ruolo di quattro si sta lavorando per la soluzione. E' probabile l'arrivo di un argentino dalla Serie C regionale Siciliana, Kreiber, dalla mano molto calda, ma ci sono trattative anche per un croato, di nome Kos (del quale non ho nessuna notizia).
E' certo l'arrivo di Galindez, venezuelano dalla mano calda, in passato a Trani. Somiglia come gioco e fisico a Pape Sesma, anche lui supera il metro e novanta e come lui può giocare da play, da guardia o da esterno. Molto bravo tecnicamente.
Lo sò nel cuore dei tifosi del CTR LA CASCINA, Egdardo "Pape" Sesma è insostituibile. Nonostante la stron.... (capite a me!) della passata stagione, quando è voluto restare in Argentina (non discuto la scelta di vita, sacrosanta) lasciandoci però in un mare di guai, quando la costruzione della squadra aveva lui come punto di riferimento, forse, dico forse, sarà dei nostri. A dicembre, attualmente ha un contratto in Argentina dove sta giocando e deve rispettare i patti.
Però il suo arrivo, almeno per la seconda fase è quasi certo.Sono a buon punto anche le trattative per completare il roster, che vanno dalla riconferma di Albanese (devastante in alcune partite della passata stagione), a quella di Genovese, di Filippo Ragazzo, e ad un clamoroso ritorno, quello di Giuseppe Visceglia.
Naturalmente si darà spazio alla crescita ed alla valorizzazione di prodotti nel nostro vivaio. Molto a cuore di tutti è la maturazione di Rosario Sassano che siamo certi quest'anna sfruttuerà in campo le qualità tecniche notevoli che possiede.

8 commenti:

antonio nicastro ha detto...

Non è facile fare attività in un piccolo centro dell'interno di una regione periferica....
Onore al Senise ed ai dirigenti per il miracolo che si ripete.
In bocca al lupo.

Peppino Vignola ha detto...

Grazie di cuore Antonio

Anonimo ha detto...

Kreiber,Galindez,Kos,Sesma.... a Senise hanno cambiato le regole, vi fanno giocare con 4 stranieri?
Kos si chiama Dominik è alto più o meno 1,95 gioca 3/4 lo scorso anno in C2 friulana.
saluti

Peppino Vignola ha detto...

Grazie per l'informazione. Si gioca con due stranieri anche a Senise, ma nulla toglie che se ne possono tesserare anche tre, quattro cinque, a referto ne vanno due. Non sarò stato molto chiaro nell'esposizione, uno solo sarà tesserato tra Kreibee e Kos. Sesma, se verrà, sarà il terzo tesserato, e le motivazioni sono diverse, anche affettive nei suoi confronti oltre che tecniche. Non sò se lo conosci ma a mio parere è il giocatore più completo che ho visto giocare. A proposito, da novembre 2008 possono giocare anche più stranieri, come ha deciso la federazione. La COIM Benevento ha vinto i play-off campani con tre argentini in campo.

Peppino Vignola ha detto...

Aggiungo, la regola la conoscevano solo loro, al A.S. Senise la mail della federazione non è mai arrivata.

Anonimo ha detto...

peppino: quindi pape sesma ci sarà al 100% da gennaio in poi? o c'è qualche possibilità che rimanga in argentina?

Peppino Vignola ha detto...

Al 100% non posso dirrlo, però la percentuale è molto alta

fastsrl ha detto...

w w il coach Daraio!!